Piccolo Corso Biblico




powered by FreeFind




Lo sviluppo dell'apocalittica cristiana Nella Bibbia si trovano affermazioni teologiche e sapienziali diverse e a volte contradditorie: ciascuna va compresa in riferimento al suo tempo , cioè al tempo storico dell'ambiente in cui si forma.

La sapienza di Israele è cresciuta man mano che l'esperienza storica in relazione con Dio si arricchiva di nuovi eventi salvifici . La sapienza del tempo di Abramo è diversa da quella del tempo di Mosè, da quella del tempo di Salomone, del tempo di Giosìa, del tempo dei Maccabei.

Pienezza della Sapienza Divina è Gesù:

Io come Luce sono venuto nel mondo (Gv 12, 46).
"  Veniva nel mondo la Luce vera, quella che illumina ogni UOMO (Gv. 1, 9).


Gesù è la Sapienza  fatta carne : l' UOMO compiuto, perfetto, definitivo che ricapitola in sè tutta la Creazione e le dà VITA, l' UOMO .

Lc 2,52 E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.
Mt 12,42 La regina del sud si leverà a giudicare questa generazione e la condannerà, perché essa venne dall'estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone ; ecco, ora qui c'è più di Salomone!
Mt 13,54 e venuto nella sua patria insegnava nella loro sinagoga e la gente rimaneva stupita e diceva:«Da dove mai viene a costui questa Sapienza e questi miracoli? »

Fatti ( miracoli) e Sapienza ( Parole ) di Gesù - intimamente legati - sono la pienezza della Rivelazione divina. In Gesù è tutta la Sapienza.

L'autore del IV Vangelo - che la tradizione chiama Giovanni e lo indica come discepolo di Gesù - ha " assorbito" il Suo Spirito , la Sua Sapienza e - guidato da Essa - scrive alle Chiese di ogni tempo come riconoscere la Rivelazione di Gesù nella storia dopo la Sua risurrezione( // l'Apocalisse di Gesù).
La critica letteraria del NT ha riconosciuto e chiamato " apocalissi " i testi simili al Libro di Giovanni .

L'apocalittica cristiana ha avuto uno sviluppo analogo a quello dell' apocalittica giudaica : le espressioni più antiche che abbiamo ( Scritti Paolini e Apocalisse sinottica) mostrano una chiara dipendenza, nel contenuto teologico e nella forma letteraria, dall' apocalittica giudaica .

Le persecuzioni romane dei giudei ai tempi di Antioco IV Epifane  avevano fatto prendere bruscamente coscienza che nell'AT il materiale religioso maturato nei secoli era pronto per essere applicato alla storia per una teologia della storia . La Teologia della storia è la  riflessione sul modo di operare di Dio nella storia :   qual è il senso della storia , l' escathon che la muove e la sua dinamica a partire dalla rivelazione divina, etc ? . Negli anni che precedono l'avvento di Gesù era fiorita un tipo di letteratura che oggi è chiamata apocalittica , parola che significa " di rivelazione" ( di Dio nella storia ) . Un fenomeno analogo si verifica nelle prime comunità cristiane per cui possiamo riconoscere una letteratura apocalittica cristiana. Il cristianesimo aveva avuto dei contatti sporadici con la società civile  : le persecuzioni - sia da parte delle sinagoghe ebraiche sia da parte dei romani - scuotevano le comunità e le costringevano a guardare in faccia una realtà sociale complessa e per lo più ostile.
Fu ineluttabile un confronto teologico globale del cristianesimo con la storia.La mente che ha Sapienza.
Lo specifico dell'apocalittica cristiana è una interpretazione sapienziale dei fatti storici ovvero una lettura della storia alla luce dei fatti e delle parole di Gesù , piena rivelazione ( e Sapienza) di Dio .Gesù è la Rivelazione ( greco : Apokalypsis) di Dio.
Nella bibbia ebraica ogni libro prende nome dalla prima parola del libro stesso e questo libro inizia con : Ἀποκάλυψις Ἰησοῦ Χριστοῦ che significa Rivelazione di Gesù Cristo. Le chiese cristiane evangeliche lo chiamano infatti più comprensibilmente " Rivelazione". La funzione del sapiente/visionario nella letteratura apocalittica giudaica viene ripresa dalla comunità cristiana che è sempre in "ascolto" sia del messaggio di Gesù che dei messaggi che vengono dalla realtà storica .
Per leggere l'azione salvifica di Gesù nella storia ogni chiesa deve usare la « mente che ha Sapienza » ( Ap 13,18 ). Le prime comunità furono in maggioranza comunità giudaico-cristiane dove il pensiero giudaico, le teologie della religione giudaica si confrontavano con la Rivelazione - Gesù.

Per questo nelle scritture del NT la sapienza cristiana si esprime ancora con il linguaggio giudaico ma rivela anche lo sforzo di adattarlo alla novità salvifica che è Gesù ed ai linguaggi dei pagani  cui il Libro si rivolge soprattutto dopo il 70 d.C. ( cioè la caduta di Gerusalemme , fine dell'istituzione giudaica e prima diaspora cristiana che dà inizio alla evangelizzazione delle Genti, i pagani)

Questo sforzo è evidente nei testi di Giovanni a partire dal prologo del suo vangelo ( Gv 1 ) dove crea un linguaggio che intercetta giudei, latini, greci e mediorientali ma è evidente soprattutto nel libro "Apocalisse di Gesù " , il libro " di rivelazione di Gesù nella storia " propriamente cristiano.
La storia è Rivelazione di Gesù ( Ap 1,1 ) e l'Apocalisse di Giovanni si presenta esplicitamente come "profezia" cioè Parole di Sapienza divina  che la interpreta  . Ap 1,3 3Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia e custodiscono le cose che vi sono scritte: il tempo infatti è vicino.Avvertirà Paolo :
Rm 12, 2 Non conformatevi  alla mentalità  di questo secolo,
le ideologie anche religiose che dominano la storia ma trasformatevi cambiate mentalità per mezzo della Parola di Gesù
rinnovando la vostra mente, acquisite la mentalità del Vangelo, la Buona Notizia dell'UOMO vero e immortale che ha VITA per poter discernere la volontà  di Dio il suo progetto cioè il compimento della creazione nell'UOMO Definitivo; progetto che è per ognuno di voi.
Gesù morto/risorto centro della creazione - storia La storia ha in Gesù il suo compimento : l' UOMO che ricapitola tutta la creazione ed è PERFETTO//COMPIUTO, passa dalla morte ( risorge) diventando DEFINITIVO.
La risurrezione di Gesù è l'esodo finale , l'uscita dal mondo antico dominato dalla morte e l' entrata nel Mondo Nuovo, il Regno di Dio o Regno della VITA.

A questo esodo sono da Lui chiamati a partecipare tutti gli uomini.


La Nuova Alleanza  . La croce è il monte dove Dio sancisce con l'umanità intera la sua Nuova Alleanza con l'umanità : "nel sangue di Gesù".

Mt26,26 Ora, mentre mangiavano, Gesù prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e, mentre lo dava ai discepoli, disse : «Prendete, mangiate: questo è il mio corpo». 27Poi prese il calice, rese grazie e lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti, 28perché questo è il mio sangue dell'alleanza, che è versato per molti per il perdono dei peccati.


Versato : analogia con il sangue dei sacrifici cruenti fatti al Tempio di Gerusalemme in cui il sacerdote versava il sangue della vittima sull'altare ; quel sangue conteneva la VITA ( bios) e la richiesta del sacerdote mirava a metterlo in comunicazione e unione ( comunione ) con la VITA ( zoe) di Dio.

E' una alleanza di Sangue//VITA con Dio e si riferisce a quella promessa dai profeti:

Ez 11,19 Darò loro un cuore nuovo, uno spirito nuovo metterò dentro di loro. // Ez 36 27Porrò il mio Spirito dentro di voi // e vi farò vivere secondo le mie leggi

Da subito la comunità cristiana comprese che lo Spirito di Dio è lo Spirito Creatore che forma il Cuore Nuovo dell'UOMO NUOVO.
Gesù è il senso della creazione-storia : Sapienza // Verbo creatore, Principio ( alfa) della creazione-storia e suo compimento  definitivo ( omega) . L'apocalittica cristiana scopre in Gesù, nelle sue parole ed opere , il compimento  delle promesse salvifiche di Dio annunciate dai profeti e - a partire dal compimento escatologico e universale di queste promesse , il Regno di Dio compiuto e definitivo- cerca di vedere profeticamente lo svolgersi della storia come storia di salvezza con al centro Gesù e la sua Chiesa.

Per comprenderne i testi è necessario familiarizzare con alcuni termini ricorrenti nei linguaggi con cui si esprime. Si tratta delle categorie teologiche prese dall'apocalittica giudaica anche apocrifa e reinterpretate alla luce dei fatti di Gesù.

Per non incorrere in confusioni ideologiche è necessario sempre disporsi a separare le teologie e le attese giudaiche dalle azioni di Gesù che le compiono in modo inatteso.

Con l'esodo finale di Gesù da " questo" mondo si chiude l'eone di Israele e inizia l'eone cristiano : finisce il Mondo Antico ed inizia il Mondo Nuovo, il Regno di Dio Lo Spirito//VITA di Dio è la Nuova Alleanza, il nuovo "Principio VITAle " dell'UOMO che lo  ispira a compiersi  nella sua NUOVA UMANITA' per passare dalla morte  e risorgere UOMO Definitivo. Gesù Cristo: egli è il vero Dio e // la VITA eterna. (1Gv 5,20)
At 13,32 E noi vi annunziamo la Buona Novella che la promessa fatta ai padri si è compiuta, 33 poiché Dio l'ha attuata per noi, loro figli, risuscitando Gesù, come anche sta scritto nel salmo secondo: "Mio figlio sei tu, oggi ti ho generato" 
Gesù risorto è il COMPIMENTO della promessa divina di salvezza della creazione ...nell'UOMO .

Nell'UOMO che ha VITA è ricapitolata tutta la creazione e in lui essa " ha VITA" , immortalità: " oggi ti ho generato".
La "fine dell'eone" ovvero " fine dell' età o epoca " spesso tradotto con " fine del mondo" è la " fine del Mondo Antico e l'inizio del Mondo Nuovo  e coincide con Il "compimento " dell'UOMO come UOMO, Perfetto e Definitivo avvenuto in Gesù risorto. At 26,22 [ io Paolo] con l'aiuto di Dio, fino a questo giorno, sto qui a testimoniare agli umili e ai grandi, null'altro affermando se non quello che i Profeti e Mosè dichiararono che doveva accadere, 23che cioè il Cristo avrebbe dovuto soffrire e che, primo tra i risorti da morte, avrebbe annunciato la Luce al popolo e alle genti».
Gesù, morto/risorto, UOMO Compiuto e Definitivo rivela //annuncia il significato della creazione-storia : Lui è venuto a compierla , a portarla a perfezione "in"  sè ed in ogni  UOMO che diventa UOMO ricevendo la Sua VITA.

La sua VITA ( che è divina  // immortale) è lo Spirito che genera l' UOMO NUOVO e lo porta a compiersi  fino ad essere DEFINITIVO.
La potenza ( // sapienza //miracolo //rivelazione ) della morte - risurrezione di Gesù come UOMO Definitivo che si dona all'umanità è la rivelazione del disegno/sapienza di Dio sulla creazione-storia e fonda la fede cristiana Dalla croce , morendo, il venerdi santo, 6° giorno della settimana giudaica e 6° giorno della creazione (quello in cui Dio " fa" l'UOMO e la donna) Gesù offre il suo Spirito ad ogni UOMO ( vivente o defunto ) come Principio Vivificante // creativo, di compimento definitivo , cioè di salvezza.Ogni UOMO che accoglie lo Spirito di Gesù ( nell'iniziazione cristiana ) diventa UOMO e cammina in quello Spirito verso il suo compimento definitivo, la sua morte-risurrezione.Col 2,12 con lui sepolti nel battesimo, con lui siete anche risorti mediante la fede nella potenza di Dio, che lo ha risuscitato dai morti.
Col 3,1 Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio;
La continua venuta salvifica di Gesù nella storiaAp 1,8Dice il Signore Dio: Io sono l'Alfa e l'Omèga, Colui che è, che era e che viene ( continuamente : Gesù è il " veniente") , l'Onnipotente! La gloria di Dio, il suo " peso" nella creazione-storia è visibile a tutti nella creazione, fin dal primo giorno ... e ... nella Sua rivelazione storica, Gesù , che ne è la pienezza, il COMPIMENTO DEFINITIVO . 
La risurrezione dei morti   La confessione di fede cattolica recita : Credo nella risurrezione dei morti  perchè la risurrezione dell'UOMO è una promessa di Gesù:
Gv 11,25 «Io sono la risurrezione e //la VITA : chi crede in me, anche se muore, VIVRA'
Gv 3,36 Chi crede nel Figlio ha la VITA eterna;
chi non obbedisce al Figlio non vedrà la VITA, ma l'ira di Dio rimane su di lui. Gv 8,51 In verità, in verità io vi dico: se uno osserva la mia Parola, non vedrà la morte in eterno ».
Gesù, la sua persona, corpo e sangue ( così si esprime la cultura ebraica per distinguere il vivente dal cadavere) anima e divinità ( aggiunge la tradizione cristiana ) è lo " Spirito//VITA che crea l' UOMO , lo compie nella Sua chiesa , gli fa superare la morte rendendolo UOMO DEFINITIVO .

Il corpo-sangue di Gesù , materiaSPIRITO è un tesoro preziosissimo : dalla croce , nella sua morte , il Suo sangue , "sprigiona" lo Spirito //VITA, per tutti. Ap 5,12 e dicevano a gran voce: « L'Agnello, che è stato immolato , è degno di ricevere potenza e ricchezza, sapienza e forza, onore, gloria e benedizione». Gesù promette che risorgerà da morte chi crede e assimila la Sua Persona perchè Lui ( e solo Lui) è la risurrezione// la VITA eterna.

Gesù - VITA è il Principio divino che - se presente nel credente, l'UOMO, alla morte, ... lo risorge!.
Gv 6,57 Come il Padre, che ha la VITA, ha mandato me e io VIVO della VITA del Padre, così anche colui che mangia me VIVRA della mia VITA.
Gv 5,24 In verità, in verità io vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha la VITA eterna e non va incontro al giudizio, ma è passato dalla morte alla VITA.

I credenti che ricevono -per fede nella promessa - il Suo Spirito e VIVONO " per Lui, con Lui e in Lui" ed hanno già in se stessi il principio di Risurrezione : sono già risorti e possono passare dalla morte come Uomini Compiuti ed essere Definitivi. 1Gv 5,12 Chi ha il Figlio, ha la VITA; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la VITA.La "risurrezione dei morti" è in realtà la risurrezione dei " VIVENTI", coloro che hanno VITA : la loro risurrezione è il " passaggio dalla morte" che è l'esodo dal mondo antico e dallo spaziotempo ... per entrare nell' " eterno" , il Regno di Dio, definitivamente. La lettura religiosa anche cristiana è ( purtroppo) ancora legata al libro Daniele della Bibbia Ebraica : Dio deve punire gli empi e salvare i giusti  per ammetterli nel suo Paradiso , quindi , in una ipotetica fine del mondo " deve risorgere i cadaveri dei defunti e metterli davanti a Lui insieme agli ultimi viventi per dividere gli empi dai giusti.

Questa letteratura uccide la fede e la speranza delle persone e di fatto uccide le Promesse di Gesù. Luca :

Lc 23, 39Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi! ». 40L'altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? 41Noi, ( secondo la teologia AT siamo condannati ) giustamente, perchè riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male». 42 E disse: «Gesù, ricòrdati di me quando entrerai nel tuo regno». ( il criminale crede all'annuncio di Gesù e accoglie il messaggio , la Buona Notizia del Regno di Dio. La sua fede gli apre la venuta dello Spirito. ) 43 Gli rispose ( Gesù) : «In verità io ti dico: oggi ( il venerdi Santo, l' ultimo giorno) con me sarai nel paradiso» ( perchè oggi con me morirai e risorgerai. Per la tua fede nelle mie promesse ricevi  i da Me lo Spirito che ti compie come UOMO Definitivo. La tua fede in Me ti ha salvato). Al ladrone che venne crocifisso accanto a Gesù e che crede in Lui Gesù dice : " oggi con me sarai nel paradiso" secondo la promessa : Gv 6,47 In verità, in verità io vi dico: chi crede ha ( subito) la VITA eterna.  Mt 7,7 // Lc 11,9 Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. E' un proverbio popolare : chiedere <ricevere /// cercare> trovare /// bussare> aprire . Sul piano umano chi non chiede non deve attendersi di ricevere qualcosa , così chi non cerca e non bussa. Questo vale - dice Gesù- anche sul piano della fede, nella relazione con il Padre : "vi sarà dato e vi sarà aperto" sono passivi teologici, il soggetto che e apre è il Padre.
Lc 11,13 Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!»A chi crede ( pone la sua FEDE nelle promesse di Gesù) quindi LO chiede, il Padre dona - per mezzo di Gesù - lo Spirito // la VITA che supera la morte (subito e gratis).

Incondizionatamente!

Lo Spirito è il DONO che di cui ogni UOMO ha bisogno per compiere il suo essere in modo definitivo, e "chiederlo" è il segno ( come per il ladrone in croce ) della fede nella Sua parola-promessa, un'offerta incondizionata e universale.

Questo è lo scandalo della Misericordia Divina : se lo Spirito , la VITA rimane nel credente e lo porta a compiersi come UOMO questi passa dalla morte! Risorge.
La misericordia divina è scandalo cioè inciampo per la fede in tutte le persone sapienti , soprattutto in quelle più religiose , che credono, coltivano e annunciano la loro idea di Dio come di un giudice che concede i suoi doni solo a chi li merita attraverso le azioni e le pratiche religiose

Dio // Gesù guarda solo la fede nella sua Parola-Promessa e non ai meriti o demeriti dell'UOMO, alle sue azioni passate  .

top



home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi dlla Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la mark>  PRIVACY POLICY