Piccolo Corso Biblico


L'annuncio escatolgicoMc 10,2932Mentre erano sulla strada per salire a Gerusalemme, Gesù camminava davanti a loro ed essi erano sgomenti; coloro che lo seguivano erano impauriti. Presi di nuovo in disparte i Dodici, si mise a dire loro quello che stava per accadergli: Mc 10,33«Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e  il Figlio dell'uomo sarà consegnato  
( Marco introduce un passivo teologico : sarà consegnato da Dio alla morte. Vuole anticiparci che la morte di Gesù fa parte del Piano Salvifico Divino e per questo Gesù non si opporrà )
ai capi dei sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani   34lo derideranno, gli sputeranno addosso, lo flagelleranno e  lo uccideranno,
(qui non è più Dio a consegnarlo) 
e dopo tre giorni risorgerà» 
Presi di nuovo in disparte i Dodici- Non avevano capito nulla dell'annuncio di Gesù. Lo seguivano verso Gerusalemme ma non comprendevano il senso di quel cammino.

Gesù ripete l'annuncio della sua morte aumentando i dettagli . I giudei non solo lo rifiuteranno , ma : lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani. Questi ( i pagani romani) non lo uccideranno semplicemente : 34lo derideranno, gli sputeranno addosso, lo flagelleranno e lo uccideranno. Ma ecco la Buona Notizia : e dopo tre giorni risorgerà».

I discepoli erano tutti giudei e nelle attese giudaiche non c'era la previsione di qualcuno che sarebbe risorto subito da morte ( tre giorni è un tempo teologico ).

L’espressione dopo tre giorni risorgerà può essere compresa in  senso cronologico legato alla testimonianza del risorto come fatto reale  : è il terzo giorno dopo la morte quando i discepoli ricevono dalle donne l’annuncio della risurrezione con apparizione . Ci sono diversi episodi biblici che l'espressione può evocare : tre giorni sono il tempo di Gn 2,1; Gn 40,12; 2Sam 24,10-17 ; 2Re 20,5.8. C'era la credenza che Dio non permette ad un giusto di soffrire per più di 3 giorni.  Altri testi indicano il terzo giorno come  un paradigma temporale per un intervento decisivo da parte di Dio nella storia  (cf. : Gn 22 - Es 19-Os 6,2 e la vicenda di Giona ripresa da Gesù stesso in Mt 12,40). Una tradizione rabbinica ben attestata  riteneva che la corruzione del cadavere iniziasse a essere effettiva solo dopo il terzo giorno ; dice il salmo (Sal 16,9-11) che il Messia (Davide) non doveva superare questi 3 giorni . La vicenda di Lazzaro amico di Gesù narrata da Giovanni attesta questa credenza ( Gv 11, 14ss) ma indica anche come Gesù aveva spiegato ai discepoli di quale risurrezione parlava ( Gesù disse loro: liberatelo e // lasciàtelo andare. ...al Padre.)Gv 12,24 In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto
Camminare con Gesù significa seguirLo fino alla morte e di questa non bisogna aver paura perchè è lì che si rivela la VITA DEFINITIVA (Gesù risorge) . Questo è il cammino di fede nel Padre ( nel Progetto UOMO) per ognuno che si faccia discepolo di Gesù.

Il Cammino dell'UOMO verso la sua DEFINITIVITA'.
Il Nuovo Santuario di Dio
Dice Gesù : ogni "santuario" di Dio fatto di pietra andrà polverizzato e il NUOVO santuario, unico dell'unico Dio rivelato , è il Suo CORPO.
Gesù è la  pietra angolare VIVA del NUOVO SANTUARIO di DIO, quello definitivo a cui si uniscono le pietre VIVE  dei suoi discepoli, UOMINI e DONNE, santuari dello Spirito.1Cor 11,24 e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio CORPO  ( materiaSpirito, eternamente VIVENTE)  , che è per voi; fate questo in memoria di me.
1Pt 2,5 quali pietre VIVE siete costruiti anche voi come edificio spirituale, per un sacerdozio santo e per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, mediante Gesù Cristo.
Rm 12,1 Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a
offrire i vostri CORPI come sacrificio vivente,  ( materiaSpirito, VIVO)  santo e gradito a Dio; è questo il vostro culto spirituale.
L'OPERA CRISTIANA è la costruzione -nella storia- del Nuovo Santuario VIVENTE di Dio, l'UOMO , la cui PIETRA ANGOLARE, il FONDAMENTO, è Gesù risorto, primizia di tutti i risorti VIVENTI nella storia . .. secondo la promessa:

Isaia 28,16 Perciò così parla il Signore, Dio: «Ecco, io ho posto come fondamento in Sion una pietra, una pietra provata, una pietra angolare preziosa, un fondamento solido; chi confiderà in essa non avrà fretta di fuggire. »

Sal i 118:22 La pietra che i costruttori avevano disprezzata è divenuta
la pietra angolare.

-
pietra angolare ( foto:wikipedia)

Il NUOVO SANTUARIO è quello DEFINITIVO, il MONDO NUOVO della materiaVITA, indistruttibile . L' OPERA di Gesù-VITA avviene nel Corpo di ogni "fedele" ed è l'edificazione di lui come SANTUARIO DELLO SPIRITO ( la VITA).1Cor 6,19 Non sapete che il vostro corpo è tempio (ναὸς)  dello Spirito Santo, che è in voi? Lo avete ricevuto da Dio e voi non appartenete a voi stessi.

Con ogni UOMO-SANTUARIO Gesù costruisce una COMUNIONE di corpiVITA , il CORPO MISTERIOSO ( mistico) dell' uomoDIO nella storia.

Al termine della storia tutto si corromperà, sparirà , eccetto questo NUOVO SANTUARIO ETERNO.


Cristo in croce, Sapienza di Dio 1 Cor 1, 22Mentre i Giudei chiedono segni ( divini) e i Greci cercano sapienza, 23noi invece annunciamo Cristo crocifisso: scandalo per i Giudei e stoltezza per i pagani; 24ma per coloro che sono chiamati, sia Giudei che Greci, Cristo è Potenza di Dio e // Sapienza di Dio.
Gli uomini da sempre cercano il sacro e inseguono le sue manifestazioni ( jerofanie e cratofanie) ; cercano la sapienza che faccia loro conoscere la trama del mondo e della storia (conoscenza, gnosi ) .

I cristiani annunciano e Vivono Gesù, l' UOMO , che è Potenza ( Sacro) di Dio e Sapienza ( epignosis , superconoscenza ) di Dio.
25Infatti ciò che è stoltezza di Dio ( secondo la religione) è più sapiente degli uomini, e // ciò che è debolezza di Dio ( Gesù crocifisso) è più forte degli uomini. 26Considerate infatti la vostra chiamata, fratelli: non ci sono fra voi molti sapienti dal punto di vista umano, né molti potenti, né molti nobili. 27Ma quello che è stolto per il mondo ( Gesù crocifisso), Dio lo ha scelto per confondere i sapienti; quello che è debole per il mondo ( Gesù crocifisso), Dio lo ha scelto per confondere i forti; 28quello che è ignobile e disprezzato per il mondo ( Gesù crocifisso), quello che è nulla ( Gesù crocifisso), Dio lo ha scelto per ridurre al nulla le cose che sono, 29perché nessuno possa vantarsi di fronte a Dio.

Coloro che per la FEDE accolgono Gesù, VIVONO " in Lui" , infatti sono fusi con Lui e da Lui ereditano la Potenza divina ( lo SPIRITO // VITA) e la Sapienza. 30Grazie a LUI voi siete in Cristo Gesù, il quale per noi è diventato Sapienza per opera di Dio, giustizia, santificazione e redenzione, 31perché, come sta scritto, chi si vanta, si vanti nel Signore.

"sarete miei testimoni" I discepoli di Gesù non sono chiamati ad acquisire competenze religiose per seguire ed insegnare la Legge religiosa cioè diventare autorità religiose.

L'unica autorità nel Nuovo Popolo di Dio è la Parola di Dio, Gesù stesso  .

Solo Gesù che è la Parola di Dio, è il Capo, la Guida, il Pastore dei suoi discepoli // e del Suo popolo.

I discepoli non sono la Parola di Dio (che "guida" la creazione e la storia verso la salvezza, il COMPIMENTO, l'UOMO DEFINITIVO ): essi sono solo i suoi testimoni.
Sulla croce è la fine del mondo antico
e la primizia del Mondo Nuovo.
I giudei attendevano l'avvento del Regno di Dio (in Palestina) con la manifestazione della Potenza del Suo Messia .

Sarebbe stata la "fine del Mondo" ( Antico ) // e della storia e l'inaugurazione del Mondo Nuovo , il Regno di Dio.

Il Messia finale avrebbe sottomesso tutti i nemici di Israele e sterminato gli empi nel popolo, purificandolo e rendendolo adeguato a vivere su questa terra nella giusta relazione con Dio, per sempre.

Dio avrebbe inaugurato in Palestina il Nuovo Mondo definitivo, centrato su Gerusalemme e Israele avrebbe goduto per sempre della sottomissione e dei beni di tutti gli altri popoli.

Gesù aveva annunciato durante tutta la sua predicazione che le cose non sarebbero secondo queste aspettative ma neppure i suoi discepoli lo avevano ben compreso // e creduto.

Gv17,1 Gesù... alzàti gli occhi al cielo, disse: «Padre, è venuta l'ORA: l'"ORA" nel Vangelo secondo Gv è quella della morte-risurrezione
glorifica il Figlio tuo
cioè manifesta la Pienezza umanoDIVINA di tuo Figlio , L'UOMO COMPIUTO E DEFINITIVO che ricapitola in Sè tutta la Creazione . La gloria di Gesù è il suo " peso" nella storia .
perché il Figlio glorifichi te.
perchè Egli , glorificato nella sua Pienezza, manifesti a tutti il Tuo peso ( gloria) nella creazione-storia dell'umanità.

La "gloria che Gesù avrà" sarà la stessa di quella del Padre : Gesù nella sua UMANITA' manifesterà in pienezza la sua DIVINITA' di Figlio // che condivide la stessa gloria del Padre, risorgendo da morte.
Sulla croce , il Padre "glorifica Gesù" con la risurrezione e Gesù è UOMO COMPIUTO E DEFINITIVO, il primo che rivela la Gloria del Padre nella storia.. Gv 19,30 Dopo aver preso l'aceto, Gesù disse: «È compiuto!». E, chinato il capo, consegnò lo Spirito.

Lc 23,33 Quando giunsero sul luogo chiamato Cranio, vi crocifissero lui e i malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra.... 39Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». 40L'altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? 41Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male». 42E disse: «Gesù, ricòrdati di me quando entrerai nel tuo regno». 43Gli rispose:«In verità io ti dico:   oggi con me sarai nel paradiso ».Gv 7, 40 Questa infatti è la volontà del Padre mio:  che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la VITA eterna ; e io lo risusciterò  nell'ultimo giorno  
L'ultimo giorno della creazione , in Gn1 il 6° , il venerdi della settimana creativa di Dio è quello della creazione dell'uomo ; quel venerdi termina nell'ORA della croce, il venerdi " santo" in cui l'UOMO COMPIUTO risorge da morte DEFINITIVO ( e con Lui una primizia : il criminale cocifisso e credente). Sulla croce Gesù " glorifica il Padre" compiendo la sua opera di " Salvatore " : consegna lo Spirito al Padre perchè lo dia all'uomo credente per farlo UOMO .

Il primo credente - ed è un criminale pentito crocifisso accanto a Lui- muore e risorge con Gesù , subito, come UOMO COMPIUTO e DEFINITIVO.

Sulla croce si manifesta la Gloria ( il "peso" ) della AZIONE di Gesù e del Padre nella creazione-storia : dare la VITA definitiva all'uomo credente.
«Se qualcuno ha sete ( di VITA )...Gv 7. 38  venga a me, e beva chi crede in me. Come dice la Scrittura: Dal suo grembo  sgorgheranno fiumi di Acqua VIVA  , ». 39Questo egli disse dello Spirito che avrebbero ricevuto i credenti in lui: infatti non vi era ancora lo Spirito, perché Gesù non era ancora stato glorificato.

Sarà Gesù, il Messia di Dio tanto atteso da Israele , che " verrà nella gloria del Padre" per dare all'uomo credente la Sua stessa Gloria e l'ORA in cui "viene " è quella della sua morte-risurrezione, sulla croce
Nell'ORA della croce Gesù DA' lo Spirito, l'AcquaVIVA, ai credenti.Gv17, 2  Tu gli hai dato Potenza a favore di ogni carne  (semitismo per " a favore di ogni essere umano")  perché a tutti coloro che gli hai  ( affi) dato Egli possa DARE VITA eterna  ( la VITA definitiva li porta a compimento e fa loro superare la morte ) 

La manifestazione della Potenza che il Messia ha ricevuto da Dio, è il Potere di  DARE VITA  (eterna , definitiva) agli uomini a Lui affidati dal Padre : coloro che lo hanno creduto e // seguito come discepoli.

Gv 6,45 saranno tutti discepoli di Dio Ni " segni del sacro " operati da Gesù il Padre attrae l'uomo ( che ha il senso religioso) e lo "consegna" al Figlio.Gv 6, 37Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, 8perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. 39E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno.

La missione di Gesù consiste nel DARE VITA ad ogni uomo, là dove c'è non-VITA . La POTENZA della VITA ( lo SPIRITO) fa sì che l'uomo ri-nasca dall'Alto ( da Dio) e diventi suo Figlio cioè partecipi della stessa condizione divina di Gesù. ( Gv 1, 14 - 2 Pt 1,4)

Sono tutti coloro che "il Padre gli manda", perchè diventino Figli dell'UOMO ( UOMINI ) come Lui e si compiano in pienezza e diventino definitivi superando la morte ( risorgono) .
Il Padre affida tutti a Gesù ma non tutti accettano il dono della VITA  
Gv 5,40 Ma voi non volete venire a me per avere VITA. 1 Gv3,14Noi ( che abbiamo creduto) sappiamo che siamo passati dalla morte alla VITA, perché AMIAMO i fratelli. Chi non AMA rimane nella morte . 15Chiunque odia il proprio fratello è omicida, e voi sapete che nessun omicida ( cioè chiunque non AMA il proprio fratello) ha più la VITA eterna che dimora in lui.  Coloro che rifiutano la VITA rimangono nella condizione di non-VITA che equivale a " rimanere nella morte".   L'OPERA del Padre, la creazione, viene portata a compimento da Gesù : ogni uomo che il Padre gli affida riceve da Lui VITA (quella definitiva , che supera la morte) e la creazione che questi ricapitola in sè riceve VITA ( Rm 8,22) L'attesa della vita definitiva collocata dalla teologia giudaica alla "fine del mondo" è arrivata nella storia con Gesù e segna la " fine del mondo" ma di quello antico, il mondo della non-VITA.

Chi accoglie in sè la VITA entra  subito  nel NUOVO MONDO che è nella storia, quello della VITA DEFINITIVA CHE SUPERA LA MORTE, il Regno di Dio .
top

Gesù dona la Sua Parola
a coloro che lo seguono
L'analogia del pastore e del gregge già utilizzata dai profeti evidenzia un aspetto fondamentale del rapporto tra il Dio rivelato e l'umanità : per l'uomo , la Voce-Parola di Dio è VITALE. Gesù , verbo-Parola di Dio , è Vitale per l'uomo...

Mc 6,34 Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore,e si mise a insegnare loro molte cose.
Gv 14,10  Le Parole  che io vi dico, non le dico da me stesso;  ma  il Padre , che rimane in me,  ( Parlando)  compie le sue opere  ( La Creazione, l'UOMO).Dio dimora in Gesù, Gesù parla le Parole del Padre, queste Parole soffiano lo Spirito // e compiono le Opere del Padre. La Sua Creazione : l'UOMO.

Le Parole di Gesù sono Spirito // VITA che creano l'UOMO e lo portano a COMPIMENTO.
L'opera del Padre è creazione; il suo progetto-opera è compiere la creazione. Creazione che è ricapitolata nell'UOMO.

Gv 3,34 Colui che Dio ha mandato  dice le Parole di Dio : //  senza misura egli dà lo Spirito . Le Parole di Gesù vengono dal Padre e comunicano all'uomo la Sua VITA, il suo Spirito, senza misura, sempre in abbondanza . Gv 17,8 perché le Parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno  accolte  e sanno veramente che sono uscito da te // e  hanno creduto che tu mi hai mandato .
L'azione dello Spirito in coloro che lo accolgono non è automatica: è una proposta che essi possono credere e accogliere o rifiutare .

Lo Spirito// VITA , in  chi Lo ascolta e comprende, cioè Lo accoglie  , compie le opere del Padre , lo fa UOMO .
Perchè, dice Gesù ...

Gv 6,63  È lo Spirito che dà VITA , la carne ( la natura umana) non giova a nulla; le Parole che io vi ho detto sono Spirito e sono VITA. Gesù è la Voce del Pastore che chiama le sue pecore a ricevere ed accogliere la VITA . Gv 8,47 Chi è da Dio ascolta le parole di Dio. e chi è dalle tenebre non le ascolta.
La Parola opera una selezione // separazione : chi crede e chi non crede;  è un giudizio .

Il giudizio è universale perchè Gesù si rivolge non solo ad Israele ma a tutta l'umanità.
Mt 25,32 Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri,
come il pastore separa le pecore dalle capre,

separa : forma due gruppi distinti. E' un giudizio.

Mt richiama l'oracolo di Jhwh ai pastori del suo popolo : separerò...

Ez 20,38 Separerò da voi i ribelli e quelli che si sono staccati da me; li farò uscire dal paese in cui dimorano come forestieri, ma non entreranno nella terra d'Israele: così saprete che io sono il Signore.
Mt 5,17 Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento.

Mt ci ricorda che Gesù non abolisce l'AT perchè esso contiene le promesse di Dio annunciate dai profeti ( non dalla istituzione religiosa) : infatti dice che è venuto per compiere tutte quelle promesse, non per abolirle .

Parlando di  Opera di Compimento  Gesù si riferisce alle promesse divine e si pone nella linea dei profeti, non nelle teologie di Israele. Una volta compiute le promesse dell'AT questo non servirà più come profezia.

Mc 1,38 Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!»

Il villaggio nei vangeli indica un luogo teologico : la tradizione giudaica.

Lc 5,32 io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori perché si convertano».
La conversione che Gesù chiedeva ad Israele era il passaggio dalla fede nella dottrina religiosa alla fede in Lui.
Mc 2,17 Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati;
io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».
Indicando così che le attese della religione di un giudizio divino che sterminasse i peccatori era sbagliato.
Mt 9,13 Andate a imparare che cosa vuol dire: Misericordia io voglio e non sacrifici. Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori».
Indicando così che il culto templare dei sacrifici animali era inutile.
Mt 10,34 Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada.
La spada nel linguaggio giudaico indicava la Parola di Dio.

Lc 12,49 Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso!
La Parola di Dio è una spada che divide la pelle dai muscoli fin nelle profondità, immagine che indica che non è negoziabile : o la si accoglie o la si rifiuta. Questa Parola è il Fuoco dello Spirito di Dio che polverizza ogni ideologia religiosa.

Gv 5,43
Io sono venuto nel nome del Padre mio
in Me è Lui che parla
e voi non mi accogliete; se un altro venisse nel proprio nome,
un falso profeta
lo accogliereste.
perchè direbbe le parole-profezie che voi vorreste dicesse.

Gv 7,28 Gesù allora, mentre insegnava nel tempio, esclamò: «Certo, voi mi conoscete e
sapete di dove sono. Eppure non sono venuto da me stesso, ma chi mi ha mandato è veritiero, e voi non lo conoscete.
Gv 8,14 «Anche se io do testimonianza di me stesso, la mia testimonianza è vera, perché
so da dove sono venuto e dove vado. Voi invece non sapete da dove vengo o dove vado.
Gv 8,42 «Se Dio fosse vostro padre, mi amereste, perché
da Dio sono uscito e vengo; non sono venuto da me stesso, ma lui mi ha mandato.
Gv 9,39
«È per un giudizio che io sono venuto in questo mondo, perché coloro che non vedono, vedano e quelli che vedono, diventino ciechi».
La Parola opera un giudizio una separazione.
Gv 12,46
Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. Gv 12,47 Se qualcuno ascolta le mie Parole e non le osserva ( non accoglie la VITA , non diventa UOMO) , io non lo condanno; perché  non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare  ( portare a compimento come UMANITA')  il mondo  ( l'umanità ) 
Il mondo è la creazione divina ricapitolata nell'uomo e Dio non distrugge la propria creazione che si corrompe per rifarla ma  la porta a compimento dandole VITA definitiva, cioè la salva. Gv 10,14 Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me,
Gv 10,16 E ho altre pecore che non provengono da questo recinto:
sono le nazioni non ebree
anche quelle
io devo guidare.
Ascolteranno la mia voce e diventeranno
un gregge, un pastore.
Una cosa sola : la Chiesa di Gesù.
1Pt 2,25 Eravate erranti come pecore, ma ora  siete stati ricondotti al Pastore e custode delle vostre anime (ψυχῶν - esistenza attiva)  .

 
Ap 7,17  l'Agnello, che sta in mezzo al trono, sarà il loro Pastore  e li guiderà alle fonti delle acque della VITA ( zoé, eterna).

I discepoli inviati da Gesù al mondo per evangelizzare diranno le Parole di Gesù e comunicheranno lo Spirito il quale genererà i "Figli di Dio" 1Cor 4,15 Potreste infatti avere anche diecimila  pedagoghi in Cristo , ma non certo molti  padri ( coloro che dànno la VITA) : sono io che  vi ho generato in Cristo Gesù mediante il Vangelo. 

I pedagoghi "insegnano" Gesù ( prendono per mano i seguaci e li conducono e guidano in un " cammino spirituale" ), i padri danno il Vangelo che è Spirito//VITA generandoli Figli di Dio..

top

home

DISCLAIMER. Si ricorda - ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 - che questo sito non ha scopi di lucro, è di sola lettura e non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare" : gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate. Non può essere in alcun modo ritenuto un periodico ai sensi delle leggi vigenti né una "pubblicazione"  strictu sensu. Alcuni testi e immagini sono reperiti dalla rete : preghiamo gli autori di comunicarci eventuali inesattezze nella citazione delle fonti o irregolarità nel loro  uso.Il contenuto del sito è sotto licenza Creative Commons Attribution 2.5 eccetto dove altrimenti dichiarato. Navigando nel sito se ne accetta la   PRIVACY POLICY