Piccolo Corso Biblico

La risurrezione.

I testimoni. Il corpo del Risorto


I testimoni della risurrezione

Il problema dei testimoni della risurrezione di Gesù va compreso all'interno di tutte le scritture cristiane. Nella cultura ebraica una testimonianza era valida se conferamata da almeno due testimoni.

Eb 10:28 Quando qualcuno ha violato la legge di Mosè, viene messo a morte senza pietà sulla parola di due o tre testimoni.
Mat 18:16 se non ti ascolterà, prendi con te una o due persone,
perché
ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni.
2Co 13:1 Questa è la terza volta che vengo da voi.
Ogni questione si deciderà sulla dichiarazione di due o tre testimoni.
1Ti 5:19 Non accettare accuse contro un presbitero
senza la deposizione di due o tre testimoni.

Gesù
Gesù risorto è testimone fedele del Padre

Giov 18:37 Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo:
per
rendere testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce».
Ap 1:5 Gesù Cristo, il testimone fedele, il primogenito dei morti e il principe dei re della terra

Ma secondo la tradizione ebraica non può essere testimone di se stesso .

Giov 8:13 Gli dissero allora i farisei:
«
Tu dai testimonianza di te stesso; la tua testimonianza non è vera».

La testimonianza di Gesù è di ordine superiore a quella umana.

14 Gesù rispose: «Anche se io rendo testimonianza di me stesso,
la mia testimonianza è vera,
perché
so da dove vengo e dove vado.
Voi invece non sapete da dove vengo o dove vado.


I discepoli Lc 24,46 «Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno
(Mt 12, 40Come infatti Giona rimase tre giorni e tre notti nel ventre del pesce,
così il Figlio dell'uomo resterà tre giorni e tre notti nel cuore della terra.)
47 e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. 48 Di questo voi siete testimoni.
Mat 10:18 e sarete condotti davanti ai governatori e ai re per causa mia,
per dare testimonianza a loro e ai pagani.
Mar 13:9 Ma voi badate a voi stessi! Vi consegneranno ai sinedri, sarete percossi nelle sinagoghe, comparirete davanti a governatori e re a causa mia,
per render testimonianza davanti a loro.
Giov 15:26 Quando verrà il Consolatore che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza; 27
e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete stati con me fin dal principio.
Mat 24:14 Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo,
perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine.

I discepoli scelti da Gesù sono i testimoni di Gesù risorto. La loro testimonianza sarà trasmessa ai loro successori affinchè sia resa a tutti i popoli non-ebrei [ le Genti o Gentili] . La Rivelazione cristiana è una Tradizione che ha le sue origini nella testimonianza dei 12 , trasmessa oralmente e poi anche scritta ( cf Lc 1,1-4) . Le scritture cristiane sono fonte di questa Tradizione-testimonianza; sono costruite in modo da mettere in relazione i testimoni con i fatti che testimoniano .

Lu 1:2 come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni fin da principio e divennero ministri della parola.
Mt 27,54
Il centurione e quelli che con lui facevano la guardia ... 48 Anche tutte le folle che erano accorse a questo spettacolo.
Gv 19: 35
Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera
e egli sa che dice il vero
, perché anche voi crediate.
Gv 21:24
Questo è il discepolo che rende testimonianza su questi fatti e li ha scritti;
e noi sappiamo che la sua testimonianza è vera.


PaoloLa testimonianza scritta più antica sembra essere quella di Paolo.

1Co 15:. 8 Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto.

Gesù è risorto, è apparso (fu visto da molti ), i testimoni oculari erano viventi ai tempi degli scritti di Paolo. Potevano confermare o smentire il suo annuncio. Nessuno scritto posteriore parla di smentite.

Giovanni il battista GV 5,31 Se fossi io a render testimonianza a me stesso, la mia testimonianza non sarebbe vera; 32 ma c'è un altro che mi rende testimonianza, e so che la testimonianza che egli mi rende è verace. 33 Voi avete inviato messaggeri da Giovanni ed egli ha reso testimonianza alla verità.

Giov 1:7 Egli
venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui 8 Egli non era la luce, ma doveva render testimonianza alla luce.
Giov 1:15
Giovanni gli rende testimonianza e grida: «Ecco l'uomo di cui io dissi:Colui che viene dopo di memi è passato avanti,perché era prima di me».
Giov 1:32
Giovanni rese testimonianza dicendo: «Ho visto lo Spirito scendere come una colomba dal cielo e posarsi su di lui.
Giov 1:34 E i
o ho visto e ho reso testimonianza che questi è il Figlio di Dio»
Giov 3,32 Egli attesta ciò che ha visto e udito, eppure nessuno accetta la sua testimonianza;

Le scritture ebraiche
GV 5,34
Io non ricevo testimonianza da un uomo; ma vi dico queste cose perché possiate salvarvi. 39 Voi scrutate le Scritture credendo di avere in esse la vita eterna;
ebbene,
sono proprio esse che mi rendono testimonianza.
At 10:43 Tutti i profeti gli rendono questa testimonianza: chiunque crede in lui ottiene la remissione dei peccati per mezzo del suo nome»
Rom 3:21 in Gesù si è manifestata la giustizia di Dio,

testimoniata dalla legge e dai profeti
;
Eb 7:17
Gli è resa infatti questa testimonianza :
Tu sei sacerdote in eterno alla maniera di Melchìsedek
.

Giovanni e le scritture sono due testimoni . Secondo la Legge mosaica sarebbero sufficienti.

Le opere di Gesù Giov 5:36 Io però ho una testimonianza superiore a quella di Giovanni:
le opere che il Padre mi ha dato da compiere,
quelle stesse opere che io sto facendo, testimoniano di me che il Padre mi ha mandato.
Eb 2:4
Dio testimoniava nello stesso tempo con segni e prodigi e miracoli d'ogni genere e doni dello Spirito Santo, distribuiti secondo la sua volontà.
Giov 10:25 Gesù rispose loro: «Ve l'ho detto e non credete;
le opere che io compio nel nome del Padre mio, queste mi danno testimonianza;

E sono tre

le folle Lu 4:22 Tutti gli rendevano testimonianza
// ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca e dicevano: «Non è il figlio di Giuseppe?».
Giov 12:17 Intanto la gente che era stata con lui quando chiamò Lazzaro fuori dal sepolcro e lo risuscitò dai morti,
gli rendeva testimonianza.

Il Padre Giov 5:37 E anche il Padre, che mi ha mandato, ha reso testimonianza di me. Ma voi non avete mai udito la sua voce, né avete visto il suo volto,
Giov 8:17 Nella vostra Legge sta scritto che la testimonianza di due persone è vera: 18 orbene,
sono io che do testimonianza di me stesso, ma anche il Padre, che mi ha mandato, mi dà testimonianza». ...19 Gli dissero allora: «Dov'è tuo padre?». Rispose Gesù: «Voi non conoscete né me né il Padre; se conosceste me, conoscereste anche il Padre mio». 20 Queste parole Gesù le pronunziò nel luogo del tesoro mentre insegnava nel tempio.

La comunità dei discepoliLa Vita che Gesù dona ai cristiani e che essi sperimentano nella Chiesa gli rendono testimonianza.

1Gv 1,1 Ciò che era fin da principio, ciò che noi abbiamo udito, ciò che noi abbiamo veduto con i nostri occhi, ciò che noi abbiamo contemplato e ciò che le nostre mani hanno toccato, ossia il Verbo della vita 2 , 3 quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi. (poiché la Vita si è fatta visibile, noi l'abbiamo veduta e di ciò rendiamo testimonianza e vi annunziamo la Vita che era presso il Padre e che si è resa visibile a noi)

Nella 1 ^ lettera di Giovanni la preoccupazione dei tre testimoni è esplicita :

1Gv 5:7 Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza:
8 lo Spirito
,
l'acqua
e il sangue
e questi tre sono concordi.
1Gv 5:6 Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l'acqua e con il sangue.
Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità.
1Gv 5:9 Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore; e
la testimonianza di Dio è quella che ha dato al suo Figlio. 10 Chi crede nel Figlio di Dio, ha questa testimonianza in sé. Chi non crede a Dio, fa di lui un bugiardo, perché non crede alla testimonianza che Dio ha reso a suo Figlio.
11
E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna e questa vita è nel suo Figlio.

(Pietro) 2Pt 1:16 non per essere andati dietro a favole artificiosamente inventate vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del Signore nostro Gesù Cristo, ma perché
siamo stati testimoni oculari della sua grandezza.
At 1:22 incominciando dal battesimo di Giovanni fino al giorno in cui è stato di tra noi assunto in cielo,
uno divenga, insieme a noi, testimone della sua risurrezione».
At 2:32
Questo Gesù Dio l'ha risuscitato e noi tutti ne siamo testimoni.
At 3:15 e avete ucciso l'autore della vita. Ma
Dio l'ha risuscitato dai morti e di questo noi siamo testimoni.
At 10:39
E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce,
At 13:31 ed egli è apparso per molti giorni a quelli che erano saliti con lui dalla Galilea a Gerusalemme, e
questi ora sono i suoi testimoni davanti al popolo.
At 5:32
E di questi fatti siamo testimoni noi e lo Spirito Santo, che Dio ha dato a coloro che si sottomettono a lui».
At 4:33 Con grande forza
gli apostoli rendevano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti essi godevano di grande simpatia.
At 8:25 Essi poi,
dopo aver testimoniato e annunziato la parola di Dio, ritornavano a Gerusalemme ed evangelizzavano molti villaggi della Samaria.
At 10:41
a testimoni prescelti da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti.

(Paolo) At 26:16 Su, alzati e rimettiti in piedi;
ti sono apparso infatti per costituirti ministro e testimone di quelle cose che hai visto e di quelle per cui ti apparirò ancora.
At 14:3 rendeva testimonianza alla predicazione della sua grazia e concedeva che per mano loro si operassero segni e prodigi. At 20:24 Non ritengo tuttavia la mia vita meritevole di nulla, purché conduca a termine la mia corsa e il servizio che mi fu affidato dal Signore Gesù, di rendere testimonianza al messaggio della grazia di Dio.
1Co 2:1 Anch'io, o fratelli, quando sono venuto tra voi, non mi sono presentato ad annunziarvi la testimonianza di Dio con sublimità di parola o di sapienza.
2Te 1:10 quando egli verrà per esser glorificato nei suoi santi ed esser riconosciuto mirabile in tutti quelli che avranno creduto, perché
è stata creduta la nostra testimonianza in mezzo a voi.
2Ti 1:8
Non vergognarti dunque della testimonianza da rendere al Signore nostro,

( Gv) Ap 1:2
Questi attesta la parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo, riferendo ciò che ha visto.
Ap 1:9 Io, Giovanni, vostro fratello e vostro compagno nella tribolazione, nel regno e nella costanza in Gesù, mi trovavo nell'isola chiamata Patmos a causa della parola di Dio e
della testimonianza resa a Gesù.
Ap 6:9 Quando l'Agnello aprì il quinto sigillo, vidi sotto l'altare le anime di
coloro che furono immolati a causa della parola di Dio e della testimonianza che gli avevano resa.
Ap 12:11 essi lo hanno vinto per mezzo del sangue dell'Agnello
e grazie alla testimonianza del loro martirio;
Ap 20:4 Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati
a causa della testimonanza di Gesù e della parola di Dio,

E' in questo contesto che va considerata la testimonianza della risurrezione dei santi data in Matteo:

Mt 27, 53 E uscendo dai sepolcri, dopo la sua risurrezione, entrarono nella città santa e apparvero a molti.

Il corpo del risorto Il racconto della trasfigurazione di Gesù è in relazione a Gesù risorto.

Mc9, 9 Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risorto dai morti.
(Mt 17,9 ...finchè non si sarà alzato dalla morte)

I discepoli non avevano ancora compreso gli annunci di Gesù quanto alla sua passione, morte e risurrezione.

Mc 8, 31E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell'uomo
espressione con cui Gesù identifica se stesso, un uomo dotato di Spirito divino perchè Figlio di Dio. E' L'Uomo Compiuto.
doveva
termine che nel linguaggio biblico significa " è previsto dal disegno di Dio" e che qui si riferisce al risorgere. Sofferenze e rifiuti e morte saranno una libera azione degli uomini nei confronti di Gesù
soffrire molto ed essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e,
dopo tre giorni, risorgere.
L'Uomo che cammina nella storia facendo la volontà del Padre : radunare il Suo popolo ( l'umanità intera) per insemninarlo del Suo Spirito ( la Nuova Alleanza annunciata dai profeti ) e portarla a compimento di perfezione , va incontro a sofferenze, rifiuti e morte, ma risorge Uomo Definitivo. Trasformato.
32Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. 33Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli,
rimproverò Pietro e disse: «Va' dietro a me, Satana!
un satana è un avversario del disegno di Dio
Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini».

Il corpo spirituale ( glorioso) di Gesù
I discepoli non hanno compreso la visione : provano timore perchè pensano ad una manifestazione di potere. Solo dopo che avranno visto il risorto potranno comprendere la visione e comprendere che il cammino di Gesù sarà anche il loro.

Il corpo di Gesù risorto è un " corpo glorioso", il corpo dell'Uomo Compiuto, luminoso//perfetto//definitivo . Un corpo diverso da quello naturale, opaco,  misero , mortale.

La visione di Gesù trasfigurato-trasformato è la visione dell'Uomo Compiuto ( il Figlio dell'uomo) che viene " glorificato", cioè che risorge Uomo Definitivo.

La risurrezione di ogni Uomo Compiuto sarà la sua trasfigurazione-trasformazione in Uomo Glorioso, Definitivo.

Diverso in che cosa? Un corpo glorioso può ancora essere sensibile, toccabile?

Gv 20,27 Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani;
tendi la tua mano e mettila nel mio fianco;
e non essere incredulo,
ma
credente!».

Il testo non dice se Tommaso ha toccato Gesù.

Il credente si fida della Parola di Gesù , la fede cristiana non è " vedere e toccare per credere" , ma è "credere sulla Parola".Non si tratta di toccare il corpo del risorto ma di credere alla sua Parola, alle sue promesse, al suo Spirito. Sii credente .. e allora vedrai il risorto.

Il corpo di Gesù risorto è fuori dal nostro spaziotempo ?
 
Il tema è difficile persino per S.Paolo. Paolo è ancora legato alla teologia farisaica sulla risurrezione dei cadaveri alla fine del mondo ; credento in una ultima venuta imminente di Gesù per questa fine, Paolo cerca di capire cosa succederà a quelli che saranno ancora in vita

1Cor 15,512 al suono dell'ultima tromba; suonerà infatti la tromba
e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati.
1Cor 15,51 Ecco io
vi annunzio un mistero: non tutti, certo, moriremo,
ma tutti saremo trasformati,52 in un istante, in un batter d'occhio
La trasformazione istantanea :
53 È necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità 
// e 
questo corpo mortale si vesta di immortalità.

Questo discorso riflette la diatriba con gli gnostici che diffondevano nelle comunità cristiane le dottrine ellenistiche sulla immortalità naturale dell'anima, considerata una scintilla divina imprigionata nel corpo .

Il corpo perciò era considerato una negatività e destinato ad una corruzione irreversibile.

Paolo parla di  corpo mortale,  di questo corpo , quello che abbiamo e conosciamo, che  si veste di immortalità - eternità

Cosa significa?

Il CORPO CELESTE
1Cor 15,35 Ma qualcuno dirà: «Come risuscitano i morti? Con quale corpo verranno?». 36 Stolto! Ciò che tu semini non prende vita, se prima non muore;
37 e quello che semini non è il corpo che nascerà, ma un semplice chicco, di grano per esempio o di altro genere.


Paolo considera il corpo mortale come un seme che viene seminato nella terra ( la tomba) e il frutto , ciò che risorgerà,  sarà qualcosa di nuovo, di diverso dal seme, qualcosa di vitale e rigoglioso.Esiste una discontinuità tra il corpo mortale che viene sepolto ( il cadavere) ed il corpo glorioso che risorge e che non muore più.38 E Dio gli dà un corpo come ha stabilito, e a ciascun seme il proprio corpo.
39 Non ogni carne è la medesima carne; altra è la carne di uomini e altra quella di animali; altra quella di uccelli e altra quella di pesci. 40 Vi sono corpi celesti e corpi terrestri, ma altro è lo splendore dei corpi celesti, e altro quello dei corpi terrestri.
41 Altro è lo splendore del sole, altro lo splendore della luna e altro lo splendore delle stelle: ogni stella infatti differisce da un'altra nello splendore.


C'è  differenza : il corpo naturale è tenebroso, il corpo glorioso è celeste, e come gli astri risplende di luce propria , è incorruttibile ( eterno) questa era la credenza del mondo antico .

Gv 21, 1 E si manifestò così: 2 si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. 3 Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma in quella notte non presero nulla. 4 Quando già era l'alba Gesù si presentò sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. 5 Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». 6 Allora disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non potevano più tirarla su per la gran quantità di pesci. 7 Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». Simon Pietro appena udì che era il Signore, si cinse ai fianchi il camiciotto, poiché era spogliato, e si gettò in mare. 8 Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci: infatti non erano lontani da terra se non un centinaio di metri. 9 Appena scesi a terra, videro un fuoco di brace con del pesce sopra, e del pane. 10 Disse loro Gesù: «Portate un pò del pesce che avete preso or ora». 11 Allora Simon Pietro salì nella barca e trasse a terra la rete piena di centocinquantatré grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si spezzò. 12 Gesù disse loro:«Venite a mangiare». E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?», poiché sapevano bene che era il Signore. 13 AlloraGesù si avvicinò, prese il pane e lo diede a loro, e così pure il pesce. 14 Questa era la terza volta che Gesù si manifestava ai discepoli, dopo essere risuscitato dai morti.

Gesù non non è un cadavere rianimato, E' il Risorto, il Nuovo! l'UOMO COMPIUTO E DEFINITIVO.

Sembra avere tutte le caratteristiche di un corpo umano e nel contempo quelle di un corpo celeste : mangia, parla, è visibile , passa dai muri, sparisce, appare in posti diversi contemporaneamente .

1 cor 15, 42 Così anche la risurrezione dei morti: si semina corruttibile e risorge incorruttibile; 43 si semina ignobile e risorge glorioso, si semina debole e risorge pieno di forza; 44 si semina un corpo animale, risorge un corpo spirituale. Se c'è un corpo animale, vi è anche un corpo spirituale, poiché sta scritto che 45 il primo uomo , Adamo,  divenne un essere vivente ma l'ultimo Adamo divenne Spirito datore di Vita.
Gesù l'ultimo Adamo ed è il primo tra i risorti.
47 Il primo uomo tratto dalla terra è di terra,
il secondo Uomo viene dal cielo. 48 Quale è l'uomo fatto di terra, così sono quelli di terra; ma quale il celeste, così anche i celesti. 49 E come abbiamo portato l'immagine dell'uomo di terra, così porteremo l'immagine dell'Uomo celeste.

Gv 3, 6 Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito.
( cf. 6,63 )


Il risorto è un corpo spirituale, incorruttibile, immortale, glorioso-compiuto , pieno di Forza//Vita, UOMO celeste, nato dallo Spirito.
1Cor 15,50 Questo vi dico, o fratelli: la carne e il sangue non possono ereditare il regno di Dio, //né ciò che è corruttibile può ereditare l'incorruttibilità.
la natura umana non è anima immortale ; La  carne e sangue , il corpo mortale , non è destinato -così com'è- al Regno di Dio, cioè alla Vita Definitiva ; 
Fil 3,20 La nostra patria invece è nei cieli e di là aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo, 21 il quale trasfigurerà il nostro misero corpo per conformarlo al suo corpo glorioso, in virtù del potere che ha di sottomettere a sé tutte le cose.

Per compiersi come Uomo Definitivo l'uomo deve rinascere dallo Spirito di Gesù ed essere   trasfigurato  in corpo spirituale definitivo. La traduzione del verbo  metaschematisei con  trasfigurato è incorretta: la forma ( morfè)  del corpo rimane la stessa, ciò che cambia è il  modo di esistere  (  lo schema in greco.

Lo  schema cioè il modo naturale di essere è imperfetto, debole, misero, corruttibile ( va in decomposizione) , è mortale e il suo prototipo è Adamo; lo  SCHEMA  , il modo di essere del risorto è perfetto, incorruttibile, eterno e il suo prototipo è Gesù , l'Uomodio risorto, Definitivo.La forma del risorto è quella propria degli uomini ma il modo di esistere è quello dell'Uomodio Definitivo. S.Paolo deve descrivere una cosa totalmente nuova e inventa nuove espressioni linguistiche : " corpo glorioso" " corpo della sua gloria" " corpo pneumatico", etc. .

Il risorto non è un fantasma Gesù appare ai discepoli:

Lc 24, 36 Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!».37 Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma.38 Ma egli disse: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore?  39 Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho».
40 Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi.41 Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?».42 Gli offrirono una porzione di pesce arrostito;43 
egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.

Siamo nella teologia ! I discepoli di Gesù ancora non credevano . Solo chi crede può vedere il risorto.

Il magistero cattolico. Catechimo Universale della Chiesa Cattolica
 
990 Il termine « carne» designa l'uomo nella sua condizione di debolezza e di mortalità.
La « risurrezione della carne » significa che, dopo la morte, non ci sarà soltanto la Vita dell'anima immortale,
ma che anche i nostri « corpi mortali » (Rm 8,11) riprenderanno Vita.

[ qui anima immortale non va inteso nel senso della cultura del mondo antico ma indica il credente-Vivente che sopravvive alla morte biologica. Rm 8, 11E se lo Spirito di Dio, che ha risuscitato Gesù dai morti, abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo dai morti darà la Vita anche ai vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi. Paolo non dice che il corpo biologico-cadavere risorge : corpo in ebraico non indica mai un cadavere ma la persona viva. ]

995 Essere testimone di Cristo è essere « testimone della sua Rìsurrezìone » (At 1,22),"dopo aver « mangiato e bevuto con lui dopo la sua Risurrezione dai morti » (At 10,41).  La speranza cristiana nella risurrezione è contrassegnata dagli incontri con Cristo risorto. Noi risusciteremo come lui, con lui, per mezzo di lui.

996 Fin dagli inizi, la fede cristiana nella risurrezione ha incontrato incomprensioni ed opposizioni.' « In nessun altro argomento la fede cristiana incontra tanta opposizione come a proposito della
risurrezione della carne ». Si accetta abbastanza facilmente che, dopo la morte, la vita della persona umana continui in un modo spirituale. Ma come credere che questo corpo, la cui mortalità è tanto evidente, possa risorgere per la vita eterna?
[ qui sembra sottintesa la risurrezione del cadavere come la teologia del libro Daniele.]

997 Che cosa significa « risuscitare »? Con la morte, separazione dell'anima e del corpo, il corpo dell'uomo cade nella corruzione, mentre la sua anima va incontro a Dio, pur restando in attesa di essere riunita al suo corpo glorificato. 
Dio nella sua onnipotenza restituirà definitivamente la vita incorruttibile ai nostri corpi riunendoli alle nostre anime, in forza della Risurrezione di Gesù. 
[ qui è chiaramente la teologia di Daniele che non è quella dei Vangeli ]

998 Chi risusciterà? Tutti gli uomini che sono morti: « quanti fecero il bene per una risurrezione di vita e quanti fecero il male per una risurrezione di condanna » (Gv 5,29).
[ ancora è citato Daniele via Gv]

999 Come?  Cristo è risorto con il suo proprio corpo: « Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! » (Lc 24,39); ma egli non è ritornato ad una vita terrena. Allo stesso modo, in lui, « tutti risorgeranno coi corpi di cui ora sono rivestiti », ma questo corpo sarà trasfigurato in corpo glorioso, in « corpo spirituale » (1 Cor 15,44)
[ qui la teolgia è quella dei Vangeli e ... contraddice i testi precedenti ]

1000 
Il «come» supera le possibilità della nostra immaginazione e del nostro intelletto; è accessibile solo nella fede.     Ma la nostra partecipazione all’Eucaristia ci fa già pregustare la trasfigurazione del nostro corpo per opera di Cristo:
Come il pane che è frutto della terra, dopo che è stata invocata sudi esso la benedizione divina, non è più pane comune, ma Eucaristia, composta di due realtà, una terrena, l’altra celeste, 
così i nostri corpi che ricevono l’Eucaristia non sono più corruttibili, dal momento che portano in sé il germe della risurrezione 
[ qui la teolgia è quella dei Vangeli ]


1001 Quando?
Definitivamente «nell’ultimo giorno» (Gv 6, 39-40.44.54; 11, 24); «alla fine del mondo»
[ L' ultimo giorno nel vangelo di Giovanni non è la fine del mondo : ancora è la teologia di Daniele smentita dai Vangeli ]

547. Infatti,
la risurrezione dei morti è intimamente associata alla Parusia di Cristo: Perché i Signore stesso, a un ordine, alla voce dell’arcangelo e al suono della tromba di Dio, discenderà dal cielo. E prima risorgeranno i morti in Cristo (1 Ts4, 16).
[ Ancora è la teologia di Daniele , smentita da Giovanni ]

top


home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY