Piccolo Corso Biblico

LA LEGGE DELLO SPIRITO

MONDO ANTICO E MONDO NUOVO
Pag.  2
1     2     3     4     5     6

La Legge e lo Spirito
Il progetto creativo di Dio rivelato pienamente in Gesù è l'Uomo Compiuto e Definitivo. Questo progetto si realizza nella creazione-storia per l'opera salvifica-creativa di Gesù che dona il suo Spirito all'uomo per compierlo nella sua perfezione di Umanità definitiva, l'Uomo Compiuto e Definitivo.

Gv 1,4 In lui era la Vita e la Vita era la luce degli uomini;

In Gesù è la Vita divina, lo Spirito del Padre, la
Vita -ζωὴν, // la Carità.

Gv 5,26 Come infatti il Padre ha la Vita in se stesso, così ha concesso anche al Figlio di avere la Vita in se stesso,

L'essere umano non può -da se stesso- giungere al compimento del suo essere senza ricevere la Vita . Lo Spirito che dona la Vita-ζωὴν, la Carità , giunge all'uomo per mezzo di Gesù.

Gv 5,21 Come il Padre risuscita i morti e // dà la Vita, così anche il Figlio dà la Vita a chi egli vuole.

La Vita è donata per mezzo della fede in Lui . Permane nell'Uomo per mezzo della fede.

Gv 20,31 questi ( fatti) sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perchécredendo abbiate la Vita nel suo nome
Gv 17,2 Tu gli hai dato potere su ogni essere umano, perché egli dia la Vita eterna a tutti coloro che gli hai dato.
1Gv 15, Dio ci ha donato la Vita eterna e questa Vita è nel suo Figlio.12Chi ha il Figlio, ha la Vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la Vita.13Questo vi ho scritto perché sappiate che possedete la Vita eterna,voi che credete nel nome del Figlio di Dio.
Gv 17,3 Questa è la Vita eterna: che conoscano te,
conoscere Dio nelle scritture indica la conoscenza degli sposi cioè la piena comunione di Vita
l'unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo.


Lo Spirito giunge all'uomo con la Parola ...

Gv 6,63
È lo Spirito che dà la Vita ,
ζωὴν , la Vita che compie l'Uomo e supera la morte con la risurrezione
la carne
la natura umana
non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono Spirito e sono Vita.
Gv 3,34 Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: // senza misura egli dà lo Spirito.

Non è questione di vocaboli, quindi non si tratta delle esatte frasi in aramaico pronunciate da Gesù ma dello Spirito che esse comunicano all'interiorità, la coscienza dell'uomo.

Gesù è l'inviato del Padre al mondo che dice le Parole di Dio per comunicare lo Spirito ; i 12 discepoli inviati da Gesù al mondo (apostoli= inviati) avendo compreso la Parola , ne hanno assorbito lo stesso Spirito e l'hanno comunicato al mondo.
Lc 1, 1 Poiché molti hanno cercato di raccontare con ordine gli avvenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi, 2come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola, 3così anch'io ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teòfilo, 4in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevutoI loro discepoli hanno ascoltato da loro la Parola ed avendola compresa, ne hanno assorbito lo Spirito .

Hanno poi comunicato la Parola alle comunità, dove altri discepoli, avendola ascoltata e compresa , cioè avendone assorbito lo Spirito, l' hanno raccolta nei loro scritti.

Altri ancora , infine, in base alla Parola//Spirito loro comunicata con quegli scritti e da loro compresa, hanno redatto i 4 Vangeli.

I Vangeli non sono da intendere come le esatte parole di Gesù ( nelle quali e solo in esse Egli comunica lo Spirito) , ma come la Parola//Spirito che Egli ha comunicato e che continua ad essere comunicata a chi la ascolta dagli evangelizzatori, coloro che ne hanno assorbito lo Spirito e La annunciano per mezzo dei Vangeli di cui fanno "esplodere" lo Spirito .

Rm 2,29 Giudeo è colui che lo è interiormente
Paolo intende un giudeo " Giusto"
// e la circoncisione è quella del cuore,
il segno della giustizia del Giusto è lo spirito con cui svolge tutta la sua esistenza ;
nello spirito,
la vera circoncisione quindi è nello spirito-coscienza ed è opera dello Spirito della Torah divina
non nella lettera;
noi dei suoi vocaboli

analogamente...

2Cor 3,6 Gesù... ci ha resi capaci di essere ministri di una nuova alleanza, non della lettera,
non amministratori di vocaboli, di formule magiche,
ma dello Spirito;
che le sue Parole hanno comunicato
perché
la lettera uccide,
i vocaboli contengono solo lo spirito umano e non possono comunicare la Vita divina, il Verbo; i Giudei infatti che si aspettavano la Vita definitiva dalle scritture , ne vivisezionavano i vocaboli e ne moltiplicavano le parole inventando precetti da osservare : trasmettevano solo il loro spirito umano incamminado loro stessi e chi li ascoltava sulla via della morte, del fallimento dell'uomo.

lo Spirito invece dà Vita

è lo Spirito che si comunica dalle Parole di Dioche dà la Vita che compie l'Uomo e lo risorge

Perchè è lo Spirito della Parola, il Verbo, che apre gli occhi ( Mc 10,46ss) e gli orecchi di chi ascolta , ne trafigge il cuore ( At 2,37ss) di chi comprende e gli dona la Vita di qualità divina.
La Parola-Spirito è il Verbo Creatore che crea il Cuore Nuovo nell'uomo ( una coscienza-azione nuova ) e l'uomo che Lo comprende ed accoglie rimanendo e dimorando in Essa, diventa suo discepolo . Viene introdotto nella Chiesa dove attraverso i segni sacramentali viene iniziato alla Vita Nuova , la Vita nello Spirito, la Vita di Carità che lo compie ( lo salva) come Uomo , destinato alla risurrezione.



Rm 7,6 morti a ciò che ci teneva prigionieri,
la morte
siamo stati liberati dalla Legge
per servire secondo lo Spirito, che è nuovo, e non secondo la lettera,
una legge scritta ma esterna a noi
che è antiquata.


.. con il Pane di Vita ( l' eucarestia ).

Gv 6, 53Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la Vita.
ζωὴν
54Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la Vita eterna
ζωὴν αἰώνιον= la Vita senza età, la qualità della Vita di Dio. la Carità.

La Vita, incarnata nell'essere umano , lo può compiere nella perfezione della Carità, come un Gesù. Nella eucarestia è la potenza-forza della Carità di Gesù che si incarna nell'Uomo e lo rende forte-capace di amare come Lui.

e io lo risusciterò
alla morte dell'essere, la morte della vita-bios , la Vita-ζωὴν risorge l'Uomo compiuto come Uomo Definitivo, come è statoper Gesù .
nell'ultimo giorno.
Il giorno della Sua morte-risurrezione

... e con l'effusione :

Gv 20,22 , soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo.
Lc 23,46 Gesù, gridando a gran voce, disse: «Padre,nelle tue mani consegno il mio spirito». Detto questo, spirò
[ consegnò lo Spirito al Padre rendendolo disponibile per l'umanità].
At 2, 1 Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. 2Venne all'improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. 3Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, 4e
tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi. 2,33 Innalzato dunque alla destra di Dio e dopo aver ricevuto dal Padre lo Spirito Santo promesso, lo ha effuso, come voi stessi potete vedere e udire.
At 2,38 E Pietro disse loro: «Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo.
At 10,44 Pietro stava ancora dicendo queste cose, quando
lo Spirito Santo discese sopra tutti coloro che ascoltavano la Parola. At 10,45 E i fedeli circoncisi, che erano venuti con Pietro, si stupirono che anche sui pagani si fosse effuso il dono dello Spirito Santo;
Lc 11,9Ebbene, io vi dico:
chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. 10Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto. 11Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? 12O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? 13Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».
At 8,15 pregarono per loro perché ricevessero lo Spirito Santo;
At 8,17 Allora
imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo.
At 19,6 e, non appena Paolo ebbe imposto loro le mani, discese su di loro lo Spirito Santo e si misero a parlare in lingue e a profetare.

L'uomo - bios
L'uomo non possiede per natura lo Spirito di Dio. In lui, tra materia e Spirito c'è un abisso ed egli non ha strumenti nè meriti per superarlo.



L'Uomo che ha la VITA-Zoe
La fede in Gesù è il Ponte che unisce l'uomo allo Spirito Creatore così che diventi Uomo.



L'Uomo è un essere nuovo, dotato di un principio Vitale nuovo: bios+zoe. La sua vita biologica è a termine, muore , ma la sua Vita-zoe supera la morte . Superamento che chiamiamo risurrezione. Tutto ciò è già avvenuto in Gesù e su questa rivelazione storica si fonda la fede cristiana .
Lc 4,18 Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l'unzione
e mi ha mandato
a portare ai poveri il lieto annuncio

Ora l'Uomo , l'Essere Umano Nuovo è chiamato -dalla sua Nuova Natura- a vivere storicamente in modo Nuovo per compiersi nella storia come Uomo. La Vita Nuova dell'Uomo è il modo di vivere di Gesù , la Vita mossa dallo Spirito, la Carità .Gv 6, 56Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui.
E' la unione e comunicazione piena con Gesù e//con il Padre , è la comunione di Spirito//Vita//Carità
57Come il Padre, che
ha la Vita, ha mandato me e io vivo per il Padre,
Gesù è l'Uomo Compiuto che vive mosso dallo Spirito//Vita del Padre
così anche colui che mangia me,
cioè assimila il mio Essere uomoDio
Vivrà per me.
ζήσει δι’ ἐμέ =Vivrà in virtù del mio Spirito//Vita che è lo stesso Spirito del Padre.

Gesù ha vissuto " di Spirito" sulla terra, "mosso dallo Spirito" ; così, -promette Gesù- colui che accoglie lo Spirito, Vivrà di Lui // "mosso dallo Spirito" ... per compiersi Uomo Definitivo. Lc 4,1 Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto,
Lc 2,27
Mosso dallo Spirito, si recò al tempio
Eb 9,14
mosso dallo Spirito eterno,offrì se stesso senza macchia a Dio

La vita cristiana, la vita dell' Uomo, è ispirata // mossa dallo Spirito di Gesù e del Padre; la Carità vissuta nella comunità della carità per le beatitudini.

Il Mondo Antico e il Mondo Nuovo, il Regno di Dio .

Con Gesù nasce una Umanità Nuova che Egli chiama Regno di Dio. E' la Signoria ( regno) dello Spirito , della Vita-ζωὴν, della Carità, nell'Uomo e quindi nella comunità di Gesù e nella storia.

L' Umanità Nuova tende alla sua perfezione-pienezza-compimento , l'Uomo Compiuto . Gesù agisce dinamicamente in questo processo salvifico come Verbo//Spirito//Vita. Infatti il suo nome " Gesù"(=Salvatore) è anche il suo compito.

Mt 5,48 Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste.
perfetti significa interi, integri compiuti.

Gc 1,4 E la pazienza
completi l'opera sua in voi,
l'Uomo Compiuto è opera di Gesù in ogni credente
perché siate perfetti e //integri, // senza mancare di nulla.

1Tess 5,23 Il Dio della pace vi santifichi interamente, e tutta la vostra persona, spirito, anima e corpo,
si conservi irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo.
alla vostra morte
24Degno di fede è colui che vi chiama: egli farà tutto questo!

L'avvento di Gesù e della sua Chiesa è "la" Novità della storia, l'avvento del Regno di Dio è il Mondo Nuovo animato dallo Spirito- Vita-Carità.

L'epoca della Chiesa è " questo eone" alla fine del quale il Regno di Dio sarà completo//compiuto.



La Legge del Mondo Antico

Lc16,16 La Legge e i Profeti ( l'AT) fino a Giovanni [battista]: da allora in poi viene annunciato il regno di Dio
e ognuno
(di quelli che seguono la Legge AT la quale dice loro di sforzarsi per osservarla)
si sforza di entrarvi.

Il compimento della creazione-storia avvenuto in Gesù viene donato all'umanità come un Nuovo Inizio, una creazione nuova , un Nuovo Mondo in questo mondo, caratterizzato dalla azione umano-divina , la Carità.


Gli Uomini, i Cristiani, costituiscono una Umanità Nuova che è ispirata dalla Carità. Un nuovo mondo che vive e cresce dentro il vecchio mondo.
L'uomo antico per realizzarsi in pienezza si ispirava alla Legge, il cui fondamento è l'etica della Reciprocità . Il Mondo Antico è però anche il mondo delle bestie ( cf. Daniele e Apocalisse ).

La legge del taglione
Es 21,24 occhio per occhio, dente per dente, mano per mano, piede per piede,
Lv 24,20 frattura per frattura, occhio per occhio, dente per dente;
gli si farà la stessa lesione che egli ha fatto all'altro.
Dt 19,21 Il tuo occhio
non avrà compassione: vita per vita, occhio per occhio, dente per dente, mano per mano, piede per piede.
Mt 5,38 Avete inteso che
fu detto: Occhio per occhio e dente per dente.

Questa legge fa parte oggi di leggi religiose come la Sharia dei musulmani.

La Regola d'argento
"Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te"
( cf Tobia 4,15) era la regola a fondamento delle Leggi del Mondo Antico. Richiedeva reciprocità di diritti e doveri ma solo per i membri della propria comunità di appartenenza, giuridica , sociale o religiosa.

Nell'ebraismo viene attribuita al celebre rabbino Hillel (nato almeno mezzo secolo prima di Gesù) la massima : « Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te: questa è tutta la Torah.» L'amore per il prossimo era considerato l'espressione etica di tuttla la rivelazione AT :

Pro 14,21 Chi disprezza il prossimo pecca, beato chi ha pietà degli umili.
Pro 21,10 L'anima del malvagio desidera fare il male, ai suoi occhi il prossimo non trova pietà.
Sir 28,7 Ricorda i precetti e non odiare il prossimo, // l'alleanza dell'Altissimo e dimentica gli errori altrui.
Sir 29,14
L'uomo buono garantisce per il prossimo, ma chi ha perduto ogni vergogna lo abbandona.
Sir 34,26
Uccide il prossimo chi gli toglie il nutrimento,
Ger 9,7 Saetta micidiale è la loro lingua, inganno le parole della loro bocca.
Ognuno parla di pace con il prossimo, ma nell'intimo gli ordisce un tranello.
Ger 22,13 Guai a chi costruisce la sua casa senza giustizia e i suoi piani superiori senza equità,
fa lavorare il prossimo per niente, senza dargli il salario,

Nell' AT il buon giudeo religioso pensa del suo Dio che ...:

Sal 5,6 Tu hai in odio tutti i malfattori,
così anche io
Sal 26,5
odio la banda dei malfattori e // non siedo con i malvagi.
Sal 31,7
Tu hai in odio chi serve idoli falsi,
così anche io
Sal 139,21 Quanto odio, Signore, quelli che ti odiano! // Quanto detesto quelli che si oppongono a te!
Sal 139,22
Li odio con odio implacabile, li considero miei nemici.

Sebbene non ci sia nell'AT il comando specifico di odiare i nemici , la mentalità comune dei pii giudei religiosi era quella di amare i propri simili nella pietà e nella religione e di odiare tutti gli altri ( cioè i diversamente religiosi ) considerandoli nemici di Dio ( infedeli) quindi anche propri nemici.

I cristiani infatti saranno perseguitati dai giudei come Paolo di Tarso, San Paolo. Per questo Matteo dice : vi fu detto .. odia il tu nemico , mettendo in evidenza che quella era la mentalità comune.



Gesù afferma "il comandamento" che riassume tutto l'AT ( il Mondo Antico) : la Regola d'Oro..

Mt 22, 34 Allora i farisei, avendo udito che egli aveva chiuso la bocca ai sadducei, si riunirono insieme 35e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: 36«Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».
sottinteso : della Legge ( di Mosè)
37 Gli rispose: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. 38Questo è il grande e primo comandamento. 39Il secondo poi è simile a quello:
Amerai il tuo prossimo come te stesso. 40Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».
"Legge e Profeti" è espressione che indicava la Bibbia ebraica, l'AT.



Mc12, 32Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all'infuori di lui; 33amarlo con tutto il cuore, con tutta l'intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici». 34Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio».



Qualcuno ha chiesto a Gesù : chi è il mio prossimo ?

Lc 10, 25Ed ecco, un dottore della Legge si alzò per metterlo alla prova e chiese: «Maestro, che cosa devo fare per ereditare la vita eterna?». 26Gesù gli disse: «Che cosa sta scritto nella Legge? Come leggi?». 27Costui rispose: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente, e il tuo prossimo come te stesso».28Gli disse: «Hai risposto bene; fa' questo e vivrai».
Ironia : tutta la storia di Israele dimostra che l'uomo non è capace di farlo ,
ci vuolo l'Uomo, colui che è nato dallo Spirito.

29Ma quello, volendo giustificarsi, disse a Gesù: «
E chi è mio prossimo?».

La Regola d'oro In quei tempi nel giudaismo la questione era dibattuta. C 'erano diverse posizioni, ma tutte restringevano il prossimo agli appartenenti alla stessa religione giudaica: più comunemente il prossimo era l'israelita che veniva chiamato " fratello", i farisei consideravano il loro prossimo solo i farisei mentre la comunità di Qumran affermava esplicitamente nella sua Regola : ( [1Qs]1,9-11 ) "bisogna amare tutti i " figli della luce" cioè gli appartenenti alla comunità e odiare tutti i figli della tenebra, cioè tutti gli altri.

Ma secondo Gesù la Torah divina nell'At andava letta come Regola d'Oro e la sentenza di Hillel viene da Lui riformulata in :

Mt 7,12 Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti .
( cioè l'AT , Legge del Mondo Antico, dell' uomo).


Dio aveva rivelato ad Israele l' esigenza di amare tutte le persone
( nel testo : gli uomini , generico ) e non solo coloro che appartengono alla propria religione e sono considerate come prossimo.

Il prossimo è - per ogno uomo- l'umanità intera.
In altre parole tutta la parte di Legge Morale Naturale rivelata nell'AT ad Israele e conosciuta dalla ragione da tutti i popoli ( cf. Lettera ai Romani) poteva essere riassunta nella Regola d'oro. Visto il fallimento di Israele nella sua storia di infedeltà alla Regola d'argento ( Hillel) ...

Mt 23,23 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima sulla menta, sull'anéto e sul cumìno,
e trasgredite le prescrizioni più gravi della Legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste invece erano le cose da fare, senza tralasciare quelle.

... poteva Israele essere fedele alla Regola d'oro , più impegnativa ? Secondo Gesù proprio quella è la Regola annunciata nell'AT!

Chi è il prossimo secondo Gesù?


Gesù ha rivelato con le sue opere che Dio non guarda all'uomo per la sua appartenenza sociale o religiosa , per le sue qualità, le sue opere o per i suoi meriti ma per i suoi bisogni vitali.

Nella parabola del Samaritano Gesù vede le cose dal punto di vista dell'uomo ( un uomo, uno qualunque, nel testo) che sitrova nel bisogno. Ogni bisogno vitale è bisogno di essere riconosciuto prossimo, fratello ed essere amato . L'uomo nel bisogno guarda la storia e si domanda: chi è il mio prossimo, colui che si occupa di me, che mi ama?

Gesù mostra un Samaritano, un eretico, un disprezzato dai giudei come modello che agisce secondo la Regola d'oro. Quel samaritano ama un giudeo, uno che appartiene a coloro che si dichiarano suoi nemici , guarda al suo bisogno , non alla sua appartenenza religiosa o sociale, o ai suoi meriti.


Una tale teologia può essere intravista nel testo :

Pro 25,21 Se il tuo nemico ha fame, dagli pane da mangiare, se ha sete, dagli acqua da bere,

Religione ed etica nel mondo antico
Certamente il regno di Israele sarebbe stato un mondo migliore , veramente umano , se tutti avessero vissuto la pienezza della Legge di reciprocità dell'amore. Il Dio di Israele ha guidato il suo popolo con la sua Torah , le sue promesse salvifiche ( di compimento ) annunciate dai suoi profeti, e con le sue benedizioni affinchè fosse un regno di vera umanità fondata sull'amore reciproco e lo annunciasse-offrisse a tutti i popoli.

La storia è sempre stata aperta alla comunione di vita con Dio in vista di un mondo realmente umano e definitivo. In relazione con Dio ( alleanza ) sotto la sua guida ( Torah e profeti) e benedizione ( l'effusione del suo sacro, il suo Spirito) Israele poteva diventare il regno di Dio in cui l'umanità poteva raggiungere la felicità piena e definitiva.

Ma la storia ha dimostrato che questo non è stato possibile nel Mondo Antico.

Quale buona novità porta nella storia il Mondo Nuovo, il Regno di Dio?

Il di più del Mondo Nuovo, l'Uomo e la sua legge naturale
Ciò che i profeti Geremia ed Ezechiele, dopo l'esilio a Babilonia avevano annunciato perchè Israele potesse essere fedele al "Comadamento" era una Alleanza Nuova fondata non più sull'obbedienza ad una legge esterna ( la Regola della reciprocità) , ma ad uno Spirito interno, lo stesso Spirito di Dio.


Ger 31,31 «Ecco verranno giorni - dice il Signore - nei quali con la casa di Israele e con la casa di Giuda io concluderò una alleanza nuova. 32 Non come l'alleanza che ho conclusa con i loro padri, quando li presi per mano per farli uscire dal paese d'Egitto, una alleanza che essi hanno violato, benché io fossi loro Signore. Parola del Signore. 33 Questa sarà l'alleanza che io concluderò con la casa di Israele dopo quei giorni, dice il Signore: Porrò la mia legge nel loro animo, la scriverò sul loro cuore. Allora io sarò il loro Dio ed essi il mio popolo. 34 Non dovranno più istruirsi gli uni gli altri, dicendo: Riconoscete il Signore, perché tutti mi conosceranno, dal più piccolo al più grande, dice il Signore; poiché io perdonerò la loro iniquità e non mi ricorderò più del loro peccato».

In questa alleanza nuova Dio avrebbe trasformato il cuore ( la coscienza) del suo popolo infondendo nella persona il Suo stesso Spirito in modo che diventasse parte costitutiva della sua natura. Un uomo nuovo trasformato nella natura, nel suo centro animatore, una natura umana nuova, l'Uomo. In questa nuova natura la persona si sarebbe ritrovata riconciliata con Dio ( perdonati e dimenticati i peccati ) , liberata dalla schiavitù del peccato e introdotta in una relazione nuova con Dio, quella della comunione di Spirito, che le avrebbe permesso di conoscerLo e seguirLo.

Gesù ha stabilito in se stesso, nel suo sangue ( che contiene il suo Spirito e lo sprigiona ) la Nuova Alleanza. L'uomo riceve da Gesù lo Spirito e rinasce Uomo, generato da questo Spirito. Gesù darà per il Mondo Nuovo, il mondo dell'Uomo, un "Comandamento" nuovo:

Gv 13,34 Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Il modello dell'Uomo ( il cristiano, l'Umanità Nuova) non è più un modello etico , la Regola di reciprocità, la Regola d'oro dell'AT , ma è Gesù stesso, una persona umanodivina, Lui che Ama tutti con lo Spirito//Carità!
Gesù non nega la Regola di reciprocità che orienta l'uomo del mondo antico, precristiano, ma procede nella sua attività di Verbo Creatore verso il compimento della sua creazione - ricapitolata nell'uomo- donandogli lo Spirito che lo fa Uomo.

Mt 5,17 Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti;
Gesù non abolisce abolire l'AT , chiarisce che è per l'uomo del Mondo Antico, non cristiano
non sono venuto ad abolire,
Gesù non ablisce le promesse divine contenute ne''At, nè "il Comandamento "
ma a dare pieno compimento.
ma a dare pieno compimento a quello che l'At promette, il regno di Dio. Gesù compie l'At icreando l'uomo come Uomo e dandogli il " Comandamento" nuovo per la sua nuova natura. La Carità.

l'Uomo è di Natura Nuova e " una nuova natura ha una nuova legge di natura".L'Uomo dotato di Spirito//Vita//Carità è chiamato dalla sua nuova natura ad assomigliare a Gesù ( come Io ho amato voi ) e al Padre ( comportarsi come suoi Figli adottivi , assomigliargli ) cioè amare con Spirito//Carità.

Questa è la Nuova Legge-comandamento data da Gesù non come una Legge esterna all'uomo, ma come legge propria del suo essere UOMO.

La regola d'argento stabilisce la reciprocità dell'amore, la regola d'oro la interpreta in senso universalista , ora lo Spirito non nega quelle regole e non ne genera di Nuove , ma genera l'Uomo . In Lui è naturale la Vita di fede e speranza in Dio come Vita di Carità che supera ogni Legge//Regola esterna.


Mt 5,20 Io vi dico infatti: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei,
la Regola della reciprocità
non entrerete nel regno dei cieli.
non sarete Umanità nuova del Mondo Nuovo. L'espressione regno dei cieli sta per regno di Dio, non indica un mondo dell'aldilà.

La Carità è la Vita//Spirito di Dio stesso, non appartiene alla natura umana, all'uomo: essa è amore di natura divina , la natura stessa di Dio che si esprime attraverso la natura umana, per portarla a perfezione, cioè a compimento definitivo, l'Uomo . 1Gv 4,8 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.
1Gv 4,16 E noi abbiamo conosciuto e creduto l'amore che Dio ha in noi.
Dio è amore; chi rimane nell'amore rimane in Dio e Dio rimane in lui.

L'amore, nel Mondo Nuovo è " di più" di quello richiesto dall'etica della reciprocità ( rivelata nell'AT) : è la Carità che include e supera ogni etica esterna perchè è una Vita Nuova che sgorga dallo spirito umano tempio dello Spirito divino.
Rm 7,6 Ora ..., morti a ciò che ci teneva prigionieri,
la Legge
siamo stati liberati dalla Legge per servire [Dio] secondo lo Spirito, che è nuovo, e non secondo la lettera,
la Legge scritta, la Torah, l'AT
che è antiquata.


E' Vita Nuova, mentalità Nuova. Appartenere al Nuovo Mondo, ( al Regno di Dio) richiede un cambiamento di mentalità, una adesione interiore e piena alla mentalità di Dio e di Gesù. Coc. Vatic.II Ad Gentes. N°8
"..la Chiesa, per il fatto stesso che annuncia loro il Cristo,
rivela agli uomini in maniera genuina la verità intorno alla loro condizione e alla loro vocazione integrale, poiché è Cristo il principio e il modello dell'umanità nuova, cioè di quell'umanità permeata di amore fraterno, di sincerità, di spirito di pace, che tutti vivamente desiderano. Cristo e la Chiesa, che a lui con la sua predicazione evangelica rende testimonianza, superano i particolarismi di razza e di nazionalità, sicché a nessuno e in nessun luogo possono apparire estranei. Il Cristo è la verità e la via, che la predicazione evangelica a tutti svela, facendo loro intendere le parole da lui stesso pronunciate: “Convertitevi e credete al Vangelo” (Mc 1,15). E poiché chi non crede è già condannato (cfr. Gv 3,18), è evidente che le parole di Cristo sono insieme parole di condanna e di grazia, di morte e di vita. Soltanto facendo morire ciò che è vecchio possiamo pervenire al rinnovamento della vita "

Nessun uomo è fuori dalla possibilità di ricevere lo Spirito .
La giustizia nella bibbia è l'adesione alle esigenze dell'alleanza con Dio

1Gv 2,29 Se sapete che Egli è giusto, sappiate anche che
chiunque opera la giustizia, è stato generato da Lui.

Chiunque

1Gv 4,7 Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio:
chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio.

Chiunque

Rm 8,14 Infatti
tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, questi sono figli di Dio.

Nessun uomo è fuori dall'orizzonte della Carità, dello Spirito che " abita" e " muove" Dio, Gesù, ed i cristiani che lo accolgono .


top






MONDO ANTICO E MONDO NUOVO
Pag.  2
1     2     3     4     5     6

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY