Piccolo Corso Biblico

LA LEGGE DELLO SPIRITO

La LEGGE DEL PECCATO
Pag.  4
1     2     3     4     5     6


Le due " vie" . Il "malignoTutte le ispirazioni umane sono carne//umanità e non attingono al divino; solo le ispirazioni divine sono Spirito//Verità//Vita.

VIDEO
Mc 1,23 Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro
e cominciò a gridare,



Gli spiriti che possiedono gli uomini sono le ispirazioni umane, le ideologie che forniscono all'uomo un progetto di uomo compiuto. Possiedono l'uomo nel senso che lo ispirano ad agire secondo un modello di uomo compiuto - cui dànno fede- che è diverso da quello di Dio, cioè diverso da Gesù.

Questa fede nelle ideologie impedisce loro di accogliere Gesù e compiersi nella Verità del loro essere. Le ispirazioni//ideologie umane sono tutte contrarie a Gesù, all'Uomo : la Parola di Gesù - lo Spirito divino- che è Verità e Vita - le vince//esorcizza//caccia fuori dalla coscienza , rendendo l'uomo libero di autorientarsi secondo Verità e compiersi in pienezza definitiva.

Mc 1,26
E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte,
la liberazione operata dallo Spirito non è un atto di magìa, un processo indolore
uscì da lui.

se c'è fede nello Spirito, è sempre efficace

Mt 12,28 Ma, se io scaccio i demòni per mezzo dello Spirito di Dio, allora è giunto a voi il regno di Dio.

La liberazione dalle ideologie per opera della Parola di Verità è il primo segno dell'avvento del Mondo Nuovo. Si tratta di un segno visibile. Questo è il primo aspetto della salvezza cristiana : la Parola purifica dalle ideologie-dèmoni ( il maligno) che imprigionano l'uomo nella menzogna e lo fanno fallire.

Conc.Vat.II Ad Gentes
13.
Ovunque Dio apre una porta della parola per parlare del mistero del Cristo (cfr. Col 4,3), ivi a tutti gli uomini (cfr. Mc 16,15), con franchezza e con perseveranza deve essere annunziato (cfr. 1 Cor 9,15; Rm 10,14) il Dio vivente e colui che egli ha inviato per la salvezza di tutti, Gesù Cristo. Solo così i non cristiani, a cui aprirà il cuore lo Spirito Santo (cfr. At 16,14), crederanno e liberamente si convertiranno al Signore, e sinceramente aderiranno a colui che, essendo “ la via, la verità e la vita” (Gv 14,6), risponde a tutte le attese del loro spirito, anzi le supera infinitamente. Una tale conversione va certo intesa come un inizio: eppure è sufficiente perché l'uomo avverta che, staccato dal peccato, viene introdotto nel mistero dell'amore di Dio, che lo chiama a stringere nel Cristo una relazione personale con lui.

La Parola di Gesù dona all'uomo lo Spirito che lo rende libero di autodeterminarsi secondo lo stesso Spirito Creatore.

Gv 18,37 Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo:per dare testimonianza alla Verità. Chiunque è dalla Verità,ascolta la mia voce».

Alcune ideologie e contengono parti di Verità, ma qui vale l'analogia della mela: basta un piccolo verme ( una menzogna) per farla marcire tutta , per decrearla!

Gv 14,6 «Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Nessuno
viene al Padre
come Uomo Compiuto e Figlio
se non
per mezzo di me.

"Io" e " nessuno" indicano l'assenza di ogni possibile alternativa a Gesù.


Gv 6,63 È lo Spirito che dà la Vita, la carne non giova a nulla;
le parole che io vi ho detto sono Spirito e sono Vita.

Gesù non testimonia la Verità come una nuova filosofia o teologia (sulla creazione, sull'uomo, sulla storia, su Dio , etc.) , una dottrina che sia un'arma per combattere le ideologie-spiriti che possiedono gli uomini : è la Sua Parola-che è Spirito ed è Vita cioè Spirito Vivente che dà Vita divina ed esorcizza tutti gli altri spiriti dal cuore dell'uomo.

Eb 9,14 il sangue di Cristo - il quale, mosso dallo Spirito eterno,
offrì se stesso senza macchia a Dio
-
purificherà la nostra coscienza dalle opere di morte,
perché
serviamo al Dio vivente ».
Gv 15,3 Voi siete già puri ( puliti) , a causa della Parola che vi ho annunciato.

Ritenere che le parole di Gesù siano un dèmone impuro ( uno spirito-ideologia avversa a Dio) è la bestemmia totale che impedisce all'uomo di accogliere la Parola, quindi di riceverne lo Spirito e compiersi come Uomo ( cioè gli impedisce di essere salvato).

Mc 3,30 Poiché [ di Gesù ] dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro».
Impuro perchè non aderente alla loro tradizione religiosa.
Mc 2,8 E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate queste cose nel vostro cuore?
Mc 3,29
chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo
Gesù agisce secondo lo Spirito del Padre, i giudei secondo uno spirito opposto: essi infatti dicevano che le Parole di Gesù erano espressione di un dèmone//spirito impuro, indegno di Dio. Così dicendo chiamavano impuro lo stesso Spirito di Dio.
non sarà perdonato in eterno: // è reo di colpa eterna».
cioè rifiuterà lo Spirito e fallirà il proprio essere.

Solo la Parola di Gesù che è Spirito//Vita può continuamente purificare la coscienza .

Il Regno- signorìa dello Spirito La Nuova Alleanza

Ogni essere creato, angelo, uomo, animale, pianta, minerale ha una sua propria "legge di natura" che che lo orienta ad evitare il male e fare il proprio bene . Orientato da questa legge ogni creatura realizza il proprio essere in modo pieno, compiuto.

Gli esseri dotati di libero arbitrio, cioè di coscienza autocoscienza intelletto ragione e volontà ( come uomini e "angeli" ) possono deviare da questa legge della propria natura e cercare la propria realizzazione (o perfezione o compimento ) secondo modalità contrarie ad essa.

Rm 7,21 Dunque io trovo in me questa legge: quando voglio fare il bene, il male è accanto a me.

La legge del peccato

Insieme alla propria Legge Morale Naturale che lo "spinge" al bene , l'essere umano sperimenta in sè una Legge del peccato che lo "spinge" al male. Legge -qui- ha significato di qualcosa di costrittivo cui l'essere umano non è in grado di sottrarsi.

22Infatti
nel mio intimo
[ la coscienza ]
acconsento alla legge di Dio
, 23ma nelle mie membra vedo un'altra legge,

"nelle mie membra : nella natura umana che è ricapitolazione della creazione agisce una Legge del Peccato.

L'uomo sperimenta di essere " abitato" dalla legge del peccato , cioè da un orientamento al male sostenuto da un desiderio smodato ( concupiscenza  ) che agisce come una legge interiore che - nonostante il suo libero arbitrio- lo "spinge" a peccare. Fino a corromperlo .

Rm 7, 18 Io so infatti che in me, cioè nella mia carne, non abita il bene: in me c'è il desiderio del bene
ma non la capacità di attuarlo;
19 infatti io non compio il bene che voglio, ma il male che non voglio16 Ora, se faccio quello che non voglio, ... [ significa che ] non sono più io a farlo, ma il peccato che abita in me

Il peccato è la non-Umanità, la umanità-animalità. Da qui il grido :

24 Me infelice! Chi mi libererà da questo corpo di morte ?...

La Legge del Peccato abita la natura/carne/corporeità umana e se prevale porta l'uomo al fallimento definitivo dell'essere ( la seconda morte ) perchè lo corrompe fino ad un punto di nonritorno.

La legge del più forte

La Legge del regno animale è la Legge del più forte e questa genera la violenza. La storia del Mondo Antico è la storia in cui domina la bestialità, la legge del più forte. L' animale agisce per istinto , agisce in base a ciò che sente ed a ciò di cui ha intelligenza , agisce in modo compulsivo sulla base del sentire e della intelligenza che ha dell'ambiente che lo circonda, agisce in base alla propria convenienza.

L'animale è dominato//posseduto dall'istinto alla propria convenienza, questo è il suo " dèmone" , la Legge del più forte. Quando nel comportamento umano l'animalità prevale sull'umanità, allora l'animalità lo domina , e l'uomo agisce con bestialità.

Quando l'uomo -che ricapitola l'animale in sè stesso -vi si ispira per agire, quando applica la Legge del più forte, si decrea a bestia. La legge del più forte , che è la violenza, razionalmente applicata dall'uomo nella storia raggiunge una bestialità che non si osserva neppure nel regno animale. Questo è ciò che nelle scritture cristiane è l'aspetto del mondo chiamato maligno o demoniaco.

(Testo CEI2008)
Mt 5,37 Sia invece il vostro parlare: «Sì, sì», «No, no»;
il di più viene dal Maligno.
Mt 13,19 Ogni volta che uno ascolta la parola del Regno e non la comprende, viene il Maligno e ruba ciò che è stato seminato nel suo cuore: questo è il seme seminato lungo la strada.
Mt 13,38 Il campo è il mondo e il seme buono sono i figli del Regno.
La zizzania sono i figli del Maligno
Gv 17,15 Non prego che tu li tolga dal mondo, ma
che tu li custodisca dal Maligno.
Ef 6,16 Afferrate sempre
lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutte le frecce infuocate del Maligno;
2Ts 3,3 Ma il Signore è fedele: egli vi confermerà e
vi custodirà dal Maligno.
1Gv 2,13 Scrivo a voi, padri, perché avete conosciuto colui che è da principio. Scrivo a voi, giovani, perché
avete vinto il Maligno. //1Gv 2,14 1
Gv 3,12 Non come Caino, che
era dal Maligno e uccise suo fratello. E per quale motivo l'uccise? Perché le sue opere erano malvagie, mentre quelle di suo fratello erano giuste
. 1Gv 5,18 Sappiamo che chiunque è stato generato da Dio non pecca:
chi è stato generato da Dio preserva se stesso e il Maligno non lo tocca.
1Gv 5,19 Noi sappiamo che siamo da Dio, mentre
tutto il mondo sta in potere del Maligno.

Nella storia, nel mondo antico , gli uomini bestiali , centrati su se stessi , sulla loro convenienza sul proprio vantaggio , praticano la legge del più forte , tendono a dominare e sopraffare gli altri, usano violenza.

Quando la bestialità conquista il governo di nazioni e imperi allora nel mondo il male dilaga e la bestialità domina la storia ( Hitler, etc) L'uomo ha intelletto, ragione, volontà, autocoscienza e può autodeterminarsi , aldilà di ciò che " sente" o dell'intelligenza che ha della situazione che sta vivendo".

Gli uomini possono agire contro la propria convenienza , biologica , economica etc. , per il bene altrui o per un bene comune. Fanno ragionamenti e si danno liberamente delle regole di comportamento che tendono ad esprimere in pienezza la loro " umanità" . Il libro del Genesi riflette sul dato storico della violenza umana e riferisce della Legge che universalmente poneva un limite alla violenza : la legge del taglione .

Essa conteneva in se stessa l'idea di reciprocità, ma sempre giustificava la violenza umana. Solo la coscienza dell'etica della reciprocità si manifesta nella storia come superamento dell'animalità, della legge del più forte, come "umanizzazione" della storia . E questo è attestato in tutti i popoli.

Rm 2, 14Quando i pagani, che non hanno la Legge , per natura agiscono secondo la Legge,
essi, pur non avendo Legge, sono legge a se stessi. 15Essi dimostrano che
quanto la Legge esige è scritto nei loro cuori, come risulta dalla testimonianza della loro coscienza e dai loro stessi ragionamenti, che ora li accusano ora li difendono.

Se ogni uomo crescesse in umanità secondo la Regola d'oro i popoli raggiungerebbero la pienezza di vita //la pace vera, la felicità , ma la storia dimostra che -di fatto e universalmente- ciò non è mai avvenuto .

La corruzione
“quando una persona vive nel suo ambiente chiuso, respira quell’aria propria dei suoi beni, della sua soddisfazione, della vanità, di sentirsi sicuro e si fida soltanto di se stesso, perde l’orientamento, perde la bussola e non sa dove sono i limiti”. È quanto accaduto al ricco di cui parla il Vangelo scritto da San Luca. Egli era indifferente allo stato di degrado in cui versava il povero Lazzaro. “Lui sapeva chi era quel povero: lo sapeva – afferma Francesco -. Perché poi, quando parla con il padre Abramo, dice: ‘Ma inviami Lazzaro’: ah, sapeva anche come si chiamava! Ma non gli importava. Era un uomo peccatore? Sì. Dal peccato si può andare indietro: si chiede perdono e il Signore perdona ( sempre) . Questo (ricco, invece) , il cuore lo ha portato su una strada di morte a tal punto che non si può tornare indietro”.Questo punto viene identificato ... con il momento in cui “il peccato si trasforma in corruzione”. L’uomo ricco ...non era un peccatore, era un corrotto, perché sapeva delle tante miserie, ma lui era felice lì e non gli importava niente”.  

(Papa Francesco a S.Marta source: zenit.org 16-03-2017 )


Israele di quell'epoca non ha riconosciuto il Figlio del suo Dio e lo ha ucciso per mantenere le proprie convenienze

Purificazione //Liberazione
Paolo ha scoperto la natura del peccato ma anche la salvezza operata da Gesù :

Rm 7, 25 Siano rese grazie a Dio per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore!

Gesù ha rivelato nelle sue opere che solo lo Spirito può liberare l'uomo dal dominio della animalità per farlo Uomo e farlo crescere verso il compimento della sua Umanità.

Ap 16,1 Udii poi una gran voce dal tempio che diceva ai sette angeli: «Andate e versate sulla terra le sette coppe dell'ira di Dio».

Dio non è fatto di "ira" , è un antropomorfismo che mette l'uomo di fronte al suo peccato . Versare 'l'Ira divina sul mondo significa versarela sua Misericordia che purifica il mondo dalla corruzione.

E' l'intervento di Dio che libera il mondo/creazione dalla corruzione che lo decrea. E' la purificazione dal demoniaco, l' esorcismo-espiazione del male in vista del compimento dell'Uomo.

E' la Potenza divina la Carità divina, lo Spirito divino versato nell'Uomo che lo purifica dalla schiavitù della legge del peccato e dalla corruzione ; così lo può portare a compimento, alla pienezza di Vita definitiva.

La Parola/Spirito seminata nell'uomo può diventare Umanità vissuta in virtù della Forza e della Vita che viene dalla natura divina di Gesù donata nella comunione eucaristica.

La Forza//Vita della natura nuova partecipata da Gesù, rendono attuabile l' Umanità vissuta, la Carità per le beatitudini che compiono l' Uomo , perchè rendono possibile per lui vincere la Legge del peccato. L'esistenza nello Spirito è un cammino che è paragonabile ad una corsa verso la resurrezione e la Vita definitiva.

Un cammino di Carità.

1Gv 4 17 l'amore ha raggiunto tra noi la sua perfezione:
( la Carità che viviamo)
perciò che abbiamo fiducia nel giorno del giudizio, perché come è lui
 
(perfetto, simile al Padre)
, così siamo anche noi,

( perfetti nella carità, simili a Lui )
in questo mondo . 18Nell'amore non c'è timore, al contrario l'amore perfetto scaccia il timore,
perchè il timore suppone un castigo
questo è il sentire religioso,
e
chi teme non è perfetto nell'amore.
non si fa muovere dallo Spirito - Carità
Fil3,15Tutti noi, che siamo perfetti,
cioè abbiamo in noi la perfezione dello Spirito, la somiglianza al Padre e a Gesù
dobbiamo avere questi sentimenti; se in qualche cosa pensate diversamente,
Dio [// lo Spirito] vi illuminerà  anche su questo. 16  Intanto, dal punto a cui siamo arrivati, insieme procediamo

L'Uomo Pneumatico
La Parola crea l'Uomo perchè è Verbo divino//Vita creatricee .

Gv 3,5 «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua // e Spirito,
non può entrare nel regno di Dio.

Mt 3,11 egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco.
At 1,8 riceverete
la forza dallo Spirito
Gv 14,17 lo
Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi.
Gv 14,26 Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui
vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.
Gv 15,26 Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre,
lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me;
Gv 16,13 Quando verrà lui,
lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.
Gv 7,39 Questo egli disse dello Spirito che avrebbero ricevuto i credenti in lui: infatti non vi era ancora lo Spirito, perché Gesù non era ancora stato glorificato.
Mt 27,50 Gesù di nuovo gridò a gran voce
ed emise lo Spirito.
Gv 20,22 soffiò e disse loro:
«Ricevete lo Spirito Santo.
Mt 28,19 Andate dunque e
fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo,
At 8,17
Allora imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo.
Gv 3,6 Quello che è nato dalla carne è carne,e quello che è nato dallo Spirito è Spirito
Gv 4,24 Dio è Spirito, e quelli che lo adorano devono adorare in Spirito e Verità

L'Uomo Nuovo, ha la sua Nuova Legge di Natura : la Legge dello Spirito. L'Uomo, che possiede lo Spirito (pneuma=spirito da cui uomo pneumatico) è Nuovo perchè ha una Nuova Natura che partecipa di quella divina di Gesù , quindi ha una Nuova Legge di Natura , quella dello Spirito.

Gal 5, 16 Vi dico dunque: camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare i desideri della carne;
la legge del peccato
17 la carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste. 1 8 Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete più sotto la legge.

La Legge dello Spirito agisce nell'uomo come una Nuova Legge Naturale che supera la Legge Naturale della carne . Gesù , con la sua persona , parole ed opere, rivela nella sua esistenza terrena come lo Spirito agisca nel credente per portare la sua "umanità" a perfezione di Uomo Compiuto e Definitivo.

Egli ricapitola in se stesso tutta la creazione e partecipa pienamente del mondo creatore , è la primizia dell'Uomo definitivo, l'Uomo compiuto nella perfezione della sua umanità , che supera la morte.

Gesù è stato tentato tutta la vita ad usare i suoi poteri per dominare gli altri ( l'animalità) ma non si è mai piegato a questa tentazione : ha esercitato una signoria piena su se stesso.

Solo lo Spirito può essere- nell'uomo- Signore di tutta la creazione che egli ricapitola in sè. In Gesù tutto, anche l' animale , è al servizio dello Spirito.


Lo Spirito- Nuova Vita - ispira il cristiano , agisce in modo da renderlo conforme a Gesù , Uomo, compiuto e definitivo, perfetto.

1Cor 6,17 chi si unisce al Signore forma con lui un solo spirito.
Gv 17,23 Io in loro e tu in me, perchè siano perfetti nell'unità e il mondo conosca che tu mi hai mandato e che li hai amati come hai amato me.
Ef 2,18 Per mezzo di lui infatti possiamo presentarci, gli uni e gli altri, al Padrein un solo Spirito.
Ef 4,4
Un solo corpo e un solo spirito, come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati, quella della vostra vocazione;
Fil 1,27
state saldi in un solo spirito e che combattete unanimi per la fede del Vangelo,

La chiesa prolunga la presenza storica e salvifica di Gesù offrendo al mondo il dono che ha ricevuto : l'esistenza ispirata , mossa dal Suo Spirito che compie l'essere umano nella perfezione definitiva.

Questa Novità, il Vangelo di Gesù, richiede una accoglienza , una conversione ad essa come cambiamento di mentalità: dalla mentalità di questo mondo ( ispirato/dominato dalle ideologie e dai lupi) alla mentalità di Gesù ( ispirato/governato dalla Vita, il mondo degli agnelli ) che guarda alla resurrezione nella Vita definitiva.

Fil3,3 I veri circoncisi siamo noi, che celebriamo il culto mossi dallo Spirito di Dio
e ci vantiamo in Cristo Gesù
senza porre fiducia nella carne
[cioè nella religione giudaica in quanto opera dalla carne cioè dell'uomo]
Fil 3, 12Non ho certo raggiunto la mèta, non sono arrivato alla perfezione; ma mi sforzo di correre per conquistarla, perchè anch'io sono stato conquistato da Cristo Gesù. 13Fratelli, io non ritengo ancora di averla conquistata. So soltanto questo: dimenticando ciò che mi sta alle spalle
[ la religione- Legge]
e
proteso verso ciò che mi sta di fronte,
[ l'Uomo Compiuto]
14corro verso la mèta, al premio che Dio ci chiama a ricevere lassù, in Cristo Gesù
[la resurrezione come Uomo definitivo ].

La libertà è responsabilità
Il cristiano, Uomo Nuovo che cammina verso il suo compimento definitivo nella resurrezione, è responsabile del compimento di tutta la creazione che ricapitola in se stesso .

Rm 8,21 che anche la stessa creazione sarà liberata dalla schiavitù della corruzione ... per entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio.

Così come è corresponsabile del cammino di compimento dei fratelli nella comunità della carità per le beatitudini. La Vita nuova mossa interiormente da una natura nuova , divina, dono gratuito di Gesù , non è un dinamismo automatico : lo Spirito di Gesù è dato nel modo di una alleanza.

La Nuova Alleanza - ... stipulata con il Padre e garantita dal sangue //Vita//Spirito di Gesù nell'Uomo- è una analogia che ricorda ai cristiani che la Vita//Spirito possono perderla, rinnegandola ( peccato mortale nella dottrina della Chiesa ). Per compiersi come Uomo Definitivo è necessario vivere nella pienezza di ispirazione dello Spirito .

I cristiani sono persone sottratte al potere del peccato ( una legge interiore all'uomo che lo fa ribelle allo Spirito) , sono riscattati dalla schiavitù del maligno (l'animalità che decrea l'uomo ). Sono sono "morti al peccato", ma il peccato, il maligno, non è morto, agisce ancora nella storia attraverso l'azione del Mondo Antico.



Chi appartiene al Mondo Nuovo, al Regno di Dio nella storia , la Vita di Carità , non è ancora definitivamente immune dal peccato . Il potere del peccato consiste in uno spirito contrario allo Spirito di Gesù , lo "spirito dell'anticristo".

2Cor 3,17 Il Signore è lo Spirito
1Gv 4,3 ogni spirito che non riconosce Gesù [ lo Spirito ], non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo.
e agisce disumanizzando il mondo.
1Gv 2,22L'anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio.
2Gv 1,7 Sono apparsi infatti nel mondo molti seduttori, che non riconoscono Gesù venuto nella carne.
Ecco il seduttore e l'anticristo!

L'anticristo non è un misterioso personaggio ma è ogni uomo che rifiuta Gesù e si decrea a bestia che combatte la Nuova Umanità perfetta nella Carità, la Chiesa, e seduce anche i cristiani a fare altrettanto.

Mt 15,18 ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore. Questo rende impuro l'uomo.
inadatto alla comunione di Vita con Dio.
Mt 15,19 Dal cuore, infatti, provengono propositi malvagi, omicidi, adultèri, impurità, furti, false testimonianze, calunnie.
Mc 7,21 Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male:
impurità, furti, omicidi, ...

Lc 6,45 L'uomo buono dal buon tesoro del suo cuore trae fuori il bene; l'uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori il male
Mt 12,34 , come potete dire cose buone, voi che siete cattivi? La bocca infatti esprime ciò che dal cuore sovrabbonda.

Lo spirito del peccato, il maligno, agisce sul cuore, dal centro decisionale ed emotivo della persona, la coscienza, come uno spirito che suggestiona la coscienza a degradare la persona da Uomo in uomo o anche in bestia.

I cristiani sono ancora sotto la minaccia del maligno il quale può, attraverso la suggestione della concupiscenza , agire come uno spirito anticristico e introdurre di nuovo nella persona il potere del peccato.

Gal 5, 16 Vi dico dunque: camminate secondo lo Spirito

La salvezza dalle insidie del peccato è la Vita nello Spirito.

1Gv 3,6 Chiunque rimane in lui non pecca; chiunque pecca non l'ha visto né l'ha conosciuto.
1Gv 1, 5Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che noi vi annunciamo: Dio è luce e in lui non c'è tenebra alcuna. 6Se diciamo di essere in comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, siamo bugiardi e non mettiamo in pratica la verità. 7Ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, siamo in comunione gli uni con gli altri,
in comunione di Spirito con Gesù, con il Padre e tra noi
e il sangue di Gesù, il Figlio suo, ci purifica da ogni peccato.
1Gv 5,18 Sappiamo che chiunque è stato generato da Dio non pecca: chi è stato generato da Dio preserva se stesso e il Maligno non lo tocca.

1Cor 6,17 chi si unisce al Signore forma con lui un solo Spirito. 1Cor 12,13 Infatti noi tutti siamo stati battezzati mediante un solo Spirito in un solo corpo. Ef 4,4 Un solo corpo e un solo spirito, come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati. Fil 1,27 state saldi in un solo spirito

La comunione di Spirito con Gesù "purifica da ogni peccato" ; chi " rimane in Lui" Lui "lo preserva // e il maligno non lo tocca".


8Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi. 9
Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto tanto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità.
10Se diciamo di non avere peccato, facciamo di lui un bugiardo e la sua parola non è in noi.

MONDO ANTICO : LA LEGGE MORALE NATURALE
MONDO NUOVO: LA LEGGE DELLO SPIRITO

IL PECCATO DELL' uomo: LA TRASGRESSIONE DELLA LEGGE MORALE NATURALE // LA REGOLA D'ORO

IL PECCATO DELL' UOMO : PRENDERE INVECE DI DARE





top




La LEGGE DEL PECCATO
Pag.  4
1   2   3   4   5   6   

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY