Piccolo Corso Biblico

Pag.  5
   1     2      3     4     5     


Redenzione.
Il popolo dei redenti
Il sangue di Gesù acquista un popolo di ogni lingua, tribù, e nazione.
Dal momento della morte/resurrezione di Gesù, lo Spirito divino è disponibile per i credenti.
Credere //accogliere Gesù significa accogliere il suo Spirito/Vita .La comunione di Spirito con Dio e con Gesù si riceve attraverso il memoriale di Lui , come stabilito da Gesù stesso. Lc 22,20 «Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che è versato per voi».
1Cor 10,16 il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse
comunione con il sangue di Cristo? E il pane che noi spezziamo, non è forse comunione con il corpo di Cristo?

Chi riceve la Vita di Gesù  entra nella comunione piena con Dio, pertanto Gesù ha cancellato/espiato tutti i suoi peccati, di colpo, gratuitamente. Gv 6,53 : «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la Vita. 54 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la Vita e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.

La redenzione , il riscatto dalla schiavitù // l' espiazione-purificazione delle colpe che introduce nella nuova alleanza viene compiuta nei credenti per mezzo dei sacramenti della iniziazione cristiana.(Atti 2,23-33) «Uomini d'Israele, ascoltate queste parole: Gesù di Nàzaret uomo accreditato da Dio presso di voi per mezzo di miracoli, prodigi e segni, che Dio stesso operò fra di voi per opera sua, come voi ben sapete dopo che, secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio, fu consegnato a voi, voi l'avete inchiodato sulla croce per mano di empi e l'avete ucciso. Ma Dio lo ha risuscitato... e noi tutti ne siamo testimoni. Innalzato pertanto alla destra di Dio e dopo aver ricevuto dal Padre lo Spirito Santo che egli aveva promesso, lo ha effuso, come voi stessi potete vedere e udire….
At 2,36 Sappia dunque con certezza tutta la casa di Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso!».37 All'udir tutto questo si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: «Che cosa dobbiamo fare, fratelli?»38 E Pietro disse:
«Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo. » 39 Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro». .. 41 Allora coloro che accolsero la sua parola furono battezzati e quel giorno si unirono a loro circa tremila persone.

Redenzione e fede
L'offerta salvifica di Gesù, del Suo Spirito/Vita che salva l'umanità dalla morte è un giudizio divino per tutti i popoli.  E la sentenza è : salvezza, per chi la accoglie ed entra nella comunità della carità per le beatitudini ; questi partecipa al banchetto di nozze  di Dio con il suo popolo. La sentenza è : fallimento, per chi la rifiuta .


La fede nella potenza redentiva dello Spirito donato da Gesù nasce dall'ascolto della sua Parola : le sue parole sono Spirito ( divino) e // sono Vita ( divina ) Gv 6,63 È lo Spirito che dà la Vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono Spirito e sono Vita.

La Parola di Gesù esorcizza il demoniaco ( i demoni, le opere tenebrose che dimorano nella coscienza e portano al peccato) e sono Luce creatrice che crea il Cuore/Coscienza Nuova da cui scaturiscono le opere di Vita, le opere della Luce , le opere della fede.


Gv 15,3Voi siete già puri, a causa della parola che vi ho annunciato.
Ef 5,8 Un tempo infatti eravate tenebra, ora siete luce nel Signore.
Ef 5,8...Comportatevi perciò come figli della luce;
1Gv 1,7 se camminiamo nella Luce, come egli è nella luce,

Il cristiano, attraverso la giusta relazione con Dio, in Gesù, ( rimanendo nella Sua grazia, nello Spirito , nella Carità, facendo vivere in sè stesso le parole-promesse di Gesù ), rinnova continuamente la sua mente ( conversione ) , ed acquista libertà da questo mondo, dalle sue mentalità ; in questo modo, per mezzo di questa libertà può discernere nella storia come orientare la Carità che vive in lui.

siamo in comunione ( di Spirito ) gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù, il Figlio suo, ci purifica da ogni peccato.



Gesù è il mediatore della redenzione-riscatto-liberazione definitiva che Dio opera per formarsi il popolo che viva per sempre insieme a Lui nel suo Regno.

1Cor1,30 il quale per opera di Dio è diventato per noi sapienza [ del Padre], giustizia [ del Padre], santificazione [ del Padre], e redenzione
2Tm5,5 Uno solo, infatti, è Dio e uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini, l'uomo Cristo Gesù, 6 che ha dato se stesso in riscatto per tutti.

Le opere fatte da Gesù lo annunciavano:

At 10,38 Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui.
Mt4,23 Gesù andava attorno per tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe e predicando la buona novella del regno e
curando ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. 24 La sua fama si sparse per tutta la Siria e così condussero a lui tutti i malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guariva.

La morte resurrezione di Gesù , attraverso la memorializzazione della redenzione istituita da Gesù stesso nella Cena, diventa la Porta per ogni credente per entrare nel cammino di redenzione definitiva. Nella Cena Gesù stabilisce la Nuova Eterna Alleanza :

1Cor 11, 23 Io, infatti, ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane 24 e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me». 25 Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: «Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me».[Mt 26, , 28 perché questo è il mio sangue dell'alleanza, versato per molti, in remissione dei peccati.] 26 Ogni volta infatti che mangiate di questo pane e bevete di questo calice, voi annunziate la morte del Signore finché egli venga.

Gesù invita ad entrare nella Nuova alleanza ed a mangiare del dono di se stesso per ricevere la sua Vita che supera la morte .

Eb 9, 15 Per questo egli è mediatore di una nuova alleanza, perché, essendo ormai intervenuta la sua morte per la redenzione delle colpe commesse sotto la prima alleanza, coloro che sono stati chiamati (gli ebrei ) ricevano l'eredità eterna che è stata promessa.
Ef2,Dio, ricco di misericordia, per il grande amore con il quale ci ha amati, 5 da morti che eravamo per i peccati, ci ha fatti rivivere con Cristo: per grazia infatti siete stati salvati.
Eb2,9...lo vediamo ora coronato di gloria e di onore [ risorto e glorificato] a causa della morte che ha sofferto, perché per la grazia di Dio egli subisse la morte a vantaggio di tutti.
1Cor1,30 Ed è per lui [ Dio Padre] che voi siete in Cristo Gesù [ incorporati e salvati] :
Giov 6,56 Chi mangia la mia carne e
beve il mio sangue dimora in me e io in lui.
Giov 6,54 Chi mangia la mia carne e
beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.
Giov 11,26 chiunque vive e crede in me,
non morrà in eterno.

Per accedere alla Nuova alleanza è necessario credere nelle promesse di Gesù [ la fede ] e pertanto chiedere l'iniziazione cristiana: Battesimo-cresima-eucarestia.

At 10,43 Tutti i profeti gli rendono questa testimonianza: chiunque crede in lui ottiene la remissione dei peccati per mezzo del suo nome».
At 26,15 ... ti libererò dal popolo e dai pagani, ai quali ti mando 18 ad aprir loro gli occhi, perché passino dalle tenebre alla luce e dal potere di satana a Dio e ottengano la remissione dei peccati e l'eredità in mezzo a coloro che sono stati santificati per la fede in me.

Attraverso l'incorporazione in Sè mediante l'eucarestia Gesù si forma un popolo che " vive e crede in Lui" e che Egli introduce- con la resurrezione- nella Vita definitiva.
Il sacramento della redenzione
Ogni peccato contrae un legame con le tenebre/demoniaco che è una contaminazione della creazione e della storia.

At 22,16 Àlzati, fatti battezzare e purificare dai tuoi peccati, invocando il suo nome».

I cristiani ben sanno quanto sia determinante la salvezza che viene dal sangue di Gesù : il sacramento del sangue di Gesù assolve/scioglie i legami contratti con il demoniaco che  impediscono il compimento dell’essere come Uomo definitivo.

At 4,12 In nessun altro c'è salvezza; non vi è infatti, sotto il cielo, altro nome dato agli uomini, nel quale è stabilito che noi siamo salvati».

per questo Giovanni dice :

Ap 1, 11«La salvezza appartiene al nostro Dio che siede sul trono, e all'Agnello». 12 «Amen! Ap 5,9«Tu sei degno Signore di prendere il libro e di aprirne i sigilli, perché sei stato immolato e hai acquistato a Dio, con il tuo sangue, gente di ogni tribù, lingua, popolo e nazione, 10 e ne hai fatto per Lui un regno e dei sacerdoti; e regneranno sulla terra». 5,10 «Degno è l'Agnello, che è stato immolato, di ricevere la potenza, le ricchezze, la sapienza, la forza, l'onore, la gloria e la lode» Amen !

canti che risuonavano nelle chiese dei primi tempi :

Giuda 24 .. colui che può preservarvi da ogni caduta e farvi comparire irreprensibili e con gioia davanti alla sua gloria, 25 al Dio unico, nostro Salvatore per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore, siano gloria, maestà, forza e potere prima di tutti i tempi, ora e per tutti i secoli. Amen.

La redenzione compiuta
Attraverso la salvezza amministrata nei sacramenti Gesù redime i credenti e li costituisce nuovo popolo di Dio.

Lo Spirito è un sigillo posto nei redenti , come una caparra della redenzione completa e definitiva cioè il compimento dell'Uomo e la sua resurrezione come Uomo definitivo.Ef 1,13 In lui anche voi,dopo aver ascoltato la parola della verità, l vangelo della vostra salvezza e avere in esso creduto, avete ricevuto il suggello dello pirito Santo che era stato promesso,14 il quale è caparra della nostra eredità,in attesa della completa redenzione di coloro che Dio si è acquistato, a lode della sua gloria.

La comunione con Dio per mezzo di Gesù non è una magìa ma richiede l'adesione di fede :

Gv 8,51 In verità, in verità io vi dico: se uno osserva la mia parola, non vedrà la morte in eterno»

La morte potrà esistere ancora come fatto fisico, ma non più come «salario del peccato». Essa muta aspetto e diventa un «uscire» dalla vita terrena, per andare non già nel regno tenebroso dei morti, ma nella «patria migliore», nella «Gerusalemme celeste», a raggiungere «l'assemblea festante» degli angeli ed i «giusti pervenuti alla perfezione».

Testimoniando nella storia la vittoria sulla morte fino alla prova suprema che richiede il sangue la comunità cristiana della carità e delle beatitudini vince in se stessa, come Gesù, la morte : risorge!

La morte dell’accusatore,
il Categor

Ap 12,10«Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio e la potenza del suo Cristo, perché
è stato precipitato l'accusatore dei nostri fratelli, colui che li accusava davanti al  nostro Dio giorno e notte. 11Ma essi lo hanno vinto grazie al sangue dell'Agnello e alla parola della loro testimonianza, e non hanno amato la loro vita fino a morire.

Colui che accusa gli uomini davanti a Dio giorno e notte , il categor , cioè il pubblico ministero che nel giudizio divino accusa gli uomini di peccato per farli condannare a morte ( vedi Gb 1 e 2 ) , colui che ha il potere della morte, ha perso la causa : lui è stato “condannato a morte da Dio “ ed è stato gettato fuori dal Cielo e non può più entrarvi per accusare l'Uomo.
“... Quando nell’Apocalisse si dichiara che il drago non può accedere in cielo [ ed accusare gli uomini tenendoli in pugno con i loro peccati ] , nè ha alcun potere sugli uomini [ il potere di comminare loro la morte come fallimento definitivo del loro essere uomini ] , si ode una voce in cielo, un inno di lode. “

( *** ) testi scelti da 2 conferenze di Ricardo Pérez Márquez sul libro dell'Apocalisse- studibiblici.it


Adesso chi accusa i cristiani di fronte a Dio ?
 

Gv 12,48
Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole,     ha chi lo condanna: la parola che ho detto lo condannerà nell'ultimo giorno
[ della creazione, quello della morte/resurrezione di Gesù ] .

2Cor 1,12 Questo infatti è il nostro vanto [ merito ] : la testimonianza della nostra coscienza di esserci comportati nel mondo, e particolarmente verso di voi, con la santità e sincerità che vengono da Dio, non con la sapienza umana, ma con la grazia di Dio.

Come vive l'Uomo Nuovo , riscattato da Gesù da quel Mondo Antico dominato dal peccato e dalla morte, nel Mondo Nuovo che è la comunità di Gesù?

Il Mondo antico era il mondo dei lupi , del potere del più forte sul debole; il Mondo Nuovo è il mondo degli agnelli che seguono il loro Pastore, Gesù, che li conduce nella risurrezione // nella Vita definitiva.
top

Pag.  5
   1     2      3     4     5     

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY