Piccolo Corso Biblico



Pag.  3
1     2     3     4 
Fede e opere.
La misura
La "misura" dell'UomoOgni cristiano si autogiudica in base alla Parola di Gesù.

Gv 12,47 Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perché non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo. Gv 12,48 Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho detto lo condannerà nell' ultimo giorno .

(*) Dialoghi con l'Angelo, Milano 1979 .

"Colui che misura" vi parla.
Ciò che è crescere per la pianta
per l'animale è muoversi
per l'uomo è " dare".
(coll.31-Hanna)
L' esercizio di verificare la consistenza della propria fede negli Atti è necessario : dentro ciascun uomo c'è un " angelo" che misura i suoi Atti/Fede.


Ascolta le richieste
e tutto diverrà facile
Ciò farà scaturire la Forza nascosta in te. ( 14-Lili)

Tendi la tua mano e sorridi 
la tua mano si aprirà
per dare .

Nuova creazione : liberazione.

Non c'è bisogno di asceti.
Nulla valgono ai Suoi occhi.

DARE è tutto.(30 - Gitta)
Le richieste che ti vengono fatte da chi è bisognoso sono la " misura" che sei chiamato a colmare con Atti della fede.

Dài te stesso, unito nello Spirito a Lui : questa è la tua gioia di vivere , il tuo nutrimento. Ciò che ti fa crescere come Uomo.

La " libertà dello Spirito" è per la "libera - azione" che è la "liberazione" della Forza/Spirito che ricevi da Lui.

E la liberazione , l'Atto, è Nuova Creazione.
Di Te stesso.


L'ascesi è attività religiosa che soddisfa il proprio bisogno religioso , ma non crea nulla. E' Atto religioso, ma Vuoto di Creazione.

"Dare" non è il frutto
ma è crescita, preparazione.
Il Frutto è il Mondo Nuovo
(30 - Gitta)
Il Frutto dello Spirito/Carità non è l'Atto in se stesso come atto religioso, ma ciò che l'Atto costruisce dell'Uomo.

L'Atto è solo crescita, il Frutto è l'Uomo.
Si cresce come Uomini con gli atti della fede in Gesù compiuti in comunione di Spirito con Lui.

Dare è crescita//preparazione alla Vita dell' Uomo Definitivo, il Frutto che rimane per sempre . Il Regno di Dio è la comunione di Uomini definitivi con Dio e fra loro .


Se non "date" costantemente, deperite.
(coll.31-Hanna)

Agire, Dare, Misurare costantemente gli Atti -per verificare se sono pieni o Vuoti di Carità - è necessario.

Fermarsi è deperire come Uomo, decrearsi: non ci sono pause per l'Uomo.

Per ogni pianta la crescita è diversa . Il mio " ministero" è " misurare". Non ricompenso, non punisco. Unicamente misuro.

La punizione e la ricompensa la portate in voi stessi.

Se riempite la vostra misura, crescete,
Se non la riempite, deperite.
(coll.31-Hanna)
La crescita è diversa per ciascuno. Ognuno è chiamato a colmare la propria "misura" di Atti della Fede necessaria per compiersi come Uomo.

La ricompensa/punizione dei propri Atti è in "Chi" si costruisce con essi. Non c'è nessun tribunale/giudizio divino finale da attendersi .

Chi si è diventati, quella è la ricompensa.

La Nuova Legge,
la Nuova Misura, è un'altra:
abbondantemente ricevete
il vostro cibo quotidiano,
ma non è un cibo gratuito.
Tu ricevi 5 pani
e 5000 uomini sono saziati.
(19-Gitta)
La Nuova Legge , la Legge dell'Uomo Nuovo , la sua Misura , il Riferimento con cui ciascuno si autogiudica è la sazietà dei bisognosi .

"Voi stessi " date loro da mangiare . ( Lc 9,13)

Se tutto è gioia intorno a voi
la Misura è Giusta.
E questo è possibile.
Non crederlo è " non credere in Lui".
Egli vi riempie continuamente
( di Forza )
che infinita è la Sua misericordia.
( 31-Lili)
La Misura di ciascuno è la gioia che il dono di sè fa scaturire negli altri .

Quando tutt'intorno è gioia di vivere, la Misura ( della Forza donata ) è quella giusta.


Ciascuno ha una suo cammino di Fede/Atti, una sua Misura di atti determinata dalle richieste di chi è nel bisogno. La verifica delle giusta Misura è la gioia di vivere di coloro che stanno intorno.

Se la irraggi , la senti. 
.. il sole non può vedere i suoi raggi,  ma la Luna li riflette.
(coll.30-Gitta)
L'Uomo non può vedere che irraggia Carità se non nel riflesso che questa produce in coloro che dal bisogno passano alla gioia di essere colmati.

Vi è donato di " riempire la vostra misura ". Non è la grandezza della misura che conta
poiche Egli riempie tutto.
L'Incommensurabile
appare nel misurabile;
la Perfezione nei limiti
è l'Immagine dell'Illimitato.
Voi sare " simili a Lui"
se riempite la vostra misura.
Solamente così.
(coll.31-Hanna)
Il cristiano è chiamato ad essere simile a Gesù, Uomo compiuto e definitivo.

Più si " libera" Forza, più si riceveForza. La Carità divina è infinita.

Solo così si compie l'Uomo.
Non c'è altro modo.



Il peccato dell'UomoChe cosa meravigliosa!
Sei depositario di una Forza Santa. 
La Forza che si esprime nella riproduzione umana, genera "uomini".


...sulla terra non c'è bisogno
di ( creare ) tanti uomini,
ma l' Uomo.
Questa Forza Santa che dà vita non serve a generare tanti uomini ma solo "quanto basta" ; essa ma è data per generare l'Uomo , il compimento della Creazione .

Egli ti ha creato
in modo che tu (la) irradi . 
Solo se dimentichi te stesso ,
il tuo " cerchio" ( il cerchio dell'animale che è in te )
se non pensi a cosa fare ( per te ) puoi vedere giungere il miracolo . 

E' il segreto dei segreti.

Se in te scorre la Sua Forza, 
servi e lascia fare,
lascia da parte la tua testa!
(19-Gitta)
Questa Forza di cui l'uomo è depositario è data per essere " liberata" cioè distribuita a chi è nel bisogno.

L'uomo la trattiene per sè ( es. il sesso) , per i propri desideri ( per colmare se stesso ), e questo è l'animale che è in lui.

Questo è il peccato.

Se invece libera la Forza dimenticandosi di se stesso, dei suoi desideri , delle proprie convenienze, dona se stesso ai bisogni degli altri, allora vede arrivare il miracolo : 5 pani che sfamano 5000 persone.


" Non c’è il rischio per la Chiesa di trasformarsi in una ong?

No. Prima non conoscevo il mondo delle ong, che è utile ma anche pieno di punti interrogativi. C’è una grande differenza tra noi e loro. Per loro è un lavoro, hanno uno stipendio, vanno in vacanza, alle 3 del pomeriggio finiscono di lavorare e si riposano. Noi invece siamo lì 24 ore su 24 e qualsiasi cosa succeda siamo presenti lì e facciamo quel che possiamo. La gente se ne accorge e si fida molto di noi.

In tutto il paese la Chiesa ha ospitato in parrocchie e conventi decine di migliaia di profughi, cristiani e musulmani: un’accoglienza incredibile.

A noi non è sembrato niente di eccezionale. Sono gli altri ad averci detto “bravi” oppure “realizzato il Vangelo”. Noi l’abbiamo fatto e basta, senza dover ragionare chissà quanto . "


( tempi.it Intervista a padre Federico Trinchero, priore del Carmel di Bangui, Repubblica Centrafricana che ha ospitato fino a 10 mila profughi. )

Trattenere la Forza
è causa di tutte le malattie.
E il peccato è malattia. (19-Gitta)
Il peccato -per l'Uomo- è trattenere la Forza per sè, per le proprie prospettive e convenienze.

Per questo si ammala.
Il peccato è la malattia dell'Uomo : lo decresce.

Se la liberi, se non la tieni stretta in serbo per te  , non hai nulla da temere.
Tu temi ancora l' Antico ( il Nemico, peccato) senza ragione.
Eleva la Forza ( a Lui , al suo progetto) e il peccato sparisce
(19-Gitta)
La malattia/peccato sparisce quando l'Uomo eleva a Lui la Forza santa , la Forza che riproduce la Vita: elevarla da sesso a dono di sè ai bisognosi.

Elevarla significa far sì che "lasci vuoto il "guscio"  che la contiene " e diventi Carità irradiata .

Questo fa sparire il peccato di cui l'essere religioso, l' uomo, ha paura .

Non trattenere la forza sessuale  ma trasformarla tutta in Amore irraggiante : questo è creare il Nuovo Essere, l'Uomo, Se stessi. Questa è la sola "salvezza" del proprio essere uomini.



(*) Dialoghi con l'Angelo-Edium-Milano 1979-

top



Pag. 3
1     2     3     4 

home



DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY