Piccolo Corso Biblico

(*1) - CATECHISMO UNIVERSALE DELLA CHIESA CATTOLICA ( CUCC )Il Vangelo della VITA
LEGGI : la VITA
 Che cosa attendeva il Mondo Antico ?

La  salvezza dalla morte: il compimento dell'essere che è fine di ogni mutamento,   incorruttibilità cioè definitività dell'essere . In definitiva l' immortalità Ma non è mai arrivata . Paolo : la causa è la " Legge del peccato".
La legge del peccato Rm 7, 18 Io so .. che in me, cioè nella mia carne, non abita il bene: in me c'è il desiderio del bene, ma non la capacità di attuarlo ; 19infatti io non compio il bene che voglio, ma il male che non voglio. [ il male si impone perchè mi tiene suo schiavo ] 21 Dunque io trovo in me questa legge [ qualcosa che si impone alla libertà della persona ] quando voglio fare il bene, il male è accanto a me    22Infatti nel mio intimo acconsento alla legge di Dio, 23ma nelle mie membra vedo un'altra legge, che combatte contro la legge della mia ragione [ così non faccio ciò che la mia ragione vuole  ] e mi rende schiavo della legge del peccato, che è nelle mie membra  C'è una evidenza teologica nella storia del mondo : la "Legge di vita" del regno umano ( Rm7, 23b-la legge morale della ragione o legge morale naturale non fu mai pienamente osservata dall'umanità rivelando che essa - pur dotata di libertà, ragione e volontà ha agito sempre come schiava di un'altra legge  , la "legge della trasgressione o legge del peccato".

Questa legge  " abita ogni essere umano come un padrone inesorabile "  togliendogli - di fatto- la piena libertà di seguire la proria "Legge di vita" e portare a compimento il proprio Essere.
Nonostante " nel suo intimo l'uomo acconsenti con la ragione alla legge di Dio " , la legge del peccato gli si impone rendendolo peccatore : faccio quello che non voglio e non sono più io a farlo ma il peccato che abita in me. Conclude Paolo : Rm 3, 9 Giudei e Greci,  tutti sono sotto il dominio del peccato, 10come sta scritto: Non c'è nessun giusto, nemmeno uno,La Legge del peccato è un dato universale dell'umanità e Israele non ne è escluso. Ora Dio è intervenuto nella storia inviando il Figlio unigenito Gesù per togliere il peccato del mondo Gv1,29Il giorno dopo, Giovanni vede Gesù venire verso di lui, e dice: «Ecco l’Agnello di Dio che ( αἴρων ) TOGLIE il peccato del mondo. 30Parlavo di lui quando dicevo: dopo di me viene uno che è più grande di me, perché esisteva già prima di me. 31Anch’io non lo conoscevo, tuttavia Dio mi ha mandato a battezzare con acqua, per farlo conoscere al popolo d’Israele». 32Poi Giovanni portò questa testimonianza: «Ho visto lo Spirito di Dio scendere come colomba dal cielo, e rimanere sopra di lui. 33Anch’io non lo conoscevo quando Dio mi mandò a battezzare con acqua, ma Dio mi disse: “Vedrai lo Spirito scendere e fermarsi su un uomo, è Lui che battezzerà con  Spirito Santo”. 34Ebbene, io l’ho visto accadere, e posso testimoniare che Gesù è il Figlio di Dio».
Gesù TOGLIE il peccato del mondo battezzando // immergendo l'uomo nello Spirito Santo : lo Spirito di Dio ( Santo) TOGLIE dall'uomo il " peccato del mondo" e lo fa " rinascere " ( // l'uomo ri-nasce dallo Spirito) "UOMO", un Essere NUOVO che ha una NATURA NUOVA ( 2 Pietro 1, 4 partecipa della natura immortale di Dio) : è l'uomoSPIRITO, che ha la VITA immortale di Dio. Così Paolo, rabbino giudeo, comprende come nè la Legge Mosaica nè la Tradizione giudaica ( nè nessun'altra legge religiosa nella storia ) abbiano mai potuto portare a compimento un solo uomo del mondo antico cioè renderlo " giusto".

Rm 7,20Infatti in base alle opere della Legge nessun vivente sarà giustificato davanti a Dio, perché per mezzo della Legge si ha [soltanto la ] conoscenza del peccato [ e non la salvezza da esso , perchè tutti sono dominati dalla legge del peccato]. 3, 9 Che dunque? Siamo forse noi [ giudei ] superiori [agli altri]? No!

Paolo conclude con una domanda retorica:

Rm 7, 24 Me infelice! ... 25 Io dunque, con la mia ragione, servo la Legge di Dio, con la mia carne invece la legge del peccato.
Me infelice! Chi mi libererà da questo corpo di morte? Solo un intervento divino può farlo. L'essere umano viene CAMBIATO da DIO stesso.1Cor 15,53 È necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta d'incorruttibilità //  e questo corpo mortale si vesta d'immortalità. 1Cor 15,54 Quando poi questo corpo corruttibile si sarà vestito d'incorruttibilità // e questo corpo mortale d'immortalità, si compirà la parola della Scrittura: La morte è stata inghiottita nella vittoria .
L'intervento salvifico di Dio condurrà l'essere umano a pienezza  in modo da essere incorruttibile, immutabile, immortale : la morte sarà vinta definitivamente.

Questa è la MISSIONE di Gesù.
L'attesa I pagani credevano nell' "eterno ritorno dell'uguale" , un tempo ciclico senza fine in cui il mondo manifestava sempre se stesso e si aspettavano di raggiungere una conoscenza , una sapienza che cambiasse il mondo con una svolta definitiva a favore dell'umanità.

I giudei si aspettavano questa svolta in accordo con l' annuncio dei profeti del " giorno di Jhwh" , cioè l' avvento improvviso del compimento del mondo e della storia, il Regno di Dio , instaurato in Palestina da un Messia potente .

Nel Regno di Dio sarebbero entrati solo coloro che Dio avrebbe giudicato " Giusti". Ma la scrittura diceva: non c'è nessun giusto" nemmeno uno . Quindi ci si chiedeva:
Lc 17, 20 « Quando verrà il regno di Dio? » Scriveva ancora Pietro dopo la risurrezione di Gesù alla sua comunità cristiana:

2Pt 3,13  aspettiamo Nuovi cieli e una terra Nuova ( // una NUOVA CREAZIONE), nei quali abita la Giustizia.
(l'uomo Giusto , libero dalla legge del peccato)

La Giustizia del Giusto si fondava sulla Legge Mosaica ma ...

Eb 7,19 la Legge ( mosaica) ..   non ha portato nulla alla perfezione 
Eb 10,1 La Legge infatti, poiché possiede soltanto un'ombra dei beni futuri e non la realtà stessa delle cose, non ha mai il potere di condurre alla perfezione .
Imporre una Legge all'umanità annunciandola come Legge divina non ha portato a perfezione nessuno uomo nel mondo antico : niente incorrutibilità , niente immortalità . L'avevano compreso i profeti dell'esilio che avevano annunciato la Nuova Alleanza di Dio con l'umanità come alleanza eterna :

Ger 33, 31Ecco, verranno giorni - oracolo del Signore -, nei quali con la casa d'Israele e con la casa di Giuda concluderò un'alleanza nuova. 32Non sarà come l'alleanza che ho concluso con i loro padri, quando li presi per mano per farli uscire dalla terra d'Egitto, alleanza che essi hanno infranto, benché io fossi loro Signore. Oracolo del Signore. 33Questa sarà l'alleanza che concluderò con la casa d'Israele dopo quei giorni - oracolo del Signore -: porrò la mia legge dentro di loro, la scriverò sul loro cuore. Allora io sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo. 34Non dovranno più istruirsi l'un l'altro, dicendo: "Conoscete il Signore", perché tutti mi conosceranno, dal più piccolo al più grande - oracolo del Signore -, poiché io perdonerò la loro iniquità e non ricorderò più il loro peccato"

allora dice Paolo :

Eb 11,40 Dio per noi  aveva predisposto qualcosa di meglio ( di una Legge)
IL VANGELO ( LA BUONA NOTIZIA)
dell'UOMO che supera la morte
Il compimento dell'essere umano Il Sommo sacerdoto ebraico ( sacerdozio levitico) una volta l'anno nel giorno del kippur entrava nel Santuario del Tempio invocando Dio per Nome ( ordinariamente proibito dalla Legge mosaica) cioè invocando il Suo Potere purificatore (dei peccati suoi e del popolo) e chiedendo l'iscrizione sua e di tutto il popolo - lì convenuto con pentimento e da lui rappresentato - nel libro della VITA

Eb 7,11 se la perfezione[ dell'essere ] si fosse realizzata per mezzo del sacerdozio levitico - sotto di esso il popolo ha ricevuto la Legge -, che bisogno c'era che sorgesse un altro sacerdote secondo l'ordine di Melchìsedek ( un re-sacerdote non dell'ordine sacerdotale ma laico, Gesù), e non invece secondo l'ordine di Aronne ( sacerdote di stirpe)?
La BUONA NOTIZIA : in Israele  è sorto un re-sacerdote laico ( un messia )  che realizza ciò che la Bibbia ebraica "adombrava solamente" : portare il popolo di Dio al compimento dell'Essere ,  la perfezione che è garanzia di immortalità Il re-sacerdote laico è Gesù di Nazareth che sancirà con il Suo sangue la Nuova Alleanza promessa dai profeti :

Lc 22, 25Poi, dopo aver cenato, fece lo stesso col calice. Lo prese e disse: «Questo calice è la Nuova  Alleanza che Dio stabilisce per mezzo del mio sangue.

E il Nuovo Popolo di Dio la potrà rinnovare continuamente nella storia

 25 b Tutte le volte che ne berrete, fate questo in memoriale di me». (// 1Cor 11,25 ;)

Annuncia Paolo :

2Cor 3, 6a Lui mi ha reso capace di essere  servo di una nuova  alleanza che non dipende da una Legge scritta, ma dallo Spirito

e avverte :
..2Cor 6b : la  Legge scritta porta alla morte, ma lo Spirito dà la VITA  . Si compie la promessa :

Ez 36, 27 Porrò il mio SPIRITO ( la mia VITA) dentro di voi e vi farò vivere secondo le mie leggi //e vi farò osservare e mettere in pratica le mie norme.
La NUOVA ALLEANZA sancita da Gesù non implicherà più nessuna Legge religiosa scritta da osservare pena la rottura dell'alleanza ma implica avere la VITA // farsi guidare dallo SPIRITO di DIO .
Gv3,34 Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito.
Il dono della VITA che sprigiona dal Sangue di Gesù è  SPIRITO  ... che " fluisce e scorre" dentro l'UOMO e lo " muove interiormente " così come muove Gesù e il Padre.

L'UOMO e il Padre sono mossi dallo SPIRITO a fare la stessa Volontà    : Lc 22, cadde in ginocchio e pregava dicendo: 42"Padre, se vuoi, allontana da me questo calice ( la crocifissione) ! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà". 43Gli apparve allora un angelo dal cielo per confortarlo
Nel Vangelo di Marco due racconti di miracolo annunciano Gesù come Colui che HA e che DA' gratuitamente VITA:

Dio dona la perfezione ( // l'incorruttibilità // l'immortalità) all'uomo infondendo in lui il Suo Spirito, la Sua VITA per mezzo di Gesù: questa è la Nuova Alleanza  eterna ( Dio  la considera non-annullabile) promessa.

Dio e l'uomo avranno la stessa VITA che " pulsa " in loro : ogni uomo che accoglie questa VITA ( lo Spirito) è un Uomo Nuovo : un "UOMO" che HA VITA e per questo può superare la morte

L'UOMO è rivestito di immortalità.
Gesù è l'inviato di Dio che
- raccoglie il Suo popolo con l' opera della evangelizzazione che suscita la FEDE
- lo purifica dalla Legge del peccato dandogli VITA sulla base della sola FEDE nelle Sue Parole-promesse
- l'uomo diventa UOMO che ha VITA, entra nel Regno di Dio , subito : il Regno della la VITA che supera la morte
- lo Spirito lo muove ad essere Giusto fino a renderlo perfetto nella somiglianza al Padre :  lo riveste cioè di  incorruttibilità // di immortalità 
- Nella morte, " passa " , risorge UOMO DEFINITIVO
Gesù : "SALVATORE"
salva // riscatta l'umanità dalla morte dandole "VITA"
Gv 6 Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM - 2 novembre 2014- studibiblici.it]

" ....
L’evangelista, al termine del suo Prologo, aveva scritto che Dio nessuno l’ha mai visto, solo il Figlio unigenito ne è la rivelazione. Gesù è la piena manifestazione, la piena presenza di Dio tra gli uomini. “Non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato”.
La volontà del Padre e la volontà di Gesù sono identiche: entrambi desiderano comunicare VITA, e VITA sovrabbondante, agli uomini. E poi Gesù afferma “E’ questa la volontà”, con l’articolo determinativo, non ci sono tante volontà. A volte si fa coincidere la volontà di Dio con gli avvenimenti tragici, tristi, di sofferenza della vita. Nel vangelo la volontà è unica e positiva. . “Questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno”.

Per la prima volta nel vangelo di Giovanni compare l’espressione “ultimo giorno” che poi comparirà sette volte, di cui quattro in questo lungo discorso, sempre associato al verbo “risuscitare”.
L’ultimo giorno nel vangelo di Giovanni ( che egli cadenza con il paradigma dei 6 giorni) è quello della morte / risurrezione di Gesù. Quando Gesù muore annuncia che "tutto è compiuto" ; annuncia che il progetto di Dio sull’umanità si è realizzato (in Lui) e così " consegna " ( al Padre) il suo Spirito. L' "ultimo giorno" è il giorno della morte che in Gesù è una esplosione di VITA.

Gesù, morendo, consegna la VITA a Dio, consegna il suo Spirito. “Questa infatti è la volontà del Padre mio”.
Gesù torna di nuovo a ripetere, a ribadire quale sia "la volontà". E Gesù si è definito il figlio dell’UOMO, è stato definito il figlio di DIO, qui si parla soltanto di “figlio”. Vedere il figlio significa riconoscere la capacità dell’uomo di essere Figlio di Dio ( cioè UOMO) realizzando in sé il Progetto del creatore “Chiunque vede il Figlio e crede”, cioè Gli dà la sua adesione, “in lui abbia VITA , senza l’articolo come invece viene tradotto, eterna”

Perché questa definizione dell’evangelista? Perché l’omissione dell’articolo? Perché la VITA eterna avrebbe potuto far pensare a quella della credenza giudaica, cioè una vita che iniziava dopo la morte, come un premio per la buona condotta tenuta nella vita presente.

No! Gesù dice “Che lui abbia VITA eterna”, una VITA che è già eterna, non tanto per la durata indefinita, ma per la qualità, che è divina e quindi indistruttibile.
Il dono dello Spirito, ci assicura Gesù, porta con sé il dono della risurrezione già in questa vita. Gesù dirà poi più avanti che chi crede in lui non farà mai l’esperienza della morte."
Superare la morte Col 1, 15Egli è immagine del Dio invisibile, primogenito di tutta la creazione,... principio, //  primogenito di quelli che risorgono dai morti .
Lc 24,34 dicevano: « Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone!»

Gesù è " il primogenito di quelli che risorgono dai morti"
 .. primogenito  

Nella cultura ellenistica l'immagine (di qualcosa, indicava ciò che sta tra la cosa e il suo e archetipo , la “forma originaria" della cosa) . Una cosa , prima di "mostrarsi" reale, assunme un volto, una immagine. Tra la creazione ( la cosa ) e il Creatore ( l' archetipo) c'è l'immagine .
Prima della Creazione ( l'ente, la cosa ) ci fu l' immagine . Gesù è immagine della Creazione ma dal versante Creatore : come immagine è " generato prima di ogni creatura" ( non è " creato" ) ; è il primogenito della Creazione, cioè viene prima di ogni cosa creata.
Nella cultura ebraica, primogenito è colui che appartiene a Dio e che va riscattato : sarebbe diventato capofamiglia. Essere primogenito significava essere una eccellenza, non semplicemente " essere arrivato per primo" .
Gesù in quanto Sapienza e immagine della Creazione è il primogenito della creazione : è generato da Dio prima di ogni ente ( cosa) , non è " creato".
Gesù è Figlio di Dio : possiede la vita umana e la VITA divina e questa è la chiave della Sua risurrezione. Il figlio , nella mentalità di quel tempo, prende la vita dal padre ( la donna era considerata un contenitore-incubatore) e Gesù è il Figlio di Dio " : Dio è suo Padre, da LUI ha preso VITA , ovvero lo Spirito Pneuma , il principio vitale )

Cf. tutte le promesse di VITA fatte da Gesù



" Io SONO la VITA" Gv 1,4  - In Lui era la VITA ( ζωὴ) 

Gesù è morto ma è passato dalla morte, è risorto da morte e si è manifestato, ai suoi è apparso VIVENTE di una VITA che supera la morte.
Lui solo - risorgendo - ha rivelato questa VITA : è la VITA che ha in sè per natura perchè è Figlio di Dio, è la VITA divina , che è indistruttibile // eterna.La VITA divina che è in Gesù riveste l'uomo di immortalità e lo risorge da morte. Gv 11,25 « Io sono la risurrezione  e // la VITA (che supera la morte); chi crede in me , anche se muore, VIVRA' Che cosa è  propriamente  "cristiano" ?
Ciò che differenzia il cristiano è l' aver ricevuto da Gesù la salvezza dalla morte , la VITA che supera la morte, l'immortalità . Per la sola FEDE in Lui.
Gesù è il  Principio di risurrezione da morte e promette che  chi crede in Lui passerà dalla morte (// risorgerà) per VIVERE della Sua stessa VITA .   1Gv 1,2 la VITA infatti  si manifestò ( in Gesù )  ,  noi  l'abbiamo veduta  e di ciò  diamo testimonianza :   quello che abbiamo veduto e udito    ,  noi lo annunciamo anche a voi , perché anche voi siate in comunione con noi. E la nostra comunione è con il Padre e con Gesù.I testimoni di Gesù hanno " veduto " la VITA"  // lo Spirito che fluiva dalle Sue Parole e che Egli comunicava nelle Sue Opere: essi annunciano che  Gesù "è" VITA . e lo testimoniano :

1Gv5,11   Dio  ci ha dato la VITA eterna   e questa VITA  è nel suo Figlio
Il Dio Creatore dona  alla sua Opera cioè alla Creazione, la Sua VITA immortale .... donandola all'uomo credente per mezzo di Gesù.

Nell'UOMO che ricapitola in sè la creazione-storia, l'UOMO nato dal SUO SPIRITO , Dio porta a compimento, perfezione, definitività tutta la Creazione-storia!
l Suo NOME , Gesù, significa in ebraico " Salvatore " , Colui che salva .. l'umanità dalla morte donandole   la VITA che " riveste di Immortalità ".
Rm 8,29 quelli che egli da sempre ha  conosciuto , li ha anche predestinati a essere conformi all'immagine del Figlio suo , perché egli sia  il primogenito tra molti fratelli; 
Coloro che ricevono ed accolgono la VITA sono destinati dal Progetto di Dio a diventare  conformi all'immagine di Gesù , il Primogenito di molti Figli di Dio!

" Generati dallo Spirito di Dio"
  da cui prendono VITA,  sono "Suoi  Figli"  e sono fratelli  di Gesù ... e fra loro.
Il VANGELO dell'Acqua VIVA Geremia 17, 13 13Signore, tu sei la speranza d’Israele: chi ti abbandona è destinato al fallimento! Quelli che si allontanano da te spariranno come nomi scritti nella polvere perché hanno abbandonato te, il Signore, la sorgente di Acqua VIVA.
Giovanni 4, 10  Gesù le dice: — Tu non sai CHI è che ti ha chiesto da bere e non sai che cosa Dio può darti per mezzo di Lui. Se tu lo sapessi, saresti tu a chiederglielo, ed egli ti darebbe Acqua VIVA.
Gv 3,5 «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da Acqua ( VIVA) // e Spirito, non può entrare nel regno di Dio
 Mt 24,14 Questo vangelo del Regno sarà annunciato in tutto il mondo, perché ne sia data testimonianza a tutti i popoli; La FEDE nelle Parole-promesse di Gesù
è il ponte che permette alla VITA di fluire nell' uomo .
Gesù ha come chiamata-missione affidatagli dal Padre quella di annunciare la VERITA' ( Lui stesso ) donare VITA ( Lui stesso) , ad ogni uomo credente così che passi indenne dalla morte cioè risorga come Essere compiuto, definitivo.

Gv 3, 17 Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo  ( come si attendevano i giudei )  , ma  perché il mondo ( l'umanità, dominata dalla morte )   si salvi  ( dalla morte raggiungendo il compimento , la perfezione, la definitività del suo essere , l'immortalità )   per mezzo di Lui.  per mezzo di Lui  : Gesù è  la VITA che riveste l'uomo di immortalità quindi è la VIA per superare la morte .Gv 5,39 Voi ( giudei ) scrutate le Scritture, pensando di avere in esse la VITA eterna : sono proprio esse che danno testimonianza di Me. (Colui che veramente dona la VITA ) ... 46Se infatti credeste a Mosè, credereste anche a me; perché egli ha scritto di me. 47Ma se non credete ai suoi scritti, come potrete credere alle mie parole?»
I giudei pensavano che scrutando continuamente le loro Scritture avrebbero trovato la chiave della VITA che supera la morte .

Cercavano di ottenerla con la religione : ( " Luca 10, 25  Maestro, che cosa devo fare per avere la VITA eterna? Giovanni 5, 39  «Voi leggete continuamente la *Bibbia perché così pensate di avere VITA eterna: ebbene, anche la Bibbia testimonia di me! Giovanni 5, 40  Ma voi non volete venire a me per avere la VITA.").

L'essere umano non può avere la VITA  se non da Gesù.
Le Parole di Gesù dicono che Lui è venuto per dare VITA all'uomo : credere alle Sue parole significa non credere ad altro, non cercare la VITA in altro.

Pietro esprime la sua FEDE nelle Parole di Gesù ed in esse Egli comunica VITA .  

Gv 6,68 disse Simon Pietro: «Signore, da chi andremo?  Tu hai Parole di VITA eterna  
E' questo il tempo ( eone) in cui " i morti", ( tutti gli uomini per natura sono mortali e condannati a rimanere nella morte), che incontrando Gesù e  credendo in Lui , " si fanno avanti //si alzano // sorgono dalla loro condizione di mortali aspiranti alla VITA definitiva" per  accogliere con la FEDE la VITA che supera la morte  . Per contro quanti fecero il male "si fanno avanti //si alzano // sorgono dalla loro condizione di mortali aspiranti alla VITA definitiva" per riaffermare le loro dottrine religiose e così  autocondannarsi con il loro RIFIUTO del Vangelo a rimanere nella condizione di mortali aspiranti alla VITA definitiva.
Gv 5, 24 In verità, in verità io vi dico:  chi crede  ... non va incontro al giudizio,.. ma  è [ già ] passato dalla morte alla VITA Gesù dà la Sua Parola:
Gv 6,63 È  lo Spirito che dà la VITA , la carne  ( tutto ciò che è umano, compresa la religione )  non giova a nulla;  le Parole che io vi ho detto ( le mie !   quelle che ho udito dal Padre)  sono Spirito e sono VITA
Grande Mistero :  nessun profeta ha mai detto " le mie parole sono VITA di Dio che supera la morte, VITA che io comunico a voi."
Gv 3,34 Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito  ( // la VITA)Gesù DA' all'uomo mortale la VITA che supera la morte  attraverso le Sue  Parole ! Chi ascolta, comprende e accoglie con la FEDE le Sue Parole, accoglie lo Spirito, // la VITA che supera la morte . LO assimila. Qual è l'"opera" richiesta da Gesù per " avere " la VITA? Gv 6, 28Gli dissero allora: «Che cosa dobbiamo compiere per fare le opere di Dio? ». 29Gesù rispose loro: «Questa è l'opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato» L' unica " opera" umana che introduce nella Vita eterna è l'" opera" della FEDE. Chi risponde ( scelta) con FEDE alla Parola-promessa di Gesù, quindi mette in ATTO la Parola , entra nella Vita che supera la morte . Coloro che accolgono la Vita nel battesimo amministrato da Gesù la Vivono subito come risorti dalla morte e se perseverano in Essa  si compiono come UOMINI e non vedranno mai la morte : questa è la salvezza .Mentra l'escatologia giudaica era una escatologia futura ( in futuro Dio compirà il suo Regno) quella cristiana è una escatologia presente : la Vita eterna si riceve con la FEDE e la si Vive subito, tutti insieme, nella comunità di Gesù, fino a compiersi come UOMINI e risorgere DEFINITIVI passando dalla morte. Gesù risorge l'UOMO da morte .. se questi ha in Sè la VITA.La risurrezione non è un automatismo della natura umana ( Gv 6,63 la carne non giova a nulla , è lo Spirito che dà VITA) nè una conseguenza automatica del battesimo cristiano : l'UOMO ha VITA ma è introdotto in un CAMMINO DI FEDE .... perchè giunga al suo COMPIMENTO .

Tutti coloro che hanno in sè la VITA ....e giungono ad essere UOMINI e DONNE COMPIUTI, ... questi passano dalla morte ( risorgono) . 
"credi tu questo?" Gv 3, 16 Dio infatti ha tanto amato il mondo da DARE il suo Figlio unigenito, perché  chiunque crede in Lui  non muoia  // ma abbia ( adesso, subito) la VITA eterna
non muoia - E ' proprio così :
Gv 11,25 Gesù le disse: « Io sono la risurrezione  // e sono la VITA;  chi crede in me, anche se muore, VIVRA'  
La risurrezione non è un evento automatico che ogni essere umano possiede per natura e che avverrà in una ipotetica " fine del mondo" , ma è un Principio che è nell'UOMO ed è Gesù  [ Io sono la risurrezione ].

Gesù si mette a disposizione di tutta l'umanità che crede in Lui come Risurrezione // VITA definitiva.
1Cor 15,17 se Cristo non è risorto, vana è la vostra fede  ( in Lui )  e voi siete ancora nei vostri peccati ( // la morte).La risurrezione di Gesù è la rivelazione della VITA che supera la morte .

E la VITA che Gesù dona è - secondo Paolo-  il fondamento della FEDE cristiana. 
Gv 6,40 Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in Lui abbia la VITA eterna ; // e io (che sono la VITA) lo risusciterò

L'uomo mortale -" l'essere che ricapitola in sè tutta la creazione- riceve da Gesù la VITA e viene  "rivestito di immortalità " Gesù è il " segno" vivente della VITA che supera la morte : Essa fluisce nell' uomo se trova il PONTE della FEDE.
La FEDE nella Parola di Gesù è il PONTE per lo Spirito:

Lc 8,43 una donna, che aveva perdite di sangue da dodici anni, la quale, pur avendo speso tutti i suoi beni per i medici, non aveva potuto essere guarita da nessuno, 44gli si avvicinò da dietro, gli toccò il lembo del mantello e immediatamente l'emorragia si arrestò. 45Gesù disse: «Chi mi ha toccato?». Tutti negavano. Pietro allora disse: «Maestro, la folla ti stringe da ogni parte e ti schiaccia». 46Ma Gesù disse: «Qualcuno mi ha  toccato . Ho sentito che  una Forza è uscita da me ». ..,.48Egli le disse:
Lc 8,48 «Figlia, la tua fede ti ha salvata. Va' in pace!  ».Gesù è "datore di Spirito" ma è necessaria la FEDE in Lui   che fa da PONTE per lo Spirito così che possa fluire nell'uomo per farlo UOMO. Gv 6,47 In verità, in verità io vi dico: chi CREDE ha ( subito) la VITA eterna.
Gv 5,24 In verità, in verità io vi dico: chi ascolta la mia Parola e crede a colui che mi ha mandato , HA ( subito) la VITA eterna
.

Il Padre è il Creatore , le sue " opere" sono creazione. Egli è " in Gesù, perenennemente ( rimane in me) e per mezzo delle Parole di Gesù Egli continua ad operare-creare.  In Gesù e per mezzo delle sue Parole// Opere il Padre estende il suo Regno, porta a compimento la creazione ... nell' UOMO .
Come il Padre ha mandato me,
anche io mando voi»  (Gv 20, 21) 
La Creazione va compiendosi per mezzo di Gesù come NUOVA CREAZIONE in ogni UOMO che riceve VITA e // immortalità .
L' Opera della NUOVA CREAZIONE deve continuare per mezzo dei discepoli : Gv 20, 21 ( Gesù risorto appare ai discepoli)  «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». 22Detto questo,  soffiò  e disse loro: « Ricevete lo Spirito Santo...  » I discepoli avevano ricevuto da Gesù più volte lo Spirito  che realizza la comunione di VITA con Lui e con il Padre : " Io in voi- voi in Me- Io nel Padre". Luca vede nell'evento della Pentecoste cristiana ( Atti cap.2) la discesa dello Spirito nei discepoli per " essere in loro" in vista della MISSIONE di evangelizzazione del mondo.Con questo erano pronti per la missione : annunciare le PAROLE di Gesù che comunicano lo Spirito . L'evangelizzazione del mondo parte dall'annuncio delle PAROLE di Gesù da parte dei primi " inviati" (o apostoli) e continua con coloro che i primi apostoli ( testimoni oculari e auditivi di Gesù , suoi discepoli ) invieranno come evangelizzatori .

In seguito alcuni cristiani  conoscitori delle scritture ebraiche ( come maestri della legge , rabbini e sacerdoti  ebrei ) hanno fissato i discorsi dei primi apostoli con testi scritti che altri ( redattori finali) hanno utilizzato per scrivere i 4 vangeli.
Lc 1,1 Poiché molti hanno cercato di raccontare con ordine gli avvenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi, 2come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola, 3così anch'io ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teòfilo, 4in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto ( nelle catechesi) .
Gv 20,31 questi [testi ] sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo , abbiate la VITA nel suo Nome ( // in virtù del suo Potere) .



AVVERTIMENTO
Gv 15,4 Rimanete in me e io in voi. ,7 Se rimanete in me e // le mie Parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sarà fatto. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me.
Gv 15,11 Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. 

top


DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY