Piccolo Corso Biblico

IL CAMMINO DEL DISCEPOLO
 ( verso Gerusalemme // fino alla morte )
( Lc 9,43b-13,21 )
L'annuncio del "cammino " Lc 9, 43bMentre tutti erano ammirati di tutte le cose che faceva, disse ai suoi discepoli: 44«Mettetevi bene in mente queste parole : - Mettetevi bene in mente . Lett : mettetevi nelle vostre orecchie . ( cf, LXX Es17,14)

Luca inserisce qui il detto di Gesù perchè abiti la mente dei discepoli ( e del lettore ) : il discepolato è un CAMMINO percorso nella FEDE in Gesù , nelle sue Parole.

E le prime Parole di Gesù sono quelle che bisogna memorizzare perchè sono la chiave per comprendere tutto il CAMMINO

Lc 9, 44 il Figlio dell'uomo [ l' UOMO ]  sta per essere consegnato ( da Giuda) nelle mani degli uomini

A Gerusalemme " sarà consegnato nelle mani degli uomini" , dovrà soffrire molto ed essere ucciso : lì si concluderà la missione terrena di Gesù ed inizierà quella dei suoi dicepoli " inviati" (apostoli) .

Durante questo CAMMINOVERSO GERUSALEMME , ( nel vangelo di Luca ) Gesù istruisce i suoi discepoli.



Lc 9, 45Essi però non capivano queste parole: restavano per loro così misteriose che non ne coglievano il senso, Essi però non capivano queste parole. - Come mai ?.
restavano per loro così misteriose che -
Lett : erano per loro velate . Da chi?
che - ( ἵνα) poichè e/o affinchè
non ne coglievano il senso- non potessero comprenderle.

I fatti che avverranno a Gerusalemme sono - per ora- indecifrabili ( velati ) poichè Dio agisce nel mistero (affinchè ) gli uomini siano incapaci - per ora- di comprenderli .

(Luca : ) Gesù ne rivelerà il significato quando sarà risorto .
Lc 24, 25Disse loro: «Stolti e lenti di cuore a credere in tutto ciò che hanno detto i profeti! 26Non bisognava che il Cristo patisse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». 27E, cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui.

Lc 9, 45 e avevano timore di interrogarlo su questo argomento.e avevano timore di interrogarlo : la non-comprensione della profezia non genera in loro nessuna domanda , nessuna preoccupazione , neppure curiosità . Sono totalmente distanti , prigionieri della loro cultura religiosa .
Il CAMMINO con Gesù per compiersi come UOMINI dura tutta la vita ed è l'unico ed è necessario. top
I discepoli e la religione .Lamento funebre di Gesù sul giudaismo Mt 23,13 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti alla gente; di fatto non entrate voi, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrare. 15 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo prosèlito e, quando lo è divenuto, lo rendete degno della Geènna due volte più di voi. 16 Guai a voi, guide cieche, che dite: «Se uno giura per il tempio, non conta nulla; se invece uno giura per l'oro del tempio, resta obbligato». ..23 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima sulla menta, sull'anéto e sul cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della Legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste invece erano le cose da fare, senza tralasciare quelle. ..25 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto, ma all'interno sono pieni di avidità e d'intemperanza. ..27 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che assomigliate a sepolcri imbiancati: all'esterno appaiono belli, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni marciume. ..29 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che costruite le tombe dei profeti e adornate i sepolcri dei giusti,

Lc 11,42 Ma guai a voi, farisei, che pagate la decima sulla menta, sulla ruta e su tutte le erbe, e lasciate da parte la giustizia e l'amore di Dio. Queste invece erano le cose da fare, senza trascurare quelle. 43 Guai a voi, farisei, che amate i primi posti nelle sinagoghe e i saluti sulle piazze. 44 Guai a voi, perché siete come quei sepolcri che non si vedono e la gente vi passa sopra senza saperlo». Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi.
Lc 11, 52Guai a voi, dottori della Legge, che avete portato via la chiave della conoscenza ( di Dio) ; voi non siete entrati ( nella VITA ) , e a quelli che volevano entrare voi l'avete impedito».Guai : è la parola con cui nel giudaismo iniziava ogni lamento funebre. Gesù li avverte con questo incipit funebre.
Lc 12, 1 Intanto si erano radunate migliaia di persone, al punto che si calpestavano a vicenda, e Gesù cominciò a dire anzitutto ai suoi discepoli: Lc 12, 1 «   Guardatevi bene dal lievito  dei  ( che possiedono i)  farisei,  che è l'ipocrisia .Il lievito era considerato cosa utile ( per fare il pane ) ma impura : doveva essere meticolosamente eliminato dalla casa ad ogni Pasqua.
Le parole dei farisei - persone molto religiose- sono impure come il lievito , perciò attenti :  esaltano  ( lievitano)  il sentimento religioso ma inoculano menzogne . 2Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. 3Quindi ciò che avrete detto nelle tenebre sarà udito in piena luce, e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne sarà annunciato dalle terrazze. L'ipocrisia , il lievito della religione dell' osservanza  praticata dai giudei farisei  può contaminare i discepoli lievitando il loro sentimento religioso. In verità per i discepoli arriverà un momento - la persecuzione- in cui saranno chiamati a confessare in pubblico la loro fede ... e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne sarà annunciato dalle terrazze ..perchè a questo vi ho chiamati , sappiatelo.
Confessare la propria FEDE in Gesù in privato e nasconderla o rinnegarla in pubblico è  ipocrisia . L' ipocrisia è infettante e va combattuta con decisione.
Il sentimento religioso di impuritàLc 11, 37Mentre stava parlando, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli andò e si mise a tavola. 38Il fariseo vide e si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo. Il lavaggio delle mani nell'ebraismo è parte dei riti per la purificazione dell'esterno della persona ( purità rituale ).
Lc 11, 39Allora il Signore gli disse: «Voi farisei pulite l'esterno del bicchiere e del piatto, ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria. 40Stolti! Colui che ha fatto l'esterno non ha forse fatto anche l'interno? 41Date piuttosto in elemosina quello che c'è dentro, ed ecco, per voi tutto sarà puro. il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria. - La religione giudaica in quel tempo era l'unica ( insieme a quella dei samaritani) costruita intorno alla rivelazione divina ed era diventata - come istituzione- un sistema di menzogne e di i pocrisia.

interno ed esterno - L' "interno" dell'uomo è la coscienza ( nelle scritture è il " cuore" dell'uomo) in cui convergono conscio e inconscio. L' "esterno" dell'uomo sono le sue opere e queste rivelano sia il conscio ( le sue scelte perciò la sua FEDE) che l'inconscio ( la sua religiosità inculturata in una religione) .

RELIGIONE : sistema simbolico-culturale, etico-morale, dottrinale-rituale che è costruzione umana intorno alla rivelazione divina atto a soddisfare la domanda inconscia di Sacro, il bisogno religioso . Questo è costitutivo di ogni essere umano e attiene all' inconscio : tutte le religioni sono sistemi culturali orientati al soddisfacimento di questo bisogno .
FEDE : risposta consapevole di accoglienza della rivelazione divina con tutte le sue promesse ed esigenze .
La religione attiva e coltiva il senso religioso orientandolo alla rivelazione ( divina in questo caso) e questa sua funzione naturale-cuturale raggiunge il suo scopo quando  la coscienza comprende la rivelazione e può rispondere con la FEDE o rifiutarla .
Religione: sentimenti, sensazioni , bisogno iconscio. FEDE : scelte , risposta di vita ordinaria alla rivelazione . Fede e religione sono sempre inculturate e non sono mai totalmente separabili.

Se le opere dell'uomo ( esterno) sono in contraddizione con l'interno ( la coscienza) l'uomo non è trasparente a se stesso, mente, è ipocrita. I farisei cui si riferisce Gesù avevano costruito una "religione delle opere" nella quale ponevano la loro FEDE .

Dicevano di essere i più FEDELI alla rivelazione divina ma le loro opere mostravano che invece ponevano FEDE nella religione che essi stessi avevano costruito.

«Voi farisei pulite l'esterno del bicchiere e del piatto
. - purificate oggetti esterni : è un atto esteriore della vostra religione che soddisfa il vostro bisogno religioso (inconscio in ogni uomo-) di mantenersi " puri" davanti al sacro.
, ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria - ma le vostre opere dimostrano che la vostra coscienza ( l'interno) pone FEDE nel denaro ( avidità) e nel potere//violenza // e nel sopruso ( cattiveria), tutte cose contrarie al Dio rivelato .

La pratica religiosa puà avere obiettivi ben consapevoli, come la lode pubblica :

-Mt 6,2 Dunque, quando fai l'elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa.
Mt 6,5 E quando pregate,
non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa.
Mt 6,16 E quando digiunate,
non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un'aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa.

Si può praticare la religione ( qualsiai religione ) per soddisfare il proprio bisogno religioso il che è perfettamente umano , oppure per mostrarsi agli altri ed averne lode, rispetto, per convenienze personali come per denaro, per esercitare un controllo, un potere sugli altri , per approfittarsene o peggio per opprimerli .

Mt 15,7 Ipocriti! Bene ha profetato di voi Isaia, dicendo: 8Questo popolo mi onora con le labbra ( atto religioso )  , ma il suo cuore  ( le sue scelte )  è lontano da me ....

Attenzione -dice Gesù- alle religioni che costruite intorno alla rivelazione divina : guardate a scribi e farisei , alla loro ipocrisia , considerate cosa hanno costruito :

Mt 15,9  Invano  essi mi rendono culto,  insegnando dottrine che sono precetti di uomini  (e non di Dio)   ». Culto e dottrine : la religione. Il Nuovo Culto al Dio rivelato da Gesù non può essere fondato su dottrine religiose ( che sono sempre pensieri di uomini ) ma solo sulla RIVELAZIONE DIVINA che è Gesù stesso .

E' il Culto in Spirito e fedeltà , il Nuovo Culto dell'AMORE ricevuto da Dio e DATO con lealtà a tutti.
Mt 23,13 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che  chiudete il regno dei cieli  davanti alla gente; di fatto  non entrate voi, e non lasciate entrare  nemmeno quelli che vogliono entrare.La religione giudaica di quel tempo invece di preparare l'umanità a ricevere la VITA DEFINITIVA, il Regno di Dio, Gesù, ( attivando e coltivando il senso religioso ed orientandolo alla Regola d'Oro ( la LEGGE) ed alla Rivelazione divina nella linea delle promesse divine annunciate dai veri profeti di Dio   con tutto il suo apparato dottrinale e cultuale ne era invece di impedimento . Come falsi profeti i capi religiosi facevano perire nell' immondezzaio ( la valle dove venivano incenerite le immondizie detta Geenna)  gli uomini .

Eccitavano il sentimento religioso del popolo con le loro chiacchere ma passavano a silenzio le promesse divine oracolate dai veri profeti di Dio.

Come poteva il popolo giungere alla FEDE senza l'ascolto e l'accoglienza della Paola? Fallivano così -per mezzo della religione- il loro essere e portavano il popolo al fallimento invece che alla VITA definitiva .
Il proselitismo religioso Mt 23,15 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo prosèlito ( un pagano convertito alla religione ebraica nella variante farisaica o altro) e, quando lo è divenuto, lo rendete degno della Geènna due volte più di voi.
Il proselitismo religioso faceva prede per l'immondezzaio: una  tragedia .Ap 16,13 Poi dalla bocca del drago e dalla bocca della bestia ( poteri politico-militari ) e dalla bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti impuri, simili a rane:
Ap 19,20 Ma la bestia fu catturata e con essa
il falso profeta, che alla sua presenza aveva operato i prodigi con i quali aveva sedotto quanti avevano ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.
Ap 20,10 E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche
la bestia e il falso profeta: saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli.

Le religioni , in quanto create istituzionalizzate da uomini, possono agire addirittura in modo opposto a quello richiesto dalla rivelazione cui si riferiscono , costruendo divinità a propria misura «insegnando dottrine che sono precetti di uomini » ed esercitando il loro potere di " influencer" sulle folle .

Il Potere religioso è stato ampiamento sfruttato nella storia dai poteri politici , economici e militari di ogni tempo.
Anche le religioni costruite intorno a Gesù possono diventare nella storia delle tragedie. Lc 11,42Ma guai a voi, farisei, che pagate la decima sulla menta, sulla ruta e su tutte le erbe, e lasciate da parte la giustizia e l'amore di Dio. Queste invece erano le cose da fare, senza trascurare quelle.
Mt 23, 23 ... e trasgredite le prescrizioni più gravi della Legge ( di Dio) :  la giustizia (l'osservanza delle istruzioni divine ) , la misericordia (// amore per Dio e il prossimo) e la fedeltà  ( all'alleanza cioè  le opere della FEDE ) Queste invece erano le cose da fare, senza tralasciare quelle..
Mt 23,25 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti,
che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto, ma all'interno sono pieni di avidità e d'intemperanza.
Mt 23,27 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che assomigliate a sepolcri imbiancati:
all'esterno appaiono belli, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni marciume.
Mt 23,29 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che
costruite le tombe dei profeti ( quelli veri, di Dio , che uccidete regolarmente) e adornate i sepolcri dei giusti ( opera religiosa) ,
Mt 24,51 lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano
gli ipocriti: là sarà pianto e stridore di denti.
Mc 7,6 Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaia di voi, ipocriti, come sta scritto:
Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me.
Lc 12,56
Ipocriti! Sapete valutare l'aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo?
Lc 13,15 Il Signore gli replicò: «
Ipocriti, non è forse vero che, di sabato, ciascuno di voi slega il suo bue o l'asino dalla mangiatoia, per condurlo ad abbeverarsi?

Lc 11,41DATE piuttosto in elemosina quello che c'è dentro ( il vostro bicchiere e il vostro piatto come prescrive Dio ), ed ecco, per voi tutto sarà puro.
La religione cerca  la purità rituale della persona che sta davanti al Sacro  ( mediante riti esteriori : abluzioni e immersioni in acqua, benedizioni con acqua sacralizzata, penitenze corporali, etc .)  mentre  la FEDE è l' ATTO  che rende veramente pura tutta la persona davanti a se stesso e //a Dio : il DARE grazie su grazie, Carità , evangelizzazione . Lc 11,43Guai a voi, farisei, che amate i primi posti nelle sinagoghe e i saluti sulle piazze. 44Guai a voi, perché siete come quei sepolcri che non si vedono e la gente vi passa sopra senza saperlo». 45Intervenne uno dei dottori della Legge e gli disse: «Maestro, dicendo questo, tu offendi anche noi».

46Egli rispose: «Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito! 47Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi. 48Così voi testimoniate e approvate le opere dei vostri padri: essi li uccisero e voi costruite tombe per loro ( = uccidete la rivelazione, impedite la FEDE e costruite una religione a misura delle vostre idee e convenienze)   .

49Per questo la sapienza di Dio ha detto: «Manderò loro profeti e apostoli ( inviati) ed essi li uccideranno e perseguiteranno », 50perché a questa generazione sia chiesto conto del sangue di tutti i profeti, versato fin dall'inizio del mondo: 51dal sangue di Abele fino al sangue di Zaccaria, che fu ucciso tra l'altare e il santuario. Sì, io vi dico, ne sarà chiesto conto a questa generazione.
Ai costruttori di religioni ( anche quelle a simbologia cristiana) l'ammonimento di Gesù : "pensate bene a quello che fate perchè di tutto quello che fate  ( uccidete i veri profeti di Dio e ne usurpate il posto)  vi sarà chiesto conto ". Sarà chiesto conto personalmente :

Rm 2, 1 Perciò chiunque tu sia, o uomo che giudichi  ( con in mano la LEGGE mosaica che è parte della Legge Morale Naturale , riassumibile nella Regola d'oro)  , non hai alcun motivo di scusa perché, mentre giudichi l'altro, condanni te stesso; tu che giudichi, infatti, fai le medesime cose.
Le persone " molto religiose" sono anche " molto legaliste e moraliste" , cercano in se stessi la perfetta osservanza delle norme religiose e -avendo un sentimento di impeccabilità- sono portate a giudicare ed emettere sentenze sugli altri. Condannando gli altri (fino alla morte ecclesiale e sociale) condannano anche se stessi poichè :

Rm 3,10 come sta scritto:   Non c'è nessun ( uomo) giusto, nemmeno uno
Rm 2, 12Tutti quelli che hanno peccato senza la Legge, senza la Legge periranno; quelli invece che hanno peccato sotto la Legge, con la Legge saranno giudicati. 13Infatti, non quelli che ascoltano la Legge sono giusti davanti a Dio, ma quelli che mettono in pratica la Legge saranno giustificati. 14Quando i pagani, che non hanno la Legge, per natura agiscono secondo la Legge, essi, pur non avendo Legge, sono legge a se stessi. 15Essi dimostrano che quanto la Legge esige è scritto nei loro cuori [ la Legge Morale Naturale espressa con la Regola d'oro ] , come risulta dalla testimonianza della loro coscienza e dai loro stessi ragionamenti, che ora li accusano ora li difendono. [ li conosciamo dai loro scritti ] 16Così avverrà nel giorno in cui Dio giudicherà i segreti degli uomini, secondo il mio Vangelo, per mezzo di Cristo Gesù. ( Paolo parla ancora da giudeo e immagina un imminente giudizio universale come nel libro Daniele che sarà operato dal Messia, quindi da Gesù ( 1Cor 15,51). In realtà il giudizio-sappiamo dai Vangeli - era già in atto .)
"voi giudei osservanti ponetevi questa domanda : tutto quello che inventate e FATE come espressione religiosa quale uomo, "CHI " costruisce IN VOI e in coloro che vi seguono ?

Se non costruisce l'UOMO rivelato da Gesù, quello che ha in sè la stesso VITA di Dio, la vostra religione dell' osservanza , e peggio ancora qualsiasi altra religione , costruisce persone fallite.

Ora che è venuta la VITA definitiva , il fallimento religioso sarà definitivo.
E questo non sarà senza conseguenze :

Rm 14, 10 Tutti infatti ci presenteremo al tribunale di Dio, 11perché sta scritto:  " Io VIVO dice il Signore: (Ζῶ ἐγώ : IO SONO IL DIO VIVENTE cf. Is 45,23 ; )  , ogni ginocchio si piegherà davanti a me e ogni lingua renderà gloria a Dio. " 12Quindi  ciascuno di noi renderà conto di se stesso a Dio.

top
Il discepolo "più grande"
è "il più piccolo" .
Lc 9, 46Nacque poi una discussione tra loro, chi di loro fosse più grande. una discussione ( dialogismòs , termine che indica le congetture della mente ma anche i pensieri inclini al male) - Il testo gioca su " più grande" e " più piccolo"

I discepoli discutevano - come tutti i giudei di quel tempo - del tanto atteso avvento del Regno definitivo di Israele sulla terra, in Palestina. Gesù si manifesta come il "Messia atteso" che governerà come Re : saranno loro i suoi ministri ?.

C'era la promessa di Gesù : " vado a prepararvi un posto" ...
Nel Regno di Dio , il Nuovo Mondo che viene, il discepolo " più importante, più "grande " avrà un " posto" importante, grande ! C'erano aspettative. Ci furono raccomandazioni da parte della madre di due di loro, Giacomo e Giovanni.

Mt 20,21 «Di' che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno».
Lc 9, 47Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un bambino, se lo mise vicino Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore - aveva detto loro : mettetevi nelle vostre orecchie che... Essi però non capivano

Gesù annuncia loro la loro "posizione" nel Regno con una parabola. I bambini in quella società non erano socialmente considerati . Dipendevano totalmente dagli adulti quindi non davano nessun contributo ala società . " Bambino" equivaleva a " socialmente insignificante" " inutile" , "invisibile" . Venivano trattati come dei "servetti".
I bambini erano socialmente " i più piccoli" Lc 9, 48e disse loro: «Chi accoglierà questo bambino nel mio Nome, accoglie me; Chi infatti è  il più piccolo fra tutti voi, questi è grande »..Gesù dichiara " il più piccolo" come l' immagine stessa di Lui e del Padre cioè come " il più grande " nel Regno di Dio.Lc 18,15 Gli presentavano anche i bambini piccoli perché li toccasse, ma i discepoli, vedendo ciò, li rimproveravano.
Mt 19,14 «Lasciateli, non impedite che i bambini vengano a me;
 a chi è come loro ( i "più piccoli") , infatti, appartiene il Regno dei cieli ». Date le loro aspettative se avessero creduto subito alle parole di Gesù ci sarebbe dovuta essere una gara fra loro ad essere "il più piccolo". E' infatti è detto altrove :

Mt 18,3 e disse: «In verità io vi dico:  se non vi convertirete // e non diventerete come i bambini ( i "più piccoli"), non entrerete  nel regno dei cieli. Nella Chiesa, la comunità dei discepoli , i più " significanti// grandi " sono coloro che si fanno " piccoli // insignificanti" come dei " servetti //bambini " . Questa è la risposta di FEDE all' insegnamento di Gesù .Mt 11,29 , imparate da me che sono  mite e // umile di cuore  .Il discepolo modello del Regno , il " più grande " è Gesù stesso , il FIGLIO di Dio, colui che assomiglia perfettamente al Padre .

Lui è " mite "  ( non ha importanza per questo mondo , è uno che è "senza arte nè parte" , per questo mondo )  // è " umile di cuore " ( non si dà e non chiede importanza in questo mondo )

Così sono i "FIGLI del REGNO".
Il discepolo di Gesù, socialmente " insignificante // piccolo " per questo mondo, nel Nuovo Mondo, il Regno di Dio, è il più "significante // grande" perchè UOMO, Figlio di Dio : assomiglia al Padre, come Gesù.
Mt 21, 15 i capi dei sacerdoti e gli scribi ( vedendo) i fanciulli che acclamavano ( Gesù) nel tempio: «Osanna al figlio di Davide! ( // il Messia) », si sdegnarono, 16e gli dissero: «Non senti quello che dicono costoro?». Gesù rispose loro: «Sì! Non avete mai letto: Dalla bocca di bambini e di lattanti hai tratto per Te ( o Dio) una lode?».

nel mio Nome - . Il nome identificava la persona vivente, la sua presenza attiva ( potenza) nel mondo. Nella cultura ebraica Dio viene identificato solamente come " il Nome" ( Hashem)

Dt 11,7 Davvero i vostri occhi hanno visto le grandi cose che il Signore ha operato.
Sal 126,2 Allora la nostra bocca si riempì di sorriso, la nostra lingua di gioia. Allora si diceva tra le genti: »
Il Signore ha fatto grandi cose per loro
At 15,4 Giunti poi a Gerusalemme, furono ricevuti dalla Chiesa, dagli apostoli e dagli anziani, e riferirono quali
grandi cose Dio aveva compiuto per mezzo loro.
Lc 1,49
Grandi cose ha fatto per me l'Onnipotente e // Santo è il suo NOME;
Lc 9, 48b e chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato.Accogliere i discepoli di Gesù , " nel NOME di Gesù " cioè per la FEDE nella Sua presenza salvifica nel mondo, significa accogliere i " significanti// grandi " del Regno di Dio , icona della presenza della Trinità stessa .I discepoli, seppur " piccoli // bambini ", "miti", senza risorse mondane e "umili di cuore", senza importanza sociale, sono importanti , sono il Regno , sono l'icona della presenza attiva della Trinità nel mondo//nella storia. Mt 10,42 Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».
Mt 25,40 E il re risponderà loro: «In verità io vi dico:
tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me».
Mt 18,6 Chi invece scandalizzerà
uno solo di questi piccoli che credono in me, gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare.
Mt 18,10 Guardate di non disprezzare
uno solo di questi piccoli, perché io vi dico che i loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli.
Mt 18,14 Così è volontà del Padre vostro che è nei cieli,
che neanche uno di questi piccoli si perda.
top
Il Viaggio della VitaLc 9, 51Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Egli  prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme  Mentre stavano compiendosi i giorni - lett. mentre l'epoca ( o eone) , il Mondo Antico volgeva al suo compimento...

in cui sarebbe stato elevato in alto - lett. in cui sarebbe morto. Richiamo all' "ascensione di Elia". (2Re 2,11) . Luca usa questo verbo per indicare l'"ascensione di Gesù" sia come morte che come ascesa al Padre.
prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme - Luca ha scritto il suo Vangelo perchè il lettore possa verificare la solidità degli insegnamenti che ha ricevuto nel suo catecumenato ( Lc 1,1ss) . Il CAMMINO del discepolato è necessario : è volontà del Padre . Sarà per il lettore una verifica della sua conversione // la sua FEDE nella Parola..Lc 9, 52e mandò messaggeri davanti a sé. messaggeri ( greco : angeli ). Luca prepara proletticamente il lettore alla sua " piccola apocalisse " : la venuta di Gesù risorto , nella sua gloria, insieme ai suoi " angeli " (// messaggeri, discepoli, inviati o apostoli) a continuare la missione evangelizzatrice.
Lc 9, 52 Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l'ingresso. 53Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. entrarono in un villaggio di Samaritani - il " villaggio" non nominato - nei vangeli -è sempre il luogo della Tradizione e gneralmente della opposizione al Vangelo di Gesù.

Qui si tratta per di più di samaritani cioè di eretici che a loro volta chiamavano eretici i giudei.

essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. - Il CAMMINO di Gesù e dei suoi discepoli si caratterizza da subito come il " cammino del profeta rifiutato in Israele come in Samaria". Un paradigma della storia della salvezza ( cf "Isaia : il carme del servo di Jhwh" . Gv 15,20 Ricordatevi della parola che io vi ho detto: «Un servo non è più grande del suo padrone». Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra.
Mt 5,12 Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi.
At 7,52
Quale dei profeti i vostri padri non hanno perseguitato? Essi uccisero quelli che preannunciavano la venuta del Giusto
1Ts 2,15 Costoro hanno ucciso il Signore Gesù e i profeti, hanno perseguitato noi, non piacciono a Dio e sono nemici di tutti gli uomini.
L'ideologia religiosa dell' ira divina Lc 9,54Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». 55Si voltò e li rimproverò.
«Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo [ e li consumi?] » - cf. : 2Re1, «Quello è Elia, il Tisbita!». 9Allora gli mandò un comandante di cinquanta con i suoi cinquanta uomini. Questi salì da lui, che era seduto sulla cima del monte, e gli disse: «Uomo di Dio, il re ha detto: «Scendi!»». 10Elia rispose al comandante dei cinquanta uomini: «Se sono uomo di Dio, scenda un fuoco dal cielo e divori te e i tuoi cinquanta». Scese un fuoco dal cielo e divorò quello con i suoi cinquanta.

55Si voltò e li rimproverò. - Gesù non è daccordo con Elia : censura il profeta considerato il più grande in Israele.
«Ti seguirò dovunque tu vada».  Lc 9,56E si misero in cammino verso un altro villaggio. Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse:  «Ti seguirò dovunque tu vada».un altro villaggio - villaggio : siamo sempre in terreno ostile.

un tale...- si tratta di un personaggio che non appartiene alla cerchia dei discepoli . Non ha nome quindi il lettore può identificarsi in lui.

«Ti seguirò dovunque tu vada» E' l' afferma zione di una scelta , di una determinazione radicale. Il tale non conosce le condizioni richieste dal CAMMINO, la sequela di Gesù.
Lc 9,58E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo». Animali e uomini hanno tutti una dimora , una residenza sulla terra ( nido, tane..case..) ; l'UOMO è in se stesso DIMORA della VITA ( lo SPIRITO) e del Padre ma " senza fissa dimora" , non ha residenza; è un passante pellegrino.

«Ti seguirò dovunque tu vada» è solo una esaltazione entusiastica del sentimento religioso :
... il discepolo divenuto UOMO avrà la stessa condizione di Gesù , evangelizzatore, passante e pellegrino sulla terra, senza fissa dimora . E' il Padre che pensa alle sue necessità.  

( Mt 6,8 il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate.) 
Prima condizione.
Lascia che prima io faccia i miei doveri ...Lc 9,59 A un altro ( Gesù) disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». 60Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va' e annuncia il regno di Dio». «Seguimi» -Ora è Gesù che chiama il secondo anonimo .

«Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre» - Era un comandamento religioso : Es 20, 12Onora tuo padre e tua madre, perché si prolunghino i tuoi giorni nel paese che il Signore, tuo Dio, ti dà.

Gesù : Il Regno di Dio ed il suo annuncio supera ogni comando religioso : sono i " morti spiritualmente" che antepongono il culto dei cadaveri al Regno di Dio, invece..
.. il discepolo divenuto UOMO è  libero da ogni convenzione umana o religiosa : la sua missione è il Regno di Dio , tutto ciò che riguarda il soddisfacimento del sentimento religioso non è più nella sua NUOVA NATURA di UOMO.Seconda condizione.

Lc 9,61Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia. - anche il secondo anonimo antepone alla sequela il dovere religioso-famigliare. Cf.:

1Re 19, 19...Elia trovò Eliseo, figlio di Safat. Costui arava con dodici paia di buoi davanti a sé, mentre egli stesso guidava il dodicesimo. Elia, passandogli vicino, gli gettò addosso il suo mantello. 20Quello lasciò i buoi e corse dietro a Elia, dicendogli: «Andrò a baciare mio padre e mia madre, poi ti seguirò». Elia disse: «Va' e torna, perché sai che cosa ho fatto per te». 21Allontanatosi da lui, Eliseo prese un paio di buoi e li uccise; con la legna del giogo dei buoi fece cuocere la carne e la diede al popolo, perché la mangiasse. Quindi si alzò e seguì Elia, entrando al suo servizio.

Gesù è ancora in disaccordo con Elia
.. il discepolo divenuto UOMO è  libero da ogni tradizione famigliare , culturale e religiosa : una volta iniziato il CAMMINO di evangelizzazione non si volge più alle sue radici , al passato : interrompendo il CAMMINO // la sequela finirebbe per prendere una direzione sbagliata.Lc 9,62Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che  mette mano all'aratro e poi si volge indietro  è adatto per il regno di Dio». Chi inizia un percorso di aratura ( di sè) prosegue in linea retta , non si volge indietro altrimenti rischia di deviare il suo percorso Terza condizione.
top I 12I Nomi dei 12 Mt 10,2I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello; 3Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; 4Simone il Cananeo e Giuda l'Iscariota, colui che poi lo tradì.La conversione del discepolo Lc 22, 31Simone, Simone, ecco: Satana vi ha cercati per vagliarvi come il grano; 32ma io ho pregato per te, perché la tua fede non venga meno. E tu,  una volta convertito , conferma i tuoi fratelli».Non basta seguire Gesù come le folle : questa non è una risposta di FEDE ma solo una risposta religiosa che segue il Sacro . Per chi risponde alla Parola con la FEDE e si fa discepolo è necessario comprendere ed assorbire continuamente lo Spirito di Gesù-Parola per poterLo annunciare e trasmettere : è necessaria la conversione richiesta da Gesù , il cambiamento di mentalità ( metanoia).L'invio dei discepoli : i 12Mt10,1Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. i suoi dodici discepoli - sono l'Israele messianico. Siamo nel Nuovo Eone , il tempo messianico - escatologico.

diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. - è l' attività messianica :
Mt4, 23Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. 24La sua fama si diffuse per tutta la Siria e c
onducevano a lui tutti i malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarì. 25Grandi folle cominciarono a seguirlo dalla Galilea, dalla Decàpoli, da Gerusalemme, dalla Giudea e da oltre il Giordano.
Gesù dà ai suoi inviati (  apostoli ) il potere di gettar fuori dagli uomini gli spiriti impuri ( contrari a Dio ) , cioè tutte le ideologie anche religiose che si oppongono al Progetto di Dio, l'UOMO, Regno di Dio in terra.

Ciò è possibile in virtù delle Parole di Gesù che costituiscono il loro annuncio.

L'annuncio-Vangelo ha il Potere divino ( Spirito) di esorcizzare ( lett. gettar fuori ) gli spiriti impuri (avversi) da coloro che lo accolgono con FEDE.
Gli spiriti avversi o demoni ( Mt 8,13 e 12, 43ss) erano messi in relazione, nelle culture antiche anche con le malattie perciò il Potere dello Spirito si manfesta anche come guarigione dalle malattie.

Le istruzioni per i 12Mt 10,5Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; 6rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d'Israele. L'annuncio -Vangelo viene annunciato prima ai giudei, " pecore perdute, smarrite " .

Mt 10,7Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. 8Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni.

Non devono chiedere la conversione ma solo annunciare e far agire la Parola per purificare il popolo. E' il compimento delle promesse :

Is 1,25 Stenderò la mia mano su di te,
purificherò come in un forno le tue scorie, eliminerò da te tutto il piombo.
Ger 33,8
Li purificherò da tutti i crimini di cui si sono resi colpevoli contro di me e perdonerò tutte le iniquità commesse ribellandosi contro di me.
Ez 36,25 Vi aspergerò con acqua pura e
sarete purificati; io vi purificherò da tutte le vostre impurità e da tutti i vostri idoli, //Ez 37,23
etc.
Mt 10,8 Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. 9Non procuratevi oro né argento né denaro nelle vostre cinture, 10né sacca da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché chi lavora ha diritto al suo nutrimento. La predicazione apostolica non deve avere nessun secondo fine, specialmente denaro o beni e la cosa deve essere ben notata ; l'unica cosa che possono accettare è il nutrimento necessario.

Mt 10,11In qualunque città o villaggio entriate, domandate chi là sia degno e rimanetevi finché non sarete partiti.Giunti nei villaggi o città devono informarsi di chi è degno di riceverli e di rimanere presso di loro fino alla partenza.

Mt 10,12Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. 13Se quella casa ne è degna, la vostra pace scenda su di essa; ma se non ne è degna, la vostra pace ritorni a voi. 14Se qualcuno poi non vi accoglie e non dà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dei vostri piedi. 15In verità io vi dico: nel giorno del giudizio la terra di Sòdoma e Gomorra sarà trattata meno duramente di quella città.

Pace nell'AT è la pienezza dell vita umana // la felicità .

Il Sal 72 (71) consegnava al re di Israele nel giorno della sua intronizzazione la missione di essere un " Re di Pace" . Annuncia " giustizia e //pace" : la giustizia del messia che governa proteggendo i poveri dai violenti si traduce in benessere ( pace ) che monti e colline danno al popolo e l'augurio è che « ...Abbondino le messi nel paese, ondeggino sulle cime dei monti rigogliose come sul Libano. Le città siano fiorenti come prati verdeggianti... » .
Is 11,1-9) dice del messia : 2Su di lui si poserà lo spirito del Signore,... 3Si compiacerà del timore del Signore.... 4 giudicherà con giustizia i miseri e prenderà decisioni eque per gli umili della terra. 5La giustizia sarà fascia dei suoi lombi e la fedeltà ( alla Legge divina) cintura dei suoi fianchi.
Ne deriverà la pace : 6Il lupo dimorerà insieme con l'agnello; il leopardo si sdraierà accanto al capretto; il vitello e il leoncello pascoleranno insieme e un piccolo fanciullo li guiderà. 7La mucca e l'orsa pascoleranno insieme; i loro piccoli si sdraieranno insieme. Il leone si ciberà di paglia, come il bue. 8Il lattante si trastullerà sulla buca della vipera; il bambino metterà la mano nel covo del serpente velenoso. 9Non agiranno più iniquamente né saccheggeranno in tutto il mio santo monte, perché la conoscenza del Signore riempirà la terra come le acque ricoprono il mare.
Tutti i re di Israele hanno fallito questa missione e l'attesa era che non l'avrebbe fallita il messia finale.

Il Vangelo annuncia la Pace messianica  come compimento del Progetto di Dio, il suo Regno : l'UOMO che ha la VITA e che porta nella storia la felicità piena e definitiva . Dove i 12 non vengono accolti lascino loro un segno : scuotete la polvere dei vostri piedi. Era il gesto che i giudei facevano quando uscivano da una terra pagana , segno che volevano separarsi da essa fino a scrollarsi di dosso ogni granello di quella terra.

Il segno qui significa da un lato mettere l'accento sulle conseguenze per coloro che rifiutano il Vangelo di Gesù ( separazione dalla VITA) , dall'altro segnala che è sempre possibile per loro cambiare idea.

Mt 10,16Ecco: io vi mando come pecore in mezzo a lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.Gli evagelizzatori saranno come pecore (inermi), in mezzo a lupi ( uomini predatori , violenti e spietati ). E' necessaria prudenza, cioè il prendere conoscenza e coscienza dell'ambiente in si trovano . Se devono evitare di mettersi nella bocca dei lupi devono anche matenere lo Spirito della missione che quello di Gesù :  purezza di cuore // di intenti, fermezza nella misione e nonviolenza. 
Mt 10,17Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; 18e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani.Il mondo vuole raggiungere la felicità attraverso il Potere ( economico, militare, poliziesco , religioso , culturale etc.) il quale ha sempre i suoi " influencers " e non tollera le persone libere economicamente e culturalmente che " influenzano" le persone ad essere libere e felici secondo altre prospettive.

Ovunque troveranno balordi e delinquenti - anche tra le persone religiose - pronti a farli tribolare ( tribunali e sinagoghe ) ed anche morire . Le loro tribolazioni dovranno diventare per loro opportunità di testimoniare il Progetto del Padre ed il suo compimento " vicino".
Mt 10,19Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell'ora ciò che dovrete dire: 20infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.Nei tribunali e nelle sinagoghe non dovranno mai pensare cosa rispondere perchè non sta a loro deciderlo :  sarà lo Spirito in quel momento a parlare per tramite loro.  
Mt 10,21Il fratello farà morire il fratello e il padre il figlio, e i figli si alzeranno ad accusare i genitori e li uccideranno.Il Vangelo separerà coloro che lo accolgono con Fede da coloro che lo rifiutano ( un giudizio universale ) e questa separazione portrà conflittualità ( e guerre violente) persino all'interno delle famiglie.
Mt 10,22Sarete odiati da tutti a causa del mio nome.In quanto testimoni e portatori del Vangelo ci saranno reazioni di odio verso di loro ( gli " odiatori" di sempre )
Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato. La perseveranza è centrale mella loro missione perchè anche se verranno uccisi non sarà un fallimento e anche loro saranno " salavti" cioè portati al compimento della loro UMANITA'.
Mt 10,23Quando sarete perseguitati in una città, fuggite in un'altra; in verità io vi dico: non avrete finito di percorrere le città d'Israele, prima che venga il Figlio dell'uomo. Salvezza certa non significa che possono farsi ammazzare tranquillamente: quando vengono perseguitati , al più presto devono fuggire da quella città e cercare rifugio in un' altra dove potranno riprendere la missione.

I tempi sono stretti : sta per " venire l'UOMO" , Gesù risorto, per il giudizio finale sull'istituzione giudaica che nel 70 d. C. finirà. Fino ad allora i 12 dovranno annunciare il Vangelo ai giudei. Poi ci sarà la loro " diaspora" ( dispersione) nel mondo dove continueranno la missione a favore anche dai pagani.
Mt 10,24Un discepolo non è più grande del maestro, né un servo è più grande del suo signore; 25è sufficiente per il discepolo diventare come il suo maestro e per il servo come il suo signore. Se hanno chiamato Beelzebùl il padrone di casa, quanto più quelli della sua famiglia! 26Non abbiate dunque paura di loro, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. 27Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all'orecchio voi annunciatelo dalle terrazze.Di fronte a minacce e persecuzioni non bisogna avere paura e difendersi nascondendo il Vangelo : ogni persecuzione diventi occasione di annuncio e testimonianza della FEDE.

Mt 10,28E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l'anima e il corpo. 29Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. 30Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. 31Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri! Niente paura di coloro che vi minacciano di morte : possono ucidere il corpo ma non la vita ( psichè) dell'uomo libero che ha la VITA che supera la morte. L'unico che può distruggere tutto l'essere dell'uomo nel fuoco dell'inceneritore della valle della Geena è Dio ma questi per loro è Padre che ha cura anche del numero dei loro capelli .

Mt 10,32Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; 33chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli. I discepoli sono stati chiamati ( da Dio ) alla missione e con la loro perseveranza o sospensione nella missione costruiscono il loro destino

Mt 10,33b Chi accoglie voi, accoglie me 34Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada. 35Sono infatti venuto a separare l'uomo da suo padre e la figlia da sua madre e la nuora da sua suocera; 36e nemici dell'uomo saranno quelli della sua casa. 37Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me; 38chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me. 39Chi avrà tenuto per sé la propria vita, la perderà, e chi avrà perduto la propria vita per causa mia, la troverà.Il discepolo chiamato da Gesù che non prende su di sè la croce ( il peso ) della evangelizzaione perchè ama di più la sua esitenza terrestre ( casa, famiglia, affetti, sicurezza, vita..) non è degno di Gesù cioè della VITA e la perderà ( morirà e rimarrà nella morte) .

Quello invece che rinuncia alla sua vita ( casa, famiglia, affetti, sicurezza, etc ) per il Vangelo manterrà la ViTA che ha ricevuto e la conserverà per passare dalla morte cioè risorgere.
Mt 10,40Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. 41Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto. 42Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo- gesto che esprime accoglienza : " chi accoglie voi accoglie me e il Padre".

I discepoli non sono solo i 12 . Gesù sta parlando ai 12 ma qui indica altri : " questi piccoli " . I piccoli di Gesù nel mondo avranno sempre bisogno di sostegno e tutti coloro che in qualche modo li accoglieranno saranno accolti  da Gesù e dal Padre .top
L'invio dei 72Lc 10,1 Dopo questi fatti il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi. altri settantadue - non è specificato chi sono : i lettori possono identificarsi in loro .

72 era il numero - secondo quella cultura- dei popoli sulla terra. Il numero indica quindi l' universalità della evangelizzazione .

li inviò a due a due- secondo quella cultura erano necessari due testimoni per risolvere un conflitto ( Mt 18,16 ). Mc 6,7 Chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due e dava loro potere sugli spiriti impuri.
I 72 sono coloro che hanno visto udito , toccato, Gesù , sono testimoni oculari tutti concordi nella loro testimonianza.

Gv 17,18 Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; Gv 17,21 perché tutti siano una sola cosa; come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch'essi in noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato.

davanti a sé - sono testimoni della Parola del Messia

At 1,8 riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e di me sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino ai confini della terra».
Gv 20,21 «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi».

At 10,39 E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme.
Lc 1,2 coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola ..
Mt 10,40 Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato.
Gv 13,20 In verità, in verità io vi dico:
chi accoglie colui che io manderò, accoglie me; chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato».

Semina e mietituraLc 10,2Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! . La messe è abbondante - sono operai del giudizio universale : Gl 4,13 Date mano alla falce, perché la messe è matura; venite, pigiate, perché il torchio è pieno e i tini traboccano, poiché grande è la loro malvagità!
Mc 4,29 e quando il frutto è maturo, subito egli manda la falce, perché è arrivata la mietitura».

L'evangelizzazione separerà coloro che accoglieranno la loro testimonianza da coloro che la rifiuteranno operando così il giudizio.
Lc 10, 16Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato».
Mc 16,16 Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato.

ma sono pochi gli operai! - l' evangelizzazione universale richiede un numero congruo di operai ( 72 ) : vanno chiesti al Padre , Colui che li manda a Gesù .

Gv 6,45 Sta scritto nei profeti: E tutti saranno istruiti da Dio. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me.
Gv 6,37
Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori,
Gv 17,6 Ho manifestato il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me, ed essi hanno osservato la tua parola.
Gv 17,9 Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per
coloro che tu mi hai dato, perché sono tuoi. .. 11 Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi. 12 quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. ,
Gv 18,9 perché si compisse la parola che egli aveva detto:
«Non ho perduto nessuno di quelli che mi hai dato».
Gv 17, 24 Padre, voglio che
quelli che mi hai dato siano anch'essi con me dove sono io, perché contemplino la mia gloria,
Lc 10,3Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; La missione della evangelizzazione non è una passeggiata gioiosa ma è densa di pericoli come quelli che gravano sulle pecore quando pascolano circondate da lupi
Lc 10,4non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada. non portate - I discepoli non sono intellettuali itineranti ma portano il Regno alle persone con i segni che lo contraddistinguono e che le persone potevano facilmente comprendere : esorcismi, guarigioni etc.

Lc 10,5In qualunque casa entriate, prima dite: «Pace a questa casa!».prima dite: «Pace a questa casa!» Il Regno di Dio che è annunciato come " vicino" ora entra nelle case e la " Pace messianica " è il segno qualificante .
Seguono istruzioni che non sono tutte di facile interpretazione.
Lc 10,6Se vi sarà un figlio di pace, la vostra pace dimorerà (ἐπαναπαήσεται lett. rimarrà ) su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. 7Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all'altra.Nella LXX il verbo ἐπαναπαύομαι indica la discesa dello Spirito ( Nm 11,25, etc.) . I 72 -nei villaggi- devono cercare un " figlio della pace" individundolo con il segno della comunione gioiosa dello stesso Spirito e abitare presso di lui. Lc 10,8Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, Non fate questioni di cibi puri ( kosher) e impuri : non ci sono cibi impuri :  Mt 15,11 Non ciò che entra nella bocca rende impuro l'uomo; ciò che esce dalla bocca, questo rende impuro l'uomo!».
Lc 10,9guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: «È vicino a voi il regno di Dio».- «Si è avvicinato [γγικεν ] su di voi il Regno di Dio».Il Regno di Dio entra nella casa degli uomini per mezzo degli evangelizzatori e tocca le persone  ( γγικεν si è avvicinato ἐφ’toccando dall'alto in basso ὑμᾶς voi)  :   primariamente i malati   ( Lc 5,31 «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; 32io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori perché si convertano») 

L'annuncio evangelico non è un discorso intellettuale ( filosofico, religioso, etc ) ma  è un contatto con lo Spirito (il Regno)  (Gv 6,63 le parole che io vi ho detto sono Spirito e sono VITA eterna.) che guarisce l'uomo dalle malattie  ( nella cultura giudaica equivaleva a guarire dalle conseguenze dei peccati)
Lc 10,10Ma quando entrerete in una città e non vi accoglieranno, uscite sulle sue piazze e dite: 11«Anche la polvere della vostra città, che si è attaccata ai nostri piedi, noi la scuotiamo contro di voi; sappiate però che il regno di Dio è vicino». ... non vi accoglieranno
Il Regno non si impone a nessuno, la sua accoglienza non è scontata :  non dipende dalla capacità, volontà o carisma personale degli annunciatori inviati  (Gv 6,63 È lo Spirito che dà la VITA, la carne ( l'essere uomini) non giova a nulla;) ma solo dal  contatto  con il terreno che l'Annuncio trova nelle persone che lo ascoltano, come spiegato nella parabola del seminatore .- noi la scuotiamo contro di voi; sappiate però che il regno di Dio si è avvicinato- Il Regno è passato e alcuni non l'hanno accolto ? I 72 facciano un gesto pubblico ben visibile - in piazza - che indichi che non portano via nulla da quella città .  ( Il gesto veniva fatto dai gudei quando rientravano da una terra pagana in Israele : così vi non portavano nulla di impuro ).

I 72 devono ricordare a quelli della città che il Regno ( tanto atteso dai giudei) si era avvicinato loro e li aveva toccati ; loro lo avevano rifiutato ma potranno sempre accoglierlo alla prossima occasione .
Lc 10,12Io vi dico che, in quel giorno, Sòdoma sarà trattata meno duramente di quella città. 13Guai a te, Corazìn, guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidone fossero avvenuti i prodigi che avvennero in mezzo a voi, già da tempo, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. 14Ebbene, nel giudizio, Tiro e Sidone saranno trattate meno duramente di voi. 15E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai! Le città pagane non avevano avuto la predicazione profetica che nei secoli li preparava al Regno , ma Isarele sì. Sòdoma , la città dei sodomiti ( omosessuali) venne incenerita da Dio perchè in essa non vi erano uomini giusti ( Gen 19,24 quand'ecco il Signore fece piovere dal cielo sopra Sòdoma e sopra Gomorra zolfo e fuoco provenienti dal Signore.) Così venne profetato su Tiro e Sidone  (Is 23 1 Oracolo su Tiro. Fate il lamento, navi di Tarsis, perché è stata distrutta: è senza più case... ,4 Vergógnati, Sidone -- Ez 28 ,8Ti precipiteranno nella fossa e morirai della morte degli uccisi in mare. ) Disprezzare la Grazia (la salvezza) divina non è senza conseguenze e infatti Gesù intona un lamento funebre :  Guai a te Corazìn, Betsàida, Cafàrnao ..Fino agli inferi ( il regno dei morti) precipiterai!  Gesù chiedeva conversione alla sua parola : non hanno voluto accoglierla (fossero avvenuti i prodigi che avvennero in mezzo a voi,( Tiro e Sidone) già da tempo, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite )Lc 10,16Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato» Il Padre , Gesù e i discepoli sono UNO. Una comunione di Spirito indivisibile :  il Regno di Dio . Il Padre e Gesù si affidano ai discepoli per "toccare gli uomini dall'alto" con il loro Spirito e accogliere chi crede nel Regno.I 72 sono testimoni oculari dell'avvento del Regno messianico Lc 17,20 I farisei gli domandarono: «  Quando verrà il regno di Dio?  ». Egli rispose loro: «Il regno di Dio non viene in modo da attirare l'attenzione, 21 e nessuno dirà: «Eccolo qui», oppure: «Eccolo là». Perché,  ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi!» 

Quando verrà?
- Domanda cruciale perchè i giudei pensavano che il Regno di Dio definitivo ritardasse a causa della presenza degli impuri nel popolo.

è in mezzo a voi - Il Regno di Dio non è qualcosa di eclatante che si instaura come avviene per il regno di un RE ( queste erano le apettative giudaiche), qualcosa che colpisce , dal quale ci si sente attratti e lo si accoglie con gioia.

Il Regno di Dio è interno all'uomo  : è la comunione di VITA dell'uomo con Dio , comunione che gli cambia la natura, che lo fa UOMO, come Gesù .

Il Regno di Dio è l' Uomo Compiuto , Gesù che "è già in mezzo a loro" ma non se ne sono ancora accorti.
La venuta dell'Uomo o Figlio dell'Uomo non sarà la restaurazione definitiva dell'Israele giudaico come potenza sulla terra ma qualcosa di NUOVO , mai visto prima.
Infondendo nel credente lo Spirito che sprigiona dal Sangue di Gesù , la VITA divina che supera la morte, Dio raduna una Umanità Compiuta e Definitiva, che è il Suo Regno.
Il Regno di Dio è già una Nuova Creazione (ricapitolata in una nuova Umanità), che sarà Compiuta , Integrale e definitiva. La Chiesa di Gesù.

Gesù ha smentito nei fatti tutte le aspettative giudaiche sul Regno di Jhwh : Il Regno di Dio non è qualcosa che " verrà" alla fine del mondo ( teologia del Libro di Daniele) , ma " ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi!» .

Lc 6,20 Ed egli, alzàti gli occhi verso i suoi discepoli, diceva: «Beati voi, poveri, perché  vostro è il regno di Dio . Lc 12,32 Non temere, piccolo gregge, perché  al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno 

Lc 9,2  E li mandò ad annunciare  il regno di Dio e a guarire gli infermi.
Lc 10, 17 I settantadue tornarono pieni di gioia, dicendo: «Signore, anche i demòni si sottomettono a noi nel tuo nome».18Egli disse loro: «Vedevo Satana cadere dal cielo come una folgore. «Signore, anche i demòni si sottomettono a noi nel tuo Nome». - cf. : Lc 11,20 Se ... io scaccio i demòni con il dito di Dio, allora è giunto a voi il regno di Dio.
Il Regno di Dio  viene dentro le persone  che ricevono ed accolgono lo Spirito di Gesù : l'esorcismo dei demoni ( o spiriti, o ideologie soprattutto religiose, o malattie ) ne sono il segno.

Non si tratta di poteri magici ma dello Spirito di Dio che libera l'essere da cioò che lo conduce alla morte e lo ri-crea UOMO, il NUOVO, l'Essere che ha in sè la VITA definitiva che supera la morte..
Lc 10,21Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, ciò che possiede è al sicuro. Si tratta del nemico, il "principe di questo mondo ", il satana che domina il mondo con tutti i mezzi che comminano morte.

cf. : Gv 12,31 Ora è il giudizio di questo mondo; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori ( = esorcizzato) . Gv 16,11 perché il principe di questo mondo è già condannato.)
Lc 10,22Ma se arriva uno più forte di lui e lo vince, Gesù è più forte del Nemico
Lc 10,22gli strappa via le armi nelle quali confidava Le " armi" del nemico sono i demoni, le idologie, gli spiriti maligni che dominano le menti , le malattie, i comminatori di morte,etc.
Lc 10,22e ne spartisce il bottino.Gesù sottrae al satana coloro che ne erano sottomessi e dominati
Tutti gli uomini sono sotto il potere del "principe del mondo", la morte ; // tutti gli uomini hanno dentro di sè demoni che li dominano e li portano alla morte e li fanno rimanere in essa.

Solo lo Spirito , la VITA che Gesù dona con le sue Parole, è " il più forte" che vince la morte : Egli purifica i credenti esorcizzandoli di tutte le "armi" della morte.
23Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me disperde. 24Quando lo spirito impuro esce dall'uomo, si aggira per luoghi deserti cercando sollievo e, non trovandone, dice: «Ritornerò nella mia casa, da cui sono uscito». 25Venuto, la trova spazzata e adorna. 26Allora va, prende altri sette spiriti peggiori di lui, vi entrano e vi prendono dimora. E l'ultima condizione di quell'uomo diventa peggiore della prima». Gesù mette in guardia chi lo segue : la sequela e la liberazione dalla morte senza il cambiamento di mentalità // di vita, non porta fuori dalla morte.

La testimonianza :   1Gv 3,14 Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla VITA, perché amiamo i fratelli. Chi non ama rimane nella morte.  
Lc 10, 19Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e sopra tutta la potenza del nemico: nulla potrà danneggiarvi. 20Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto perché i vostri nomi sono scritti nei cieli». Inno di lode 21In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. 22Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo». 23E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. 24Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono».io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e sopra tutta la potenza del nemico: nulla potrà danneggiarvi - sono immagini vittoriose del potere dato loro da Gesù sui demoni/nemici . I 72 sono esposti a minacce come pecore in mezzo ai lupi ma il nemico ( satan) non trionfa su di loro : viene precipitato ( dal Nome ) negli inferi e lì incatenato. ( Ap 12, 5ss )

I vostri nomi sono scritti nei cieli - frase enigmatica - Forse :
Fil 4, 3E prego anche te, mio fedele cooperatore, di aiutarle, perché
hanno combattuto per il Vangelo insieme con me, con Clemente e con altri miei collaboratori, i cui nomi sono nel Libro della VITA ( zoé) .

hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli.
Le scritture avevano profetizzato per i tempi messianici :
Is 29, 18Udranno in quel giorno i sordi le parole del libro; liberati dall'oscurità e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. 19Gli umili si rallegreranno di nuovo nel Signore, i più poveri gioiranno nel Santo d'Israele.
Is 26, 19
di nuovo vivranno i tuoi morti. I miei cadaveri risorgeranno!
Is 35, 4 Egli viene a salvarvi». 5Allora si apriranno gli occhi dei ciechi e si schiuderanno gli orecchi dei sordi. 6
Allora lo zoppo salterà come un cervo, griderà di gioia la lingua del muto,
Is 42, 16Farò camminare i ciechi per vie che non conoscono, li guiderò per sentieri sconosciuti;
trasformerò davanti a loro le tenebre in luce, i luoghi aspri in pianura.

I segni operati da Gesù e dai suoi discepoli compiono queste promesse.
Beati i 72 che sono testimoni della rivelazione divina nel tempo messianico ( la salvezza portata dal Nome di Gesù) mentre non lo sono re, profeti, scribi ed altri " grandi" del popolo che conoscevano e scrutavano le scritture senza comprenderle. Gv 5,39 Voi scrutate le Scritture, pensando di avere in esse la VITA eterna: sono proprio esse che danno testimonianza di me.
Lc 9,27 In verità io vi dico: vi sono alcuni, qui presenti, che non morranno prima di aver visto il regno di Dio».

Gesù si riferisce alle prime comunità cristiane che i giudei avrebbero visto dopo la sua morte-risurrezione e la Pentecoste cristiana.



top
Gesù LUCE nel discepoloLc 11, 33Nessuno accende una lampada e poi la mette in un luogo nascosto o sotto il moggio, ma sul candelabro, perché chi entra veda la luce.luogo nascosto - è un apax ed è di difficile interpretazione
il moggio - contenitore della farina per la famiglia.

Nessuno accende una lampada per riporla dove non ce n'è bisogno o dentro un contenitore che non la irraggia.

Lc 11, 34La lampada del corpo è il tuo occhio. Quando il tuo occhio è semplice, anche tutto il tuo corpo è luminoso; La lampada del corpo è il tuo occhio- Dall'occhio la luce entra nel corpo umano. L'occhio è come una lampada accesa che illumina tutto il corpo.

semplice (ἁπλοῦς) - lett. 1 candido , puro, 2 semplice 3 sincero . In senso morale : senza malizia - è in opposizione a πονηρὸς , lett. 1 che dà fatica o tribolazione, gravoso, dannoso 2 che è in stato non buono, difettoso, guasto, cattivo, inabile, inutile 3 in senso morale, cattivo, malvagio, perverso, triste, vizioso, vile.36Se dunque il tuo corpo è tutto luminoso, senza avere alcuna parte nelle tenebre, sarà tutto nella luce, come quando la lampada ti illumina con il suo fulgore».Quando il tuo occhio è semplice, anche tutto il tuo corpo è luminoso.- un occhio in salute, puro, limpido, lascia passare tutta la luce e il corpo che la riceve sarà luminoso.
il tuo corpo - semitismo per " esistenza, vita".

Gv 8,12 Gesù parlò loro e disse: «Io sono la LUCE del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la LUCE della VITA».La trasparenza alla VITA ( la LUCE di Dio, lo SPIRITO), rende il corpo dell'UOMO un corpo luminoso (come quello di Gesù nella sua trasfigurazione )  . Un CORPO-esistenza CELESTE o SPIRITUALE  (1Cor 15,44 è seminato corpo animale, risorge corpo spirituale..) Lc 11, 36 se ( l'occhio) è cattivo, anche il tuo corpo è tenebroso.Se l'occhio è difettoso, una lampada non trasparente, la luce non illuminerà il corpo. Il corpo sarà nella tenebra.
La LUCE che Gesù dona ( VITA//SPIRITO) è lampada accesa per il corpo, per l'esiatenza umana . Se non entra nell'uomo , non penetra perchè il suo occhio è difettoso come un vetro affumicato di una lampada o come la porta chiusa di una casa , quel corpo, quella esistenza sarà tenebrosa.

E le tenebre sono " ombra di morte".
Lc 11, 35Bada dunque che la luce che è in te non sia tenebra. 36Se dunque il tuo corpo è tutto luminoso, senza avere alcuna parte nelle tenebre, sarà tutto nella luce, come quando la lampada ti illumina con il suo fulgore».

top



home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY